Un sacco di Moore, una piccola risata e una grande dose di serietà

Come può uno scrittore e regista di sinistra diventare così popolare in America?

(Tradotto da Norwegian di Google Gtranslate)

Michael Moore è famoso negli Stati Uniti e sta per raggiungere un pubblico norvegese con le sue pungenti critiche sociali in "Bowling for Columbine" che ora sta per andare al cinema. Ma che cos'è? Attivista politico? Giornalista o umorista? E come può uno scrittore e regista radicale di sinistra diventare così popolare in America?

Michael Moore non è leggero. Cioè: è corpulento. Un figlio illegittimo di McDonalds, come lo vede lui stesso. Se non è spazzatura bianca, non è nemmeno lontana. Ed è il suo stile di vita quello che più teme, non un tentativo di omicidio da parte dell'estrema destra o dei membri della National Rifle Association, anche se si potrebbe pensare il contrario dopo aver visto il suo ultimo documentario Bowling for Columbine.

Il film è una resa dei conti furiosa con la cultura americana delle armi e la propensione americana per l'aggressione, anche la politica estera – dove il regista usa un trucco o due, prende alcune scorciatoie giornalistiche, ma ancora, o forse solo perché, atterra con entrambe le gambe saldamente piantate in un mercato di massa americano dove molti amano la sua satira pungente e il giornalismo semi-assurdo di revolver.

Il che di per sé affascina continuamente gli Stati Uniti per molti sembrano essere tutt'altro che un paradiso per i radicali di sinistra. Anche i critici norvegesi hanno messo il loro amore su di lui. I cinque e i sei erano liberi quando il film è stato presentato in anteprima lo scorso fine settimana.

Un po 'di risate, tanta serietà

- annuncio pubblicitario -

Lo stile in Bowling for Columbine è una caratteristica di Moore: un po 'di risate, molta serietà, molto Moore, i deboli possono parlare liberamente, i potenti vengono messi al muro quando Moore si fa bardare con le sue domande conflittuali.

Ma soprattutto, affronta questioni controverse. Dirige i riflettori su di loro e riesce a creare film che le persone vogliono vedere fuori dagli argomenti seri.

Nelle interviste, sottolinea che vuole fare film divertenti oltre a prendere di mira stupidi uomini bianchi, le grandi compagnie americane o le armi.

Qui differisce dalla solita faccia anteriore della sinistra. Nelle sue stesse parole su altri documentaristi dell'opposizione: "Chi vuole mangiare popcorn a quello?"

La tragedia di Littleton

Bowling for Columbine è basato sul film drammatico alla Columbine High School di Littleton, dove due ragazzi uccisero 12 compagni di classe, un insegnante e se stesso.

Moore si chiede come sia potuto accadere e sbuffa alle persone che fanno notare "i soliti sospetti": rock aggressivo (in questo caso Marilyn Manson), videogiochi violenti e cattivi genitori.

Invece, pone la domanda retorica se il bowling possa avere qualcosa a che fare con il caso. I due assassini sono stati visti nella pista da bowling da diversi testimoni la mattina il giorno in cui hanno commesso il crimine (da cui il titolo). Va da Marilyn Manson e chiede quale sia la sua reazione (Manson appare effettivamente come uno degli intervistati più sensati in questo film).

E scopre che no, probabilmente non è colpa di Manson. (non bowling, ovviamente) Né per il massacro di Columbine, né per la questione più generale che è il vero tema del film: come può essere che l'America abbia tanti più omicidi di altri paesi?

La cultura della paura

Non trova una risposta univoca, ma suggerisce qualcosa del genere: la classe media americana è terrorizzata (specialmente dai neri), una paura alimentata dalla filosofia dei media "Se sanguina, allora guida".

"Prima di poter fare qualcosa per questo problema culturale, e pensare più come in Canada (che ha tante armi, ma una frazione degli omicidi), dobbiamo riporre le armi", ha detto al Guardian. In altre parole, una richiesta per un controllo più rigoroso delle armi.

I più venduti

Bowling for Columbine è diventato il documentario più visto da molti anni negli Stati Uniti. Il suo ultimo libro, Stupidi uomini bianchi ... E altre scuse scuse per lo stato della nazione, è stato nelle liste dei bestseller per nove mesi ed è il libro di saggistica più venduto dopo l'11 settembre, nonostante il fatto che l'editore volesse ritirarlo ancor prima che arrivasse in negozio. (La prima edizione di 50 copie è stata stampata il 000 settembre 10.)

