Ordina qui l'edizione estiva

Saccheggio della natura norvegese

L'estremo drenaggio dei laghi norvegesi da parte delle compagnie elettriche lascia brutte cicatrici sul paesaggio. La cosa peggiore è che la diversità biologica è messa a rischio. I bassi livelli dell'acqua nelle acque norvegesi sono dovuti al fatto che i politici hanno rinunciato al controllo, affermano i critici. Accusano Statkraft di crimini ambientali.

(QUESTO ARTICOLO È MACCHINA TRADOTTO da Google dal norvegese)

[bacini d'acqua] "Ciclare sull'Hardangervidda ti porta attraverso la bellissima e selvaggia natura di alta montagna. Hardangervidda è il parco nazionale più grande della Norvegia e ti garantisce esperienze naturali uniche in un ambiente pulito. Molte buone acque di pesca lungo la strada possono tentarti con trote e salmerini se porti la tua canna da pesca."

È così che la natura norvegese viene commercializzata ai turisti. È un'immagine patinata che non corrisponde alla realtà. Harald Kvålen, uno dei proprietari terrieri dell'acqua Langesæ a Vinje nel Telemark, mostra ciò che gli opuscoli turistici non dicono. Le aree intorno ai bacini idrici della zona sono caratterizzate da ampie aree di terreno grigio-marrone e secco che avrebbero dovuto essere sommerse dall'acqua. Le società elettriche hanno prosciugato l'acqua nel periodo in cui avrebbero dovuto riempirla.

- Questo è un crimine ambientale, dice Kvålen, guardando il Langesæ quasi vuoto. Riceve pieno appoggio dal segretario generale del WWF, Rasmus Hansson.

- È una condanna a morte per tutta la vita dentro e intorno a uno specchio d'acqua quando le compagnie elettriche si comportano in questo modo, dice Hansson.

Qui a Vinje, dove si incontrano le contee dell'energia Aust-Agder, Vest-Agder, Rogaland, Hordaland, Buskerud e Telemark, troviamo alcuni degli sviluppi energetici più estesi della Norvegia. In questi tratti edificati sparsi, la maggior parte delle cascate e dell'acqua vengono utilizzate per garantire l'energia elettrica alla Norvegia meridionale.

Tuttavia, non è mai stato previsto che la natura dovesse soffrire e subire grandi ferite. Durante i mesi estivi le vasche dovevano essere riempite d'acqua, le persone dovevano poter utilizzare le aree, e doveva essere possibile pescare nelle acque.

Questo è stato recentemente affermato in Stortingsmelding n. 18 (2003-2004):

"I magazzini si riempiono durante i mesi primaverili ed estivi, quando l'afflusso è alto e il consumo di energia elettrica è basso. Il riempimento delle riviste di solito continua fino all'autunno inoltrato".

Crisi di governo

Ma qualcosa è successo da quando i proprietari terrieri negli anni '1950 hanno concordato con lo stato le condizioni per lo sviluppo dell'energia. Nel 1991, abbiamo ottenuto una nuova legge sull'energia che ha avviato lo sviluppo verso un mercato dell'energia aperto. Verso la fine degli anni '1990 abbiamo ottenuto un mercato così aperto, e negli ultimi quattro o cinque anni le aziende hanno iniziato ad attingere alle riviste in estate come si fa oggi, stima Harald Kvålen.

- Dal 2001-2002 c'è stato un cambiamento, dice Kvålen, e spiega che Statkraft ha drenato Langesæ e altra acqua nel comune ogni estate negli ultimi anni.

- Quella a cui stiamo assistendo non è una crisi di potere, questa è una crisi di governance. Non sono i politici che gestiscono questo. Si sono arresi. Invece, vediamo che le aziende stanno guadagnando enormi somme di denaro estraendo energia per l'esportazione. Definirei questo puro saccheggio delle risorse naturali. Sembra che diversi concessionari abbiano dimenticato di avere una responsabilità sociale, prosegue.

