Don Lowe
Don Lowe

L'eco-anarchico dell'idra greca: essere in grado di uscire dalla nostra vita quotidiana occidentale


RITRATTO: Puoi vivere oggi una vita in cui canti fino all'alba e balli al tramonto? Secondo Don Lowe, tutti i greci sono anarchici in fondo.

Redattore responsabile di MODERN TIMES.
E-mail: truls@nytid.no
Pubblicato: 5 settembre 2020

Qual è l'isola greca? Idra, che ha attratto personalità come Leonard Cohen, Axel Jensen e Marianne Ihlen? MODERN TIMES è andato lì e ha incontrato il residente britannico che ha vissuto lì più a lungo, Don Lowe. È venuto qui a 27 anni ed è rimasto. L'amico di lunga data di Cohen e Ihlen ha ora più di 80 anni e ha scritto un centinaio di libri su una macchina da scrivere manuale. Don - in realtà "Donald" - è diverso dalla maggior parte, e l'esatto opposto di un certo omonimo.

La democrazia sta per cadere

Recentemente, la vita su Hydra è stata raccontata nel documentario di Nick Broomfield Marianne & Leonard: Words of Love (vedi NRK e nytid.no) sul periodo degli anni '1960 e '70 - con uno sguardo indietro a oggi. E Hydra è anche rilevante nel bestseller di quest'anno Un teatro per sognatori di Polly Samson (vedi pagina 55).

I Axel (2019) av Torgrim Eggen Si dice che il film di Hollywood Beauty on Hydra (Boy on a Dolphin, 1957) - il debutto cinematografico internazionale di Sophia Loren su questa bellissima isola greca, abbia ispirato molti a viaggiare qui. L'uovo descrive il periodo Hydra dal 1957 al 1962, quindi Axel Jensen og Marianne Ihlen sono andato qui - dopo che il libro di Jensen Ikaros (1957) ha dato abbastanza soldi per il viaggio. Anche l'editore Henrik Groth di Cappelen è stato generoso con un anticipo sul libro successivo, e alla fine anche con un contributo a Ihlen.

Axel Jensen sullo sfondo e la coppia Greene.

Diversi norvegesi hanno compiuto il pellegrinaggio a Hydra, compreso il sottoscritto. Oltre 30 anni fa, eravamo tre ex studenti che hanno viaggiato qui ad aprile, dove abbiamo incontrato anche l'anziano scrittore norvegese Felix Thoresen. È venuto qui dopo "essere stato ospite del principe del Nepal", come ha detto. Un ragazzo eccentrico e dibattuto che ha insegnato a noi giovani tamburellando con le dita storte sui nostri orologi da polso - per il momento volevamo solo capire con il tempo. Sì, i greci distinguono tra "kairos" e "kronos". E una notte Thoresen gridò in un bar quando si alzò e lo sgabello si ribaltò, improvvisamente agitato dalla nostra discussione sul socialismo: "La democrazia sta per cadere! Lunga vita all'aristocrazia! "

Diventare 80 è stato come "sfogliare una pagina del libro della vita".

Qui a Hydra, Don (conosceva anche Thoresen) oggi si riferisce alla Grecia sia come l'inizio che come la fine della democrazia e della nostra civiltà occidentale. Dall'esilio dell'inglese, il disgusto è evidente per l'uso costante da parte della "civiltà" di immagini nemiche, guerre e politiche ciniche di sfruttamento da parte dello stato e del capitale. Dai suoi libri troviamo le caratteristiche dell'Occidente come "sifilide": leader bianchi che, dai loro ruoli potenti, "liberano la loro rabbia. Non come selvaggi, questa volta, ma come barbari civilizzati. La nuova logica che chiamo il mondo della sifilide: un cancro tropicale. Intendo una logica politica. Di ciò che la civiltà è diventata e che è ancora ».