Tuttavia, il giornalista clandestino Moore ha rotto la barriera del suono già nel 1989. Poi ha debuttato con il lungometraggio documentario Roger e io.

Il film parla della città natale di Moore, Flint, l'incontro del Michigan con il cinismo del grande business.

Il filo conduttore del film è la caccia a Roger Smith. Il capo della gigantesca compagnia General Motors (GM), che aveva chiuso lo stabilimento di Flint, per spostare la produzione nel paese a basso costo del Messico. Naturalmente, la chiusura ha avuto conseguenze disastrose per la comunità locale: la disoccupazione è salita alle stelle, e con essa la criminalità e altri problemi sociali.

Questo è ciò con cui Moore vuole confrontarsi con Roger Smith, ma parlare con il capo della GM si rivela complicato. La caccia passa attraverso i club di golf e tennis dei ricchi sobborghi, ma senza successo. Alla fine, riesce ancora a parlare con il ragazzo di una squadra festosa nel gruppo GM.

In televisione

Incredibile, direbbero alcuni, ma Roger e io era amato sia dalla stampa che dal pubblico, e alla fine a Moore fu offerto un lavoro in TV. Dopo un po ', ha accettato l'offerta: il risultato è stato la serie della BBC TV Nation, e più tardi La terribile verità (la serie va in onda sulla televisione svedese ogni venerdì).

Entrambe le serie hanno vinto gli Emmy Awards, quindici in tutto, e hanno fornito alcuni momenti televisivi memorabili:

Un famoso attore nero e un violento criminale bianco cercano di lodarsi a vicenda per il taxi per strada a New York. Indovina chi ci riesce.

Moore contrabbanda persone attraverso il confine dal Canada, come se fossero messicani in viaggio attraverso il confine meridionale degli Stati Uniti.

TV Nation assume un lobbista a Washington per vedere quanta democrazia può essere acquistata per $ 5.

Un coro ossessionato dai cantanti gay canta "Nella strada dove vivi" davanti alla villa del senatore omofobo Jesse Helms.

Anche finzione

In mezzo a tutto questo è anche riuscito a realizzare un lungometraggio (Canadian Bacon) e iniziare il suo primo libro: Ridimensiona questo! Minacce casuali da un americano disarmato dove i licenziamenti di massa nell'industria americana sono di nuovo l'argomento. Durante il tour di lancio, ha portato con sé un team di telecamere e ha realizzato Quello grande una cavalcata di abusi di potere da parte delle grandi compagnie, sia sotto forma di licenziamenti, sia sotto forma di rifiuto delle persone di organizzarsi.

A un certo punto, Moore sperimenta persino che le persone sul pavimento non vogliono venire ad ascoltare la sua conferenza. La leadership ha paura che li ispiri a resistere.

Poi Moore ha scritto Avventure in una nazione televisiva su come è nata la sua serie TV, e Stupidi uomini bianchi ... che è in cima alle liste dei bestseller per molto tempo, prima Bowling for Columbine è arrivato l'anno scorso.

Il sogno americano

È una specie di versione del sogno americano. Il padre di Moore lavorava in una fabbrica e lo stesso Moore abbandonò la scuola superiore. Tuttavia, è un successo e il successo può probabilmente essere attribuito principalmente alla forma.

Era così popolare, e così impopolari erano le sue opinioni politiche che diversi canali televisivi che mostravano i programmi televisivi di Moore alla fine li nascosero in tempi di trasmissione pessimi, mentre il giornalismo revolver e l'umorismo avevano libero sfogo in altri programmi, ma ora senza il messaggio politico.

Ma nonostante la popolarità, la forma ha i suoi punti deboli. Bowling for Columbine è sconclusionato e non sempre così coerente. Gioca sulle emozioni, almeno quanto sugli argomenti. La drammaturgia simile a un collage lavora per mettere un tema all'ordine del giorno e promuovere un messaggio politico, ma questo tipo di documentario non ti rende molto più saggio. (Moore presenta in chiave retorica le statistiche degli omicidi in numeri assoluti, non in relazione alla popolazione, il che fa sembrare la differenza più grande di quanto non sia in realtà.)

No Einstein

Il peso intellettuale è minore di quello corporeo, ma questo è anche il significato e forse parte della spiegazione del perché Moore colpisce un grande mercato con la sua critica sociale. Noam Chomsky e John Pilger non sono in colpa, sebbene condividano gran parte del pensiero e del desiderio ardente di scoprire i doppi standard che si celano dietro le nostre democrazie occidentali e mostrare quanto sia diffuso l'abuso di potere tra le élite.

