Abbonamento 790/anno o 190/trimestre

C'era una volta

Francesca Borri
Francesca Borri
Borri è un corrispondente di guerra e scrive regolarmente per Ny Tid.
GAZA / Istantanee da una Gaza che non c'è più. Una volta tutti passavano per Gaza. E per tutti era l'"Atene dell'Asia", perché era un centro di filosofia. Gaza fu conquistata, e fu ottomana dal 1516, britannica dal 1917, egiziana dal 1948 – e infine israeliana dal 1967. Nella vecchia Gaza, vedevi ragazze in minigonna, ragazze con whisky e sigarette, ragazze che ballavano e ragazze che dipingevano all'opera d'arte. accademia. E la casa da tè ottomana Beit Sitti era un ritrovo di intellettuali, musicisti e artisti. C'erano anche un gruppo rock e un centro yoga, e pizzeria Italiano e granita... Ma oggi?




(QUESTO ARTICOLO È TRADOTTO DA Google dal norvegese)

Non appena Nasser salì al potere in Egitto e promise il socialismo e la rivoluzione, Che Guevara andò al Cairo per cercare consiglio e ispirazione. Poi è stato un altro treno Gaza, sigaro e berretto, per trovare il leggendario guerrigliero palestinese, ma non ne trovò nessuno. Si è conclusa con una cena con le guardie nel palazzo delle Nazioni Unite.

Era il 1959. E non sei andato a Gaza per vivere la rivoluzione, ma per fare un barbecue sulla spiaggia.

Quando oggi digiti "Gaza" su Google, ottieni solo sangue e rovine. E per ogni raid aereo, un certo ospedale, un certo posto, un certo giorno, ottieni più foto di anni diversi, guerre diverse.

Eppure Gaza un tempo era così bella che Marco Antonio la regalò a Cleopatra. Le diede anche Gerico, in realtà, e un'oasi sul Mar Morto. Ma per Plutarco Gaza era una di queste aromatofora, un dispensatore di profumi, perché si trovava lungo la via dell'incenso.

Una volta tutti passavano per Gaza.

Ora stanno morendo di fame. E la frontiera è chiusa. Ma una volta tutti passavano per Gaza. E per tutti era l'"Atene dell'Asia", perché era un centro di filosofia. Conosciuta per i suoi vigneti e il suo vino. E non è passato molto tempo. Oggi l'alcol è vietato, ma fino a ieri, durante il mandato britannico, l'economia era basata sull'orzo, per i birrifici inglesi.

Conquistato e riconquistato

Tuttavia, una volta iniziata la ricostruzione del dopoguerra, non riapparirà molto altro che i mosaici bizantini. Perché a Gaza la storia viene demolita come tutto il resto: i rigattieri non hanno nulla. Né i musei. Una coperta, un anello, una teiera. Niente. Nemmeno i ricordi esistono più: sono scomparsi con i morti. Hai solo frammenti, istantanee poco chiare le cui connessioni, correlazioni e rapporti di causa-effetto sono ormai andati perduti. Il loro flusso e riflusso. Se si pensasse che i tunnel fossero un'idea del leader di Hamas Yahya Sinwar, sarebbero lì da allora Aleksander il grande.

Se si pensasse che i tunnel fossero un'idea del leader di Hamas Yahya Sinwar, sarebbero lì da allora Aleksander il grande.

Gaza è stata conquistata e riconquistata mille volte ed è stata ottomana dal 1516, britannica dal 1917, egiziana dal 1948, e infine israeliana dal 1967. E per molto tempo è stata solo Gaza City. Era il 1948 che cambiò tutto. Perché con la creazione di Israele agli 200 abitanti si sono aggiunti 000 profughi. I rifugiati rappresentano ancora il 80% della popolazione: 000 milioni. La più alta concentrazione al mondo. Da allora, Gaza è diventata una preoccupazione per diplomatici, primi ministri, presidenti, generali, ONG e organizzazioni delle Nazioni Unite. Ha smesso di essere una città ed è diventata un problema.

Il relatore Rashad al-Shawa

Dopo il 7 ottobre 2023 tutti hanno detto la loro, tranne uno: il sindaco.

Ecco com'è Gaza. Quando si dice che la città ha un sindaco tutti restano stupiti.