Børre Rønningen è un ex sindaco del comune di Vinje, ora capogruppo del consiglio comunale del lavoro nel comune di Vinje e leader dell'Associazione nazionale del Vasskraftkommunar (LVK). Anche lui critica la gestione delle risorse idriche nei laghi norvegesi.

- Negli ultimi mesi, le centrali idroelettriche norvegesi sono state gestite in modo tale che diversi grandi serbatoi d'acqua sono stati prosciugati a un livello molto al di sotto del normale. Non abbiamo prove per affermare che il prelievo sia stato al di sotto dell'obiettivo per il livello minimo dell'acqua consentito secondo le singole licenze, ma è chiaro che il prelievo di diversi serbatoi è stato molto al di sotto del livello che è stato comune in precedenti anni, dice lui.

LVK rappresenta 165 comuni energetici in tutta la Norvegia. Rønningen afferma di aver ricevuto negli ultimi mesi una serie di segnalazioni da parte dei comuni interessati che indicano ingenti danni alla natura e all'ambiente dopo che i serbatoi d'acqua sono stati prosciugati.

Il pesce muore

Uno dei requisiti di base delle società elettriche è che i serbatoi d'acqua devono essere riempiti durante l'estate, in modo che ci sia abbastanza energia disponibile quando arriva il freddo e il consumo di energia aumenta. Ma un altro e più importante motivo per riempire i bacini in estate è la diversità biologica dentro e intorno alle acque.

Reidar Borgstrøm, professore di biologia dei pesci presso l'Università di scienze ambientali e biologiche di Ås, sottolinea, tra le altre cose, che quando il livello estivo dell'acqua viene tenuto basso in molti bacini di alta montagna, molti dei più importanti animali alimentari per i pesci non svilupparsi, perché le uova giacciono nella parte secca delle acque.

Harald Kvålen può confermarlo.

- Langesæ era precedentemente considerata una delle migliori acque per pesci di grandi dimensioni in Norvegia, ed era comune pescare pesci da due a sei chili. Oggi, quello che resta del pesce qui fuori è lo stomaco rigato, dice.

Oggi la barca di Kvålen si trova a più di cento metri dal bordo dell'acqua.

- Negli ultimi tre o quattro anni qui non c'è stata acqua a sufficienza per portare la barca in acqua, dice.

Kvålen, insieme a molti altri proprietari terrieri, sta valutando la possibilità di intraprendere un'azione legale contro Statkraft per reati ambientali. Il sindaco Børre Rønningen ritiene che il prosciugamento dei bacini idrici abbia portato a nuovi, imprevisti ed estesi danni alla natura e all'ambiente.

Anche Rasmus Hansson del WWF è preoccupato per gli stock ittici nelle acque.

- Ciò che vediamo è l'uccisione diretta e attiva dell'ecosistema mediante un imbottigliamento estremo. In questi giorni, trote e salmerini depongono le uova, ma non raggiungono i loro luoghi naturali di riproduzione. Invece, i pesci sono ammassati nelle tasche. La trota è un pesce che richiede ossigeno che non sopporta di vivere in piccole pozzanghere con acqua calda povera di ossigeno, dice.

Nei requisiti della direzione per la gestione della natura, sembra che le società elettriche si siano impegnate a garantire che gli stock ittici mantengano la riproduzione naturale nella massima misura possibile. In una nuova valutazione d'impatto per NVE, i requisiti sono nuovamente sottolineati che le condizioni di vita naturali per i pesci e altre piante e animali siano degradate il meno possibile.

Bjarne Oppegård, segretario generale della Norwegian Hunters' and Fishers' Association (NJFF), ha inviato una lettera al ministro del petrolio e dell'energia Odd Roger Enoksen, in cui la NJFF sottolinea di essere preoccupata per lo sviluppo. NJFF ritiene che dovrebbero essere introdotti i requisiti per le riviste da riempire durante l'estate, in modo che la situazione che si è verificata quest'estate non si ripeta.