Le donne

Tra questi giovani ventenni all'Hydra intorno agli anni '1960, ce ne furono molti che si ritrovarono e si persero l'un l'altro, tra cui Leonard e Marianne. E mentre Cohen era in viaggio, Don è intervenuto con Marianne a modo suo - così il piccolo Axel ha chiesto a sua madre se poteva sposare Don altrettanto bene. Ebbene, lei ha risposto che era "sposato", quindi non ha funzionato. Don era allora con una donna greca, che in seguito lo lasciò e portò la figlia ad Atene. La sua prima convivente - una donna americana che originariamente lo aveva portato a Hydra - era precedentemente tornata negli Stati Uniti con il figlio.

Chiedo a Don del ruolo di Marianne tra tutti questi artisti e intellettuali più o meno talentuosi: come ha fatto? Risponde che lei era prima di tutto la loro musa ispiratrice: “Marianne non era un'intellettuale, ma alla fine lo divenne. Le donne hanno un'affascinante capacità di fare molte cose contemporaneamente. Avere figli è l'ultima creazione. Altri mettono i loro talenti nello scrivere libri ".

Ce lo dice, perché sono seduto a casa sua, dove vengo presentata dalla figliastra di Marianne Eva Stang e da sua figlia Andrea.

Don continua a parlare del complicato rapporto degli artisti Hydra con le donne. Riproduce un episodio in cui Ihlen torna 30 anni dopo. Casualmente arriva anche Cohen, che non l'aveva vista in tutti questi anni. Quando Don lo incontra per strada, ricorda a Cohen di Marianne, dopodiché Cohen si ferma sorpreso, ci pensa e risponde: "Penso di poterlo gestire ..." Come sarebbe incontrare di nuovo il suo primo amore?

C'è sempre una o più donne dietro questi uomini mitizzati? E Don mi ha guardato mentre giravamo per casa quando ci ha detto che con la fama di Cohen, le donne continuavano a venire a cercare il musicista qui a Hydra, e quando Cohen ha smesso di venire, è stata una grande opportunità per lui prendersi cura di loro. ...

Leonard Cohen (Foto per Lowe)

Allo stesso tempo: “Potrei essere quello che conosce Leonard da più tempo come amico. È un grande poeta. Lo conoscevo molto bene e ci rispettavamo come fratelli. Ma non ero un grande fan di lui, perché vivevo a modo mio ".

"LC", come lui chiama Cohen. Entrambi amavano le donne, ma entrambi scelsero una sorta di vita monastica per molti anni, poiché un anziano Cohen trascorse diversi anni in un convento. Ma Don ha anche vissuto 14 anni di celibato qui sull'isola: doveva trovare qualcosa di profondo in se stesso. Ed era impegnativo, soprattutto dopo essere stato abbandonato da una donna.

L'amore di Lowe probabilmente va più in profondità dell'essere una donna seduttrice. Come ha detto, dopo diversi anni solitari e duri, senza soldi, è diventato senza casa e affamato, quasi religioso - ha trovato l'amore per la vita, per tutti quelli che incontrava. Questo carisma era chiaramente evidente, qui ci siamo seduti, o come la sera prima, dove è passato a tavola ed è stato invitato.

Bisogna allora perdersi per ritrovare quasi se stessi Ibsensk? Non credo che Don abbia trovato Dio, ma piuttosto un amore panteistico, per tutto e per tutti. Anche gli animali che lo visitano costantemente, o le vecchie mogli vestite di nero che lo abbracciano.

Pace e immagini nemiche

Don era un ribelle fin dalla giovane età, secondo i suoi stessi libri. Uno che si sentiva più vicino a loro in fondo. Uno che ha scelto la sua esclusione. È partito a 17 anni, ha girato il mondo due volte come marinaio. Poi ha trivellato il petrolio nel deserto libico. Ha visto la maggior parte delle cose.