Il livello di precisione è più basso in Moore, e i film a volte sono caratterizzati da spiegazioni poco convinte che sembrano un po 'speculative. Un esempio da Bowling for Columbine: Verso la fine del film, Moore registra un altro omicidio scolastico. Questa volta nella sua città natale. Un bambino di sei anni ha sparato e ucciso una bambina di sei anni con una pistola trovata nello zio. Il ragazzo è finito con lo zio perché sua madre è stata costretta a lavorare in un programma di assistenza sociale in un centro commerciale a un'ora e mezza di autobus da suo figlio e da casa. Moore deve ritenere qualcuno responsabile e indossa tutti i panni per affrontare il proprietario del negozio in cui lavora la madre di suo figlio.

Il difficile equilibrio

Questo forse illustra qualcosa di importante. L'equilibrio tra raggiungere molti e avere un alto livello argomentativo è un esercizio difficile. Con umorismo e serietà in parti uguali, Moore gestisce il primo, ma non proprio il secondo. Pilger e Chomsky gestiscono il primo, ma non il secondo.

Moore è un uomo per il suo cappello: un berretto da baseball, che insieme al resto del costume a basso budget conferisce al regista, scrittore e giornalista un personaggio della classe operaia.

Un tocco che non è casuale, perché l'uomo ha un background di classe operaia e si schiera sempre dalla parte dei deboli nei suoi film, libri e serie TV.

Tuttavia, è diventato un maestro della sua attività critica. La domanda è se può vedere abbastanza chiaramente la sofferenza della sottoclasse dalla sua splendida residenza di New York – se ha ancora l'integrità come difensore dei deboli.

Lui stesso la pensa così e si arrabbia sinceramente quando si trova di fronte a questo tipo di critiche: “Chi mi critica non è gente della classe operaia. Nessuno della classe operaia dovrebbe invidiarmi per i miei progressi. Se vieni dalla classe operaia e uno di noi se ne va, e fa bene, è come se si levasse un applauso: Sì! Un altro che è scappato! La prossima volta tocca a me ", ha detto al quotidiano di Chicago The Onion.

Apriporta

La condotta popolare potrebbe anche aver aperto alcune porte a Moore.

Almeno crea contrasti interessanti quando incontra persone al potere. Il mezzo sciatto Moore e una persona al potere ben vestita. Mentre raggiunge verso la fine di Bowling for Columbine ottiene un'intervista con Charlton Heston, l'ex attore che ora è un portavoce della National Rifle Association.

Un'intervista che finisce come a volte fa per Moore. L'intervistato si ritira dalla situazione e viene preso in giro perché non può rispondere da solo.

Batte. Difficile! Ma quanto bene colpisce?

Potrebbe piacerti ancheRELAZIONATO
Consigliato

Un cluster agricolo – un complesso industriale all'avanguardia

PAZZO: Il problema è l'accesso al cibo. Tutti devono mangiare per vivere. Se vogliamo mangiare, dobbiamo comprare. Per acquistare dobbiamo lavorare. Mangiamo, digeriamo e cagiamo.

La dittatura della virtù

CINA: Il Partito comunista cinese si vanta oggi di essere in grado di riconoscere uno qualsiasi degli 1.4 miliardi di cittadini del paese in pochi secondi. L'Europa deve trovare alternative alla crescente polarizzazione tra Cina e Stati Uniti – tra una dittatura che monitora lo stato e la spietata autoespressione dell'individualismo liberale. Forse una sorta di ordine sociale anarchico?

La protesta può costarti la vita

HONDURAS: La pericolosa ricerca della verità dietro l'assassinio dell'attivista ambientale Berta Cáceres di Nina Lakhani finisce in più domande che risposte.

Il legante culturale

ROMANZO: DeLillo mette in scena una sorta di stato generale, paranoico, un sospetto che ha portata globale.

Distruzione creativa

SPAZZATURA: La Norvegia non è attrezzata per lo smistamento dei tessuti. Anche se selezioniamo la spazzatura, non siamo neanche lontanamente vicini a luoghi in Giappone che possono riciclare in 34 categorie diverse. L'obiettivo è che i comuni non siano lasciati con rifiuti e senza camion della spazzatura!

La società di controllo e gli indisciplinati

MAMME TARDIVE: Le persone oggi stanno acquisendo sempre più controllo su ciò che li circonda, ma stanno perdendo il contatto con il mondo. Dov'è il limite per misurazioni, garanzie di qualità, quantificazioni e routine burocratiche?