Programma di cortometraggi sul blocco a Y e la vulnerabilità dell'architettura

ARCHITETTURA: To filmer om Y-blokka er i ly av den pågående rivningen blitt til både dokumentasjon over ideologiske svingninger og sørgesalmer over en tapt RKITEKTUR: To filmer om Y-blokka er i ly av den pågående rivningen blitt til både dokumentasjon over ideologiske svingninger og sørgesalmer over en tapt tid.

(Tradotto da Norwegian di Google Gtranslate)

Un accattivante edificio modernista, creato nel dopoguerra con forme sorprendenti gettate nel cemento. Nel film vediamo come viene brutalmente demolito. Blocco a Y nel quartiere governativo di Oslo? No, altri edifici modernisti a Belgrado, Berlino e Bulgaria nello stesso stile architettonico che sono esposti come il blocco a Y. Per molte persone in tutto il mondo, gli edifici in stile brutalista sono "brutti" e incomprensibili. È stimolante vedere altri edifici iconici del Patrimonio Mondiale nella stessa situazione fatale del blocco Y.

Edifici vulnerabili

Gli edifici sono indeboliti dal tempo, dal vento e dall'uso, ma ciò che li rende davvero vulnerabili è che sono così strettamente legati all'utilità, ai bisogni umani. Pertanto, sono anche soggetti a fluttuazioni del gusto e al cambiamento dei venti ideologici.
Cato Fossum, Coordinatore di Kortfilmfestivalen, colpisce proprio nella sua introduzione alla nuova sezione del programma "Architecture in Film": quest'anno, non solo il festival è digitale, ma è anche attivo nel dibattito sociale contestualizzando il destino del blocco Y. Il programma di due ore (in due parti) si basa sul conflitto in corso attorno al blocco Y ed è iniziato e terminato da due film che affrontano ciascuno il blocco; Hammersborg – Proteggere il futuro passato di Birgitte Sigmundstad e Bauta di Paul Tunge.

Da Bauta.

Non avrei mai pensato che il blocco sarebbe stato demolito

Paul Tunge descrive come ha filmato su un pavimento vuoto nel blocco alto, che ha abbassato la videocamera e puntato verso il blocco Y coperto di neve molto più in basso. Insieme al suo socio abituale Egil Håskjold Larsen era in procinto di Bauta, la seconda parte della sua triologia dell'architettura.

"Non avrei mai pensato che il blocco a Y sarebbe stato demolito, avevo insistito per entrare e filmare gli interni."

- annuncio pubblicitario -

bauta
Da Bauta. Vista dal blocco alto fino al blocco Y.

"Non avrei mai pensato che il blocco a Y sarebbe stato demolito, avevo insistito per entrare e filmare gli interni." La lingua lascia le parole sospese un po 'in aria. La chiamata da cellulare ha avuto una svolta riservata. Racconta di come nella sua vita di tutti i giorni si è assicurato di oltrepassare il blocco a Y e di trovare costantemente nuovi dettagli nella decorazione o nell'edificio stesso – lo ha reso felice ed euforico.
Cattura fin troppo bene l'esperienza che può essere paragonata meglio visitando costantemente un amico noto e caro e la qualità della vita che questi piccoli incontri e momenti portano.
Ora sappiamo entrambi che i giorni sono contati per Y.

Inni in lutto per un tempo perduto

Entrambi i film di Tunge e Sigmunstad ti attirano nell'architettura e nell'esperienza della stanza e nella loro capacità di riprodurre la presenza tattile. Entrambi i film danno sollievo al fatto che la demolizione sia stata fermata votato verso il basso negli Storting la scorsa settimana – da 79 a 8 voti.
L'inevitabile giornata si avvicina per il murale integrato del timpano di Pablo Picasso e Carl Nesjar I pescatori tagliato fuori. Segue quindi la rimozione della parete interna Gabbiano e poi la demolizione dell'edificio stesso. Un edificio progettato per resistere per 2000 anni viene ridotto in macerie.

Hammersborg Proteggere il futuro passato
Da Hammersborg a proteggere il futuro passato. I pescatori.

Il film di Tunges e Håskjold Larsen Bauta è quasi devoto nel suo approccio a un gruppo sobrio di selezionati edifici modernisti norvegesi. Il blocco a Y è collegato a centrali elettriche, stazioni della metropolitana e piscine pubbliche.

Le parole di Fossum sul bisogno e il primato della funzionalità dell'utilità hanno la precedenza su altre qualità che risuonano nelle nude cattedrali di cemento costruite per l'uso quotidiano. Tongue dice che avrebbe sollevato gli edifici dimenticati. Ora sia i film suoi che quelli di Sigmunstad sono diventati documentazione, in lutto per gli inni perduti.

I diversi significati del blocco a Y – e i molti aspetti associati al caso della demolizione – emergono con forza attraverso il saggio dello storico Kjetil Jacobsen nel film di Sigmunstad. Il testo è eseguito rigorosamente e con forza in inglese dal drammaturgo e artista Kate Pendry. Il film è ancora rilevante come quando è stato presentato per la prima volta alcuni anni fa ed è diventato un regolare nelle più grandi pagine di social media per la protezione e le campagne per il blocco Y.