La cosa interessante di Don è che si è davvero lasciato alle spalle le lotte ei conflitti del mondo occidentale. Ma anche che è riuscito senza un editore che manda soldi - come Axel Jensen - o una famiglia da cui tornare a casa: "Sono sempre riuscito a trovare cibo nel mare, e so dove crescono le erbe in montagna qui, o dove sono i mandorli. Non ho bisogno di così tanto ... solo della carta e del nastro per macchina da scrivere. "

Alla fine si stabilì qui su Hydra in un pozzo fatiscente che ha riabilitato dai rottami che ha trovato e con un po 'di soldi è riuscito a risparmiare. In cima all'anfiteatro rotondo di case imbiancate a calce di Hydra, guardiamo dal fianco della montagna verso il mare scintillante con la terraferma in lontananza. Questo è esattamente dove un tempo viveva Edit Piaf, secondo Don. La casetta spartana non ha ancora né acqua corrente né elettricità. Prende l'acqua da un pozzo a una certa distanza. Il silenzio è palpabile, interrotto solo dagli ululati di alcuni packer, cani che abbaiano o ronzii di api. Se non il suono improvviso dell'arpa di un vicino.

Il volto felice del ragazzo di oltre 80 anni parla della natura e della bellezza della vita. E non ultimo il valore della buona salute; anche lui nuota ogni singolo giorno. Durante i periodi senza soldi, si guadagnava da vivere tuffandosi per i calamari.

“Non pensare che un genio sia felice. Sii grato di non essere niente ".

Le due stanze sono gremite di piccole cose che ha raccolto che testimoniano una lunga vita qui sull'isola. Come le fotografie sui muri [vedi foto]. Don ha anche una dependance dove hanno vissuto molti ospiti, il che ha suscitato innumerevoli conversazioni sulla vita. Qui sei lontano da una frenetica vita quotidiana.

Secondo Don, la democrazia originaria è stata distrutta dal "White West". La sua versione è che la nostra civiltà è distrutta da un'intensa attenzione alle bombe e agli argini, proprio come disse una volta Jens Bjørneboe (vedi anche la sezione centrale). Per Don, la voglia di odiare e creare immagini di nemici è la più "bestiale". Sottolinea nella conversazione con Henry Miller - la guerra contro il tuo vicino o vicino dovrebbe essere antiquata: "Idee come le contraddizioni tra persone buone e cattive, giuste e sbagliate, lui o me, amico o nemico ...". Don aggiunge che se cambi l'uniforme del soldato o metti tutti i corpi nudi nella stessa tomba, non vedi alcuna differenza.

Sì, comprendiamo davvero in quale unzione ci troviamo?

Don descrive l'ospitalità dei greci, come le persone che si sentono diverse si sentono benvenute qui a Hydra. Anche gli ospiti con ambizioni autoriali, musicisti e artisti, vengono accolti annuendo dal sindaco dell'isola, il prete in un lungo mantello nero, il capo della polizia e il medico, tutti seduti insieme a un tavolo del porto, dove possono avere un ouzo - il "comitato di benvenuto", come li chiama Don . Ma non meno importante, in modo che non si elevino al di sopra delle persone - come un autoritario "Io sono il capo della polizia!".

Don illustra la mentalità veramente democratica greca raccontando di quando Alexis Tsipras come primo ministro della "piccola" Grecia è andato a Bruxelles, capitale dell'UE. Ha chiesto conversazioni aperte e sincere con Angela Merkel e David Cameron. Ebbene, il greco non ha ritenuto necessario mettersi una cravatta come gli altri, ed è stato considerato un piccoletto su un ciclomotore - che non ha giocato nel gioco. Secondo Don.

Per cantare fino all'alba

Dopo che il suo compagno di vita americano ha portato il giovane Don a Hydra, non è mai stato in grado di lasciare questo paradiso. Quando è tornata a casa con il loro figlio di otto mesi, ha promesso di tornare. Ma senza l'acqua, come diceva Don, non è mai successo… E Don non rinuncia alla libertà che ha trovato su Hydra, vive la vita, "canta all'alba, balla al tramonto". Non sarebbe mai tornato in Inghilterra, non sarebbe stato governato dalle autorità, avrebbe avuto una vita quotidiana stressante e convenzionale o avrebbe vissuto con l'aggressione che ha visto in Occidente.