Il più amato e il più simbolico è stato Rashad al-Shawa, sindaco dal 1971. Era un imprenditore. Ovviamente ha dato priorità agli otto campi profughi, dove viveva una persona ogni otto metri quadrati. È partito da al-Shati, che si trova sul lungomare, e che è quindi la chiave per la ricostruzione della città. Per i giornalisti, è qui che vive Ismail Haniyeh, l'attuale leader politico di Hamas. E per i palestinesi, è qui che si trovano le onde migliori per il surf, anche se Israele vieta l’importazione di tavole e devi accontentarti di quello che puoi: comprese le porte del frigorifero. Al-Shawa ha donato 250 metri quadrati di terreno a chiunque fosse disposto a demolire la propria casa e costruirne una nuova altrove. Il progetto è stato affidato a Eylon Meromi, il progettista israeliano di grattacieli nelle città costiere dell'Iran, e Saad Mohaffel, un siriano che aveva studiato a Londra il modello di Singapore. Inutile dire che quando ai palestinesi è stato chiesto di scegliere una tipologia di casa, hanno scelto un mix di tipiche case arabe e tipiche case israeliane. Hanno scelto il meglio di entrambi.

Rimal è il centro del centro di Gaza, sembra l'Italia.

L'OLP ha tentato di uccidere Rashad al-Shawa tre volte. Chiunque lavori con l'elettricità, l'acqua, le strade, chiunque cerchi di migliorare la vita di tutti i giorni, è accusato di collaborare con Israele, di normalizzare l'occupazione. Abbatte la resistenza. Sia allora che adesso. Per i rifugiati si trattava di stabilirsi e di rinunciare a tornare.

Tuttavia, l’OLP fallì. Ma al-Shawa fu licenziato da Israele nel 1982. I pragmatisti sono molto più pericolosi degli estremisti.

Al-Shati e Rimal

La gente andava ad al-Shati per fare surf e pescare. Il limite di navigazione adesso è di 20 miglia nautiche o verrai colpito dall'IDF. Non ci sono più così tanti pesci. Ma il ristorante al-Salam è un punto di riferimento, che attira l'attenzione anche sul Times of Israel. Certo, non per i gamberi in umido, ma perché il proprietario, Moeen Abu Haseira, ha un prozio che è rabbino. Chi è ebreo. Un dettaglio che considerava del tutto normale e non eccezionale. Diceva sempre: "Se sbagli le storie, sbagli la storia".

Accanto alle bugie di al-Shati Rimal, che è il suo contrario. Rimal è il centro del centro di Gaza. È molto europeo, sembra l'Italia. Ma sicuramente non è l’Italia, perché la strada principale prende il nome da Omar al-Mukhtar, l’eroe libico che guidò la ribellione contro l’invasione.

Il cinema era così popolare che al cinema Al-Amer venne fondata anche la Fratellanza Musulmana.

Fu qui che nel 1944 fu aperto il primo cinema, Al-Samer. Ora è una concessionaria di automobili. Tutta Gaza amava il cinema. Il cinema era così popolare che al cinema Al-Amer venne fondata anche la Fratellanza Musulmana. Era il 1946. Nel 1996 fu incendiato da Hamas, e oggi Adnan Abu Beed, il direttore del cinema, vende aglio, fa il venditore ambulante.

Ma questo accadeva in quegli anni Gaza sembrava la Versilia (in Toscana) nelle foto. Ma in realtà questi quadri sono stati distrutti dai palestinesi, non dalle guerre – perché ci sono ragazze in minigonna, ragazze con whisky e sigarette, ragazze che ballano, ragazze che dipingono all'accademia d'arte. Gaza è sempre stata così internazionale che gli artigiani non si specializzavano nella ceramica o nel vetro, come in Cisgiordania, ma nel bambù: che proveniva dall’India e dalla Cina.

Magnifico il laboratorio Khalaf, il miglior laboratorio di mobili esistente da generazioni. Si trova vicino all'ospedale Shifa, che ormai tutti conosciamo a causa dell'invasione. Ed è il simbolo di cui non sappiamo nulla, perché in arabo significa shifa 'guarigione' sta per ospedale, quindi non ha molto senso dire "Shifa Hospital"; non è il nome dell'ospedale.

