Rolf Hiller
Rolf Hiller commenta il film norvegese durante i giorni del cinema nordico a Lubecca nel 1969. Dalla trasmissione di NRK Studio 69, disponibile su nrktv.no

Di merda culturalmente nel tuo nido


1 NOVEMBRE 1969: Osservazioni di Sigurd Evensmo

E-mail: singur@nytid.com
Pubblicato: 2019-11-01

Qualche settimana fa, "The Film Magazine" in TV ne aveva uno lungometraggio sui giorni del cinema nordico a Lubeccae il dipendente via email, ovviamente, hanno approfittato dello sforzo per ottenere alcune dichiarazioni dai tedeschi sulla qualità dei film norvegesi. Naturalmente? Sì certo. Perché questi tedeschi siano in grado di dire che il film norvegese è una schifezza, e un norvegese culturale dovrebbe lasciarsi andare qualche possibilità per ottenere questo tipo di testimonianze dall'estero e dall'entroterra? I professionisti tedeschi non hanno usato direttamente una parola così maleducata come quella menzionata - al contrario, hanno coltivato e quasi gentilmente hanno detto che non siamo abbastanza bravi. C'è un punto non insignificante proprio lì. Se avessero detto merda, il pubblico televisivo avrebbe potuto essere un po 'turbato sulle sedie e se non avesse alzato il busto, almeno si chiedevano a se stessi e agli altri che tipo di parole erano giudici forti e quante ne avevano effettivamente viste del ca. 250 lungometraggi realizzati in Norvegia. Ma con la sua forma coltivata, la caratteristica tedesca potrebbe scivolare liberamente nella maggior parte dei norvegesi, perché in questo paese è stata a lungo sviluppata una suscettibilità di vecchia data ai giudizi schiaccianti della cultura norvegese.

Questo può essere detto più breve e più chiaro: in un paese in cui i critici e altri operatori culturali hanno reso un'abitudine divertente sciare nei propri nidi, tolleriamo anche rumori occasionali dall'esterno. Sì, portali a casa.

Quando faccio uscire il piccolo episodio TV in "The Movie Magazine", è perché rientra in uno schema più ampio. Le sue origini risalgono all'epoca danese e la tradizione è sopravvissuta sia al 1814 che al 1905 e ad ogni tipo di autoaffermazione nazionale. Ma quasi mai prima d'ora questa peculiarità è emersa tanto bruscamente e negativamente nei suoi effetti come nel periodo successivo alla seconda guerra mondiale.

Tipicamente, questo vale soprattutto per l'inferiorità norvegese nei confronti tra la propria vita culturale (se si osa usare una parola del genere) e le condizioni in Svezia e Danimarca. Che si tratti di letteratura, cinema, teatro o altre arti, per un quarto di secolo siamo rimasti colpiti dall'idea che la Norvegia non è solo generalmente in ritardo, ma è quasi come un carjol sull'autostrada culturale svedese e danese. Sono i nostri critici culturali nazionali che si sono occupati di questo compito, instancabili nel martellare anno dopo anno. Cosa dobbiamo fare! Contro la lussuria della Svezia, contro il modernismo di ...

Abbonamento NOK 195 / trimestre

Caro lettore. Hai già letto i 4 articoli gratuiti del mese. Che ne dici di supportare i TEMPI MODERNI disegnando una corsa online Abbonamento per libero accesso a tutti gli articoli?


Lascia un commento

(Usiamo Akismet per ridurre lo spam.)