Ma ha imparato molto da lei, la donna americana, come descritto nel libro Becoming 80, il libro con tutti i flashback, nel capitolo "Love and War". Ha lasciato la sua patria per vivere in Grecia: “Il paradiso, ha detto, è qui e ora! L'equilibrio umano è essenziale, corpo e anima ". Don scrive dei suoi interessi all'Hydra: «Disegno, pittura, scrittura, poesia, ceramica, scultura, danza, yoga, immaginazione attiva, interpretazione dei sogni sedentari, studio dei miti classici e moderni di tutta l'umanità, lavoro sperimentale - fare qualcosa di fisico insieme di solo parlare. Per lei tutto questo faceva ormai parte di nuove esperienze. Invece di "perdere la vita" nel mondo occidentale, era essenziale tornare alla natura e fuggire dalla società dei consumi ".

Marianne e Lonard

Nella conversazione, Don tocca la sua espressione "le donne devono imparare ancora una volta a correre con i lupi", cioè a connettersi alle qualità selvagge, sane e visionarie della propria anima istintiva - nel senso del naturale. Questa donna americana, senza nome, una volta teneva dei seminari a Hydra: un gruppo di donne poteva stare a quattro zampe per molto tempo, per connettersi con la loro natura animale. La interpreta come segue: “Le donne sono la terra. In misura maggiore o minore, le donne hanno bisogno di onorare e curare i loro corpi tanto abusati, in modo che ora possano essere in grado di guarire gli uomini che danneggiano e abusano del pianeta ".

Ma poi Don sposta immediatamente la prospettiva dall'amore alla guerra nello stesso capitolo: "Ripercorro di nuovo qui i miei giornali balcanici, la mia raccolta di immagini oltraggiose dei bombardamenti NATO durante la guerra in Jugoslavia negli anni '90 - di cui ho scritto molto prima. Una clip cade a terra, mostrando l'immagine di un convoglio distrutto bombardato a grappolo di contadini in fuga dal "desmos bombardato" della NATO, come lo chiamerebbero i greci ". Don scrive anche dell'immagine di un vecchio vestito di stracci, sanguinante. Una donna con le braccia alzate, dove sta con il viso confuso, in piedi piangendo contro il suo Dio. Descrive dalla raccolta di immagini le creature locali "come pecore e bovini, cani e capre - dove giacciono morti o feriti".

Poi scrivere del contadino da solo e sotto shock, raffigurato su un trattore bruciato mentre quasi urlava: "Dove sei?" Don conclude il capitolo come segue: "Le lacrime salgono, caro lettore, quando vedo di nuovo lui e lo stato del mondo. Le lacrime scorrono. Dopo un po ', la visione è completamente accecata ".

Marianne Ihlen, Dedizione.

Persone terribili

Stiamo parlando di come qualcuno si intossica al potere, quando Don racconta della volta in cui il norvegese Bjørn Saastad qui a Hydra gli ha mostrato una sua foto giovanile con Jens Stoltenberg, con l'ingenuità o "innocenza" che tale immagine potrebbe esprimere. Don poi menziona di aver sentito parlare recentemente Stoltenberg alla radio come capo della NATO: "Ho sentito che questo giovane era diventato primo ministro, ma non sapevo molto di lui. Ma quando è diventato Segretario generale della NATO ... »

Don descrive i predecessori olandesi e successivamente danesi di Stoltenberg come persone terribili. Aveva pensato che il norvegese potesse quindi rappresentare una leadership significativa. La delusione è arrivata: «#NATO ovviamente non ha voluto scegliere una cosa del genere. Il discorso di Stoltenberg è stato quasi incredibile. È diventato un clown in questa situazione, parlando come la loro bambola - in un inglese scadente. Questo è vergognoso per la Norvegia. Ebbene, non chiedono una nuova Guerra Fredda, ma sono felici di inviare 400 nuove truppe nei quartieri russi ".

Suggerisce quali pretesti le persone usano per uccidere, come farlo in nome di Dio. Usare le armi per creare la pace? Don pensa che possiamo ancora provare a combattere i demoni, ma quando incontri la pura stupidità, sei completamente impotente.