Hammersborg – Proteggere il futuro passato
Da Hammersborg – Proteggere il futuro passato

60 voti di protesta non sono stati ascoltati

La lotta contro la demolizione del blocco a Y è in corso da molto tempo e presto 60.000 hanno firmato una petizione per protesta. Gli attivisti più ardenti ora dormono in tende nella piazza fuori dall'ex palazzo del governo.

È un segno dei tempi in cui il brutalismo e il modernismo, l'architettura del blocco a Y, sono percepiti come all'antica? Brutta?

MoMA, Museo Picasso di Barcellona, Europa Nostra così come esperti nazionali e internazionali hanno richiesto la conservazione. Anche il consiglio comunale di Oslo si è voltato e ha sostenuto la conservazione. Tuttavia, il governo e lo storting non si muoveranno.
A poco a poco, gli edifici di segnalazione e il patrimonio mondiale vengono fatti a pezzi. Il testo del coordinatore Fossum racconta quando chiede: "È un segno dei tempi in cui il brutalismo e il modernismo, l'architettura del blocco a Y, sono percepiti come all'antica? Brutta? Non molto funzionale? In tal caso, qual è il segno? "

Interno a Y.
Da Hammersborg – Proteggere il futuro passato

Il blocco a Y e le chiese a doghe

Birgitte Sigmunstad doveva fare parte di un documentario per CPH Dox e stava cercando la norvegese quando è finita in una giornata aperta nel quartiere del governo e ha visto sia il blocco a Y che l'Høyblokka. Immediatamente ha chiamato il suo fotografo Line Lyngstadaas. Hanno seguito le proiezioni diverse volte e hanno scelto di far partecipare gli altri partecipanti a diverse sequenze di film.

L'effetto sacro degli interni del blocco a Y è catturato dalle loro reazioni di fronte all'esclusiva scala conica monumentale, i rilievi sabbiati e la ghiaia del fiume che vengono gettati nei muri di cemento attorno al vano dell'ascensore circolare.

dettaglio concreto
Da Hammersborg – Proteggere il futuro passato

Il testo di Jacobsen non solo racconta la tragedia del blocco Y, ma pone l'edificio contro le ex 100 chiese a doghe, di cui ora ne rimangono solo 28. Nemmeno tutti questi edifici decorativi e dichiarati memorabili più lusinghieri sono stati considerati degni di conservazione.
Nel suo saggio, Jacobsen spiega come il segnale che costruisce Y – come rappresentante dell'altezza della socialdemocrazia – avesse già svolto il suo ruolo prima che la bomba esplodesse. Questa idea pone la lotta per la conservazione in un nuovo sollievo. Non si tratta del singolo edificio, si tratta di preservare i valori sociali impliciti che gli edifici contengono.

I film sono mostrati di seguito Kortfilmfestivalen 10-14. giugno 

Ellen Lande
Lande è una scrittrice e regista di film e una scrittrice regolare per Ny Tid.

Potrebbe piacerti ancheRELAZIONATO
Consigliato

Un cluster agricolo – un complesso industriale all'avanguardia

PAZZO: Il problema è l'accesso al cibo. Tutti devono mangiare per vivere. Se vogliamo mangiare, dobbiamo comprare. Per acquistare dobbiamo lavorare. Mangiamo, digeriamo e cagiamo.

La dittatura della virtù

CINA: Il Partito comunista cinese si vanta oggi di essere in grado di riconoscere uno qualsiasi degli 1.4 miliardi di cittadini del paese in pochi secondi. L'Europa deve trovare alternative alla crescente polarizzazione tra Cina e Stati Uniti – tra una dittatura che monitora lo stato e la spietata autoespressione dell'individualismo liberale. Forse una sorta di ordine sociale anarchico?

La protesta può costarti la vita

HONDURAS: La pericolosa ricerca della verità dietro l'assassinio dell'attivista ambientale Berta Cáceres di Nina Lakhani finisce in più domande che risposte.

Il legante culturale

ROMANZO: DeLillo mette in scena una sorta di stato generale, paranoico, un sospetto che ha portata globale.

Distruzione creativa

SPAZZATURA: La Norvegia non è attrezzata per lo smistamento dei tessuti. Anche se selezioniamo la spazzatura, non siamo neanche lontanamente vicini a luoghi in Giappone che possono riciclare in 34 categorie diverse. L'obiettivo è che i comuni non siano lasciati con rifiuti e senza camion della spazzatura!

La società di controllo e gli indisciplinati

MAMME TARDIVE: Le persone oggi stanno acquisendo sempre più controllo su ciò che li circonda, ma stanno perdendo il contatto con il mondo. Dov'è il limite per misurazioni, garanzie di qualità, quantificazioni e routine burocratiche?