Ordina qui l'edizione estiva

Nyorientering

(QUESTO ARTICOLO È MACCHINA TRADOTTO da Google dal norvegese)

Nelle ultime settimane, la temperatura e il polso in redazione sono stati parecchi gradi sopra la media. Quando la prima edizione di Ny Tid in una nuova veste e con nuovi proprietari viene venduta oggi nei negozi di tutto il paese, ci siamo lasciati alle spalle uno storico tiro alla fune nella storia dei media norvegesi. Per alcuni è apparsa come la battaglia per l'anima della sinistra. Nel corso del tempo, la battaglia si è rivelata più chiaramente una battaglia generazionale. E come mi ha detto blandamente l'altro giorno il direttore di cultura di un importante quotidiano: Nei conflitti generazionali, non c'è mai alcun dubbio su chi ha ragione... Qui in casa, siamo comunque felici che il colpo di stato dei "giovani" Orientering dopo il numero di prova nel dicembre 1952, tanto che Sigurd Evensmo divenne direttore del primo numero ordinario il 19 febbraio 1953.

Da quando si è saputo che l'editore Damm avrebbe rilevato Ny Tid, alcuni anziani SV hanno condotto una campagna contro il processo. Hanno parlato di capitalismo, ma hanno infranto le vecchie linee di divisione quando si sono organizzati trasversalmente nei partiti di sinistra per fermare l'acquisizione. Senza mettere alcuna opzione reale sul tavolo. Ma come scriveva Evensmo al n° 1/53: Un'opposizione politica che non ha altro da dire che un "no!" di solito avrà una vita breve.

La controversia riguardava il diritto di trasmettere l'eredità da Orientering. Gli oppositori che hanno più familiarità con gli imbrogli finanziari di noi hanno creato società a responsabilità limitata con lo stesso nome e lunedì hanno detto che vogliono dirottare il nome Orientering da noi a Ny Tid. Non possiamo fermare l'AS. Ma nessuno dovrebbe avere dubbi su chi continui l'eredità di Sigurd Evensmo, Karl Evang, Georg Johannessen e Finn Gustavsen. Noi che lavoriamo a Ny Tid siamo orgogliosi di continuare a lavorare nella linea ininterrotta da Orientering.

Lo segnaliamo su queste pagine, tra l'altro con una rubrica fissa dove stampiamo i classici della storia del giornale. Questa volta è Johan Borgen a rappresentare l'eredità. Il testo da Orientering 1965 è accompagnato da un nuovo ritratto dell'autore. A lui seguiranno molti altri. Sono felice di presentarvi l'illustratore Manuele Fiore come nuovo Orienteringcaratteristiche. È stato nominato da altri media come uno dei nostri giovani fumettisti più entusiasmanti. Per noi è un impiegato gradito che eleva i buoni articoli e diffonde il colore in una vita quotidiana ricca di testi. In queste pagine apporrà la sua fresca impronta su testi sia pesanti che leggeri, nuovi e vecchi.

Con la presente confesso gli obiettivi espressi da Sigurd Evensmo quando è diventato direttore di Orientering, e augura in queste pagine di stimolare i tanti ad un nuovo, libero e audace scambio di opinioni. E come gli editori nella prima edizione di Orientering ha scritto nella sua dichiarazione programmatica: Pensiamo che ci siano molte persone che vorrebbero un giornale che, svincolato da considerazioni di partito e di prestigio, discuterà le questioni scottanti del tempo. Siete qui invitati a Orientering. E nuovoorientering.

Potrebbe piacerti anche