7Up

Anche la prima fabbrica era internazionale: era l'americana 7Up. Gaza era l’ideale per via degli agrumi, ma soprattutto perché era il 1961 e le lattine di fabbricazione israeliana sarebbero state boicottate dagli arabi. Ma con gli accordi di Oslo tutto è stato capovolto. Non si trattava più degli arabi, ma di Israele, poiché Israele ha gradualmente chiuso i confini, fino al blocco totale in vigore dal 2007, quando Hamas è salito al potere. CO2 finché le bolle non furono inserite nella lista dei prodotti “dual use”, cioè tutto ciò che può essere utilizzato anche militarmente, e quindi furono bandite. Alla fine, 7Up è stato chiuso.

In arabo significa shifa 'guarigione', e sta per ospedale, quindi non ha molto senso dire 'Shifa Hospital'.

Le scatole 7Up sono ora su eBay come rarità. eBay è un buon negozio: nel 2013 il pescatore Joudat Ghrab si è imbattuto in una statua di Apollo del V secolo a.C. Una statua di bronzo nell'acqua! Lo aveva scambiato per un cadavere, cadaveri del genere erano una vista comune a Gaza, ma quando lo tirò a riva per la prima volta decise di darlo a sua madre, che non era troppo entusiasta di avere un uomo nudo in soggiorno. Ha poi provato a venderlo per 500 dollari, specificando: "Spese di spedizione pagate dal destinatario".

La più grande agenzia di viaggi però non è stata chiusa: è stata trasformata in un’agenzia di visti. Perché i palestinesi sono attualmente esenti dal visto solo in undici paesi. Come lo Swaziland e la Micronesia. Isole Cook. Ma oggi attraversare Rafah costa circa 10 dollari.

Il contrabbando

Dai tunnel continuano a contrabbandare armi, sì, ma anche tutto il resto. All'inizio, Israele stimava l'apporto calorico medio a 2279 calorie pro capite al giorno, per la precisione.

Ma per molto tempo non venne lasciata entrare nemmeno una briciola in più, anche le matite furono classificate come 'dual use' a causa della grafite. Poi anche le tigri dello zoo sono entrate illegalmente. Dopo che si è scoperto che le zebre non erano zebre, ma asini dipinti a strisce. E mentre Hamas sognava i razzi iraniani, tutti gli altri sognavano McDonald's. Potresti chiamare Khalil Efrangi – chi Dio sa dove – e nel giro di quattro ore avresti il ​​tuo Kentucky Fried Chicken dalla filiale di el-Arish. Nel Sinai. Era soprannominato Il Re.

Google Maps

Gaza su Google è solo sangue e rovine.

Ma su Google viene descritto da altri, da giornalisti, attivisti, ONG, analisti: ricompare su Google Maps, dove si descrive. Clicca sulla mappa e scoprirai che ha anche uno di quei bar con tutti i gatti attorno, Meow. Inoltre, una casa da tè ottomana, ritrovo di intellettuali, musicisti e artisti, Beit Sitti. E qui c'è anche un gruppo rock e un centro yoga. E pizzeria Italiano e granita – anche se si chiama Barrad ed è gialla come un semaforo ed è meglio non informarsi troppo sugli ingredienti. La mappa mostra anche un ristorante sull'acqua, come a Venezia, Qalaa. E un campionato di calcio, e parchi e palestre.

Vai in spiaggia al tramonto e ci sono questi bambini che fissano l'orizzonte e ti chiedono: com'è il mondo dall'altra parte dell'oceano? Ti dicono: ho undici anni e tre guerre.

E al Capital Mall troverai la PlayStation 5: costa $ 849 e nessuno può permetterselo. Capital Mall è legato alla famiglia Doghmush. Conosciuti anche come I Soprano di Gaza.

Gaza ha un governo e cinque città, con cinque autorità: Jabalia, Gaza City, Deir al-Balah, Khan Younis, Rafah – e così anche Hamas e Fatah. Ma all'inizio è diviso in 41 distretti. E ognuno di loro ha un comitato popolare che si occupa di litigi e controversie e li risolve con un compromesso. Senza interferenze da parte di giudici, polizia e avvocati. Ecco a cosa serve il regno hamulas, che solitamente dall'arabo si traduce con 'tribù', ma dovremmo piuttosto dire clan. Chiedi ai palestinesi cosa rappresenta meglio Gaza e ti mostreranno la patente di guida. Per rinnovare la patente devi pagare così tanta mancia che è più economico fare un nuovo esame di guida a Ramallah.