Lowe e Ihlen

Sì, come venivano generalmente percepiti i norvegesi qui a Hydra? 'Alcuni di loro hanno dipinto. Ma si sono davvero lasciati andare completamente, come puoi qui sull'isola? Non proprio. Non si sono stabiliti qui. Non avrei mai pensato che questo sarebbe stato il centro della vita per loro ", dice Don.

Ebbene, alcuni sono tornati a casa, altri più lontano nel mondo. Alcuni hanno scoperto l'LSD, altri sono finiti in un istituto. Don aggiunge: "Non capisco perché i norvegesi bevono così tanto - preferibilmente tre giorni di fila, così possono girovagare qui ubriachi impotenti? Sembra una pressione che deve essere rilasciata. E lo stesso con altri farmaci. Ma non ne hai bisogno! "

"Il discorso di Stoltenberg è stato quasi incredibile."

Don non deve precipitarsi nella droga, dice, è eccitato per essere qui. Dice che ora ha scritto 100 libri, e forse l'ultimo stava per compiere 80 anni con il sottotitolo "Looking Back, Forward + Sideways Down-Under + Up-Above on Turning Eighty on a Greek Island". Ho ricevuto una delle dieci copie che aveva copiato. Capitoli come "Love", "Kids", "Some men are islands", "Growing Old", "The Wisdom of the Heart", "Syphilization", "The Rebel", "On War", "On Madness", «Guerra e pace nei Balcani» e «Dall'arte o dalla rivoluzione». Gran parte del libro parla di incontri con le persone.

Compiere 80 anni è stato come "sfogliare una pagina del libro della vita". Come una volta Felix ci disse dei giovani visitatori, Don dice che "la sua esistenza, l'esistenza di tutte le cose, non è affatto misurata dal tempo". Ciò che conta è come ti senti e che la tua salute dura. Sì, nuota ancora ogni singola mattina, scrivendo fino a mezzogiorno. Scende al porto, scende i mille gradini, controlla se ci sono nuovi arrivati ​​sul traghetto quotidiano.

"Il tempo non è denaro", scrive, "avrebbe dovuto essere scoperto molto tempo fa e non puoi né controllare né possedere il tempo. Allora perché non godertelo, ogni minuto, e dimenticare il resto? "

Eco-anarchico

Allora, chi ho incontrato realmente, una specie di eco-anarchico? Don menziona qualcosa: “Qualcuno mi ha detto che tutti i greci in fondo sono anarchici. Una storia errante recita anche quanto segue: Quando Dio creò il mondo, si dice che avesse una manciata di pietre rimaste. Gettandoli in mare, disse: "Io chiamo questa Grecia!" "

I libri oi suoi "raccoglitori A4" di Hydra non sono stati pubblicati, sebbene ci abbia provato. Ma una trasmissione radiofonica di un'opera teatrale è stata completata. Qualcuno una volta ha chiesto i diritti del film.

Sono le piccole cose che contano nella vita, scrive Don. “Non pensare che un genio sia felice. Sii grato di non essere niente: vai oltre con un sorriso a tutti ". Si "innamora ancora e ancora" e ci chiede di perdonare i nostri genitori per averci portato "in questo mondo" incasinato "di guerra, fame e disuguaglianza".

Don si sente come un sessantenne e pensa di poter avere 60 anni finché dura la sua salute. Si sente cittadino del mondo. Se non hai raggiunto la pace nella tua anima, non puoi raggiungere la pace a livello internazionale, non importa quanto ci provi. No, la pace non si raggiunge con le armi, avremmo dovuto capirlo molto tempo fa, rispondo.

Lasciatemi concludere qui con il promemoria di Don nel capitolo "Lasciarsi andare" dagli 80 anni: "Non puoi portare nulla con te quando finalmente lasci la tua presenza corporea nel mondo. Nemmeno quelli che ami profondamente. "

MODERN TIMES ha pubblicato il «video scolastico» di Stang Tank-Nielsen Robinson Non proprio crocifisso dove, tra l'altro, si è svolta questa intervista.
Se vimeo.com / 452564207

Abbonamento NOK 195 quarti