Dominique Routhier Dominique Routhier Routhier è fermamente critico nei TEMPI MODERNI.

14 articoli

La questione della tecnica

Le cose stanno iniziando a comportarsi. Ma il fatto che le cose intorno a noi stiano diventando più intelligenti non significa necessariamente che noi stessi stiamo diventando più intelligenti, al contrario.

La distruzione, la morte e la militarizzazione della vita quotidiana

NEKROPOLITIKK: Lasciare milioni di persone alla fame, alle epidemie, alla guerra e alla fuga.

«La comunità disciplinare è nata dalla grande epidemia di peste»

CONTROLLO: Oggi, milioni di corpi razzializzati sono diventati ridondanti in relazione al metabolismo del capitale e iscritti a un nesso mediato digitalmente di tecnologie di esclusione, controllo e distruzione. TEMPI MODERNI qui entra nel tema tramite l'autore Achille Mbembe in tre articoli.

Monumento storico-culturale alle contraddizioni dei situazionisti

SITUATIONISTERNE: Qual è la rilevanza del situazionismo nell'era digitale, dove l'estetica nichilista punk taglia e incolla sembra essere sostituita dal trolling e dalla cultura meme di Internet?

Il progetto sociale

AVANGUARDIA: Mikkel Bolt incornicia il progetto d'avanguardia come distinto dalla continua rottura estetica del modernismo artistico.

Un filosofo francese negli archivi della controrivoluzione

L'ultimo libro di Chamayou è un'analisi approfondita dell'arte del governo liberale.

Una curva di crescita perpetua di incessante innovazione tecnologica da Ella Musk di Tesla, ...

Accordo critico con la convinzione che la tecnologia possa risolvere tutti i problemi dell'umanità nel nuovo libro dell'artista e teorico James Bridle.

Metamorfosi di intelligenza

La filosofa francese Catherine Malabou pone una domanda tempestiva, ma non fornisce una risposta chiara nel suo nuovo libro sull'intelligence.

Dal lutto all'analisi della potenza acuta

In riflessioni, poesie in prosa e conversazioni con rivoluzionari vivi e morti, Jackie Wang analizza il sistema carcerario americano.

Adoro il mostro

"Non abbiamo altra scelta che amare il mostro che abbiamo creato noi stessi", afferma Peter Frase, scrittore di fantascienza sociale.

Distruggi le banche! Sii indisciplinato!

Il vecchio mondo non può essere né riformato né rivoluzionato; un insediamento totale deve aver luogo prima che il nuovo possa scoppiare.

Il programma politico è nelle macchine

Le guerre, le crisi e i disastri imminenti saranno prima di tutto un problema di progettazione?

Srnicek & Williams: inventare il futuro

Le nuove tecnologie dell'informazione hanno reso il lavoro non più pensato di costituire l'essenza dell'uomo.