Gaza è divisa in 41 distretti. E ognuno di loro ha un comitato popolare che si occupa di litigi e controversie.

A Gaza tutto ha un significato. Ad esempio le fragole, che sono ovunque. L'intero nord è coltivato a fragole. Ma serve a poco in un ambiente di palme e sabbia. Richiedono molta acqua. E lavoro. Ma non hai alternative, spesso non hai altri semi, e gradualmente Israele ha sostituito le arance, rivali delle arance di Giaffa. A Gaza tutto ha una storia. Proprio dove la storia è scomparsa.

Archivio fotografico?

L'unico archivio era l'archivio fotografico di Kegham Djeghalian, che nel 1944 aprì il primo studio fotografico. Era un rifugiato, ma un rifugiato dal genocidio armeno. Dopo che la famiglia fuggì al Cairo nel 1967, rimase solo. Gli successe il suo assistente Marwan Tarazi.

Che ora giace sotto le rovine. Insieme a tutte le immagini presenti in queste pagine.

Non è rimasto niente.

- proprio annuncio -

Ultimi commenti:

Articoli Recenti

Il pianeta umano

SAGGIO: Cosa si nasconde realmente nel termine “antropocene” come termine per l’era in cui ci troviamo ora? L’Antropocene si riferisce ai molti modi in cui noi esseri umani abbiamo trasformato il mondo e lo abbiamo ricreato a nostra immagine. Ma c’è stata una discussione tra biologi, antropologi, geologi e altre discipline su cosa significhi effettivamente il termine.

Il desiderio, secondo Lacan, è impossibile da afferrare

PSICOLOGIA: Blaise Pascal fu una figura contraddittoria: fu uno dei matematici e scienziati più importanti di tutti i tempi, ma allo stesso tempo un cattolico piuttosto severo e dogmatico. Per dogmatico si intende principalmente il fatto che egli sottolineava una chiara distinzione tra fede e conoscenza. E chiediti: esiste una differenza tra la "verità dell'idiozia" e l'"idiozia della verità"?

La resistenza della NATO, un germoglio per SF e Orientering

PARTITO LAVORATORE: La forza trainante del movimento operaio ha manipolato la Norvegia obbligandola ad un matrimonio militare, politico ed economico con il blocco capitalista occidentale della NATO. Quali metodi ha utilizzato la leadership del Partito Laburista per ottenere la maggioranza e come è stata organizzata la prima opposizione? Sigurd Evensmo era redattore culturale dell'Arbeiderbladet quando furono annunciati i primi progressi della NATO. Quando il partito iscrisse la Norvegia all'alleanza nel 1949, lasciò la presidenza del redattore e si dimise dal partito laburista.

Il privato è politico

ATTIVISMO: Uno degli obiettivi principali del clero iraniano, dei politici e delle persone che sostengono il clero è quello di tenere le donne e tutto ciò che riguarda loro fuori dalla sfera pubblica. Ma la candidata al Premio Nobel Masih Alinejad sta dando voce alle donne oppresse dell’Iran attraverso i media sociali e globali. L'onestà, senza pretese, è una parte importante della vita e della scrittura di Alinejad.

Progresso nei tempi bui

FUTURO: Con crisi da tutte le parti, è diventato difficile affermare che il mondo sta andando avanti progressivamente. Nel suo nuovo libro Fortschritt und Regression, Rahel Jaeggi si attiene tuttavia all'idea di progresso. La società non mira a obiettivi intrinseci: risolvono principalmente i problemi, afferma.

Un rinnovamento della critica dell’ideologia

ALIENAZIONE: Questo piccolo libro di Rahel Jaeggi è stimolante e utile, in un'epoca in cui la critica dell'ideologia e l'ermeneutica del sospetto sono messe sotto pressione, tra l'altro da parte di persone che coltivano la “presenza” e la quotidianità. E se le nostre azioni e istituzioni si svuotassero di significato e andassero con il pilota automatico, verremmo percepiti come alienati?