Massimo profitto

Il sindaco di Vinje, Børre Rønningen, ritiene che la ragione principale di questo nuovo svuotamento dei serbatoi sia la partecipazione dei produttori di energia al mercato energetico internazionale.

- I prezzi dell'energia elettrica particolarmente elevati che si sono registrati in questo mercato quest'estate hanno fatto sì che le società abbiano venduto energia anche se questo è andato oltre il solito. Negli ultimi mesi c'è stata una grande esportazione di energia elettrica dalla Norvegia, nonostante il livello dell'acqua storicamente basso in diversi bacini idrici, afferma.

Rønningen si aspetta che il ministro del petrolio e dell'energia Odd Roger Enoksen agisca per garantire il flusso d'acqua estivo nei bacini esposti e che ci saranno progressi nell'annunciata valutazione dell'Energy Act. Tuttavia, Rasmus Hansson ritiene che sia difficile prevedere cambiamenti fintanto che le società elettriche trarranno vantaggio finanziario dallo svuotamento dei serbatoi.

- Lo Storting ha scatenato ad occhi aperti questo uso insensato della natura norvegese, dice.

Harald Kvålen, da parte sua, non ha dubbi sul fatto che le società elettriche stiano infrangendo le condizioni di licenza.

- Langesæ e gli altri serbatoi avrebbero dovuto essere pieni d'acqua in questo periodo dell'anno. Invece, sono stati imbottigliati durante l'estate. Ci vorranno almeno due anni per riempire nuovamente Langesæ. Ma temo che con il regime energetico che abbiamo oggi, Langesæ non tornerà ai normali livelli dell'acqua per almeno dieci anni, dice.

- Non drenare troppo

Il direttore esecutivo di Statkraft, Ragnvald Nærø, afferma di essere consapevole della propria responsabilità e di non drenare più di quanto gli è consentito.

- Statkraft segue sempre le regole e i requisiti delle autorità su come i nostri serbatoi d'acqua possono essere utilizzati per la produzione di energia. Siamo molto consapevoli dei problemi che lo svuotamento – ma anche il riempimento – può causare agli utenti dei corsi d'acqua e dell'acqua. Allo stesso tempo, dobbiamo tenere conto di ciò che costituisce una buona gestione aziendale ed economica sociale delle risorse energetiche, afferma Nærø.

- Perché scarichi durante l'estate, quando dovresti avere abbastanza acqua nei bacini per garantire la diversità biologica?

- Spesso d'estate c'è poca acqua nei bacini. Ciò che è anomalo quest'anno è che abbiamo avuto meno precipitazioni del solito in questo periodo dell'anno. Ci sarebbero condizioni molto difficili e prezzi probabilmente inaccettabilmente elevati nella fornitura di energia elettrica norvegese se i produttori non fossero in grado di utilizzare l'acqua del serbatoio in estate in un anno estremamente secco come il 2006.

- Sei accusato di reato ambientale quando svuoti le riviste tanto quanto quest'anno?

- È vero che il livello dell'acqua in molti luoghi è più basso del solito in questo periodo dell'anno, ma quindi entro i limiti di manovra applicabili. Posso promettere che i dipendenti di Statkraft fanno del loro meglio per garantire che l'acqua venga utilizzata nel modo più corretto possibile, sia a breve che a lungo termine. Non dimenticare che valutiamo le nostre disposizioni ogni giorno, anche per assicurarci di avere abbastanza acqua nei serbatoi fino all'inizio dello scioglimento delle nevi la prossima primavera, dice Nærø.

Il Ministero del Petrolio e dell'Energia non ha commentato lo svuotamento dei serbatoi d'acqua prima della nostra scadenza. Stanno lavorando per rispondere alle domande provenienti, tra l'altro, da LVK e dall'Associazione norvegese dei cacciatori e dei pescatori.

Potrebbe piacerti anche