Le basi biopolitiche della società moderna

FILOSOFIA: Un corpo immune è inteso come protetto contro gli invasori esterni. Ma come ha accennato Esposito, l’immunità biologica ha avuto anche un significato storico politico e militare.

Fare dell’UE gli «Stati Uniti d’Europa»

NATO/USA: Spesso i media sono inondati di dichiarazioni di “esperti” di think tank – direttamente sponsorizzati dall’industria militare – che chiedono più armi per l’Ucraina, ma senza rivelare il conflitto di interessi che devono affrontare a causa del finanziamento dell’industria degli armamenti. E ben l’85% di tutte le interviste, dichiarazioni e altri riferimenti ai think tank sono sponsorizzati dall’industria. La NATO non è solo una collaborazione militare, ma anche una rete di sub-organizzazioni intrecciate con gli interessi economici americani, da cui si cerca di rendere dipendenti sia i membri attuali che quelli futuri.

Ne ero completamente fuori

Tema: L'autore Hanne Ramsdal racconta qui cosa significa essere messi fuori combattimento e tornare di nuovo. Una commozione cerebrale provoca, tra le altre cose, che il cervello non è in grado di sopprimere impressioni ed emozioni.

Quando vuoi disciplinare silenziosamente la ricerca

PRIORITÀ: Molti di coloro che sollevano domande sulla legittimità delle guerre americane sembrano essere stati spinti fuori dalla ricerca e dalle istituzioni dei media. Un esempio qui è l'Institute for Peace Research (PRIO), che ha avuto ricercatori che storicamente sono stati critici nei confronti di qualsiasi guerra di aggressione, che è improbabile che appartenessero agli amici intimi delle armi nucleari.

La Spagna è uno stato terrorista?

SPAGNA: Il Paese riceve aspre critiche a livello internazionale per l'uso estensivo della tortura da parte della polizia e della Guardia Civile, che non viene mai perseguita. I ribelli del regime vengono incarcerati per sciocchezze. Le accuse e le obiezioni europee vengono ignorate.

C'è qualche motivo per tifare per il vaccino corona?

COVID19: Dal lato pubblico, non viene espresso alcun reale scetticismo sul vaccino corona: la vaccinazione è raccomandata e le persone sono positive sul vaccino. Ma l'adozione del vaccino si basa su una decisione informata o su una cieca speranza per una normale vita quotidiana?

I comandanti militari volevano spazzare via l'Unione Sovietica e la Cina, ma Kennedy si oppose

Militare: Consideriamo il pensiero militare strategico americano (SAC) dal 1950 ad oggi. La guerra economica sarà integrata da una guerra biologica?

Nostalgia

Bjørnboe: In questo saggio, la figlia maggiore di Jens Bjørneboe riflette su un lato psicologico meno noto di suo padre.

Arrestato e messo in isolamento per il blocco Y

BLOCCO Y: Cinque manifestanti sono stati portati via ieri, tra cui Ellen de Vibe, ex direttrice dell'agenzia di pianificazione e costruzione di Oslo. Allo stesso tempo, l'interno Y è finito in container.

Un ragazzo del coro perdonato, purificato e unto

Le pinze: L'industria finanziaria prende il controllo del pubblico norvegese.

Il nuovo film di Michael Moore: Critical to alternative energy

AmbientePer molti, le soluzioni di energia verde sono solo un nuovo modo per fare soldi, afferma il direttore Jeff Gibbs.

La pandemia creerà un nuovo ordine mondiale

Mike Davis: Secondo l'attivista e storico Mike Davis, ci sono fino a 400 tipi di coronavirus nei bacini selvatici, come tra i pipistrelli, che aspettano solo di infettare altri animali e persone.

Lo sciamano e l'ingegnere norvegese

COMUNITÀ: L'attesa di un paradiso libero dal progresso moderno si è trasformata nella storia del contrario, ma soprattutto Newtopia parla di due uomini molto diversi che si sostengono e si aiutano a vicenda quando la vita è più brutale.

Esposizione senza pelle

Anoressia: spudorata Lene Marie Fossen usa il proprio corpo tormentato come una tela per il dolore, il dolore e il desiderio nella sua serie di autoritratti – rilevanti sia nel film documentario Auto ritratto e nella mostra Gatekeeper.