Abbonamento 790/anno o 190/trimestre

L'illegalità e la disumanizzazione su Internet

Il thriller tecnologico sul gioco online Nerve è un'affascinante distopia di Internet con molti parallelismi inquietanti con la realtà.




(QUESTO ARTICOLO È TRADOTTO DA Google dal norvegese)

Film Nervo esamina alcune tendenze molto attuali nella cultura di Internet e ci offre uno sguardo su un futuro potenziale e spaventoso. Il personaggio principale è Venus "Vee" Delmonico (interpretata da Emma Roberts), che è una studentessa delle superiori. Dopo essere stata rifiutata da JP (per la quale ha una cotta) e poi essere stata chiamata codarda dalla sua migliore amica Sydney, Vee decide di lanciarsi in un gioco online in cui tutti sono assorbiti. Il gioco Nerve consiste in quelli che vengono chiamati "osservatori" e "giocatori". I giocatori possono raccogliere un sacco di soldi eseguendo acrobazie di crescente pericolo, mentre gli osservatori pagano per vederli completare, ritirare o fallire i compiti.

Storia d'amore. Nervo soprattutto, ci mostra esempi di nuove tecnologie che potrebbero diventare comuni in un futuro non troppo lontano: app che richiedono le impronte digitali per accedere, lo scambio di numeri di telefono tenendo insieme i telefoni e giochi che funzionano senza un server esterno. Queste forme di tecnologia esistono già. Puoi sbloccare molti telefoni con un'impronta digitale e alcune app hanno iniziato a offrire anche l'accesso tramite impronta digitale perché è più veloce delle password. "Bump" era, prima che fosse acquistata da Google, un'app che poteva trasferire contatti, foto e file se si sbattevano leggermente i telefoni l'uno contro l'altro. Esistono anche giochi senza la necessità di un server esterno, come Nerve.

Il film ha alcuni elementi futuristici, ma la storia in sé è un classico racconto "una ragazza incontra un ragazzo" – inclusi gli ingredienti obbligatori del "migliore amico geloso" e del "la ragazza dell'amico conosce da tutta la vita chi ha una cotta segreta per lei". Vee e il nuovo conoscente Ian si uniscono per interpretare Nerve, e ne segue una dolce musica.

Con una trama così nota, il film è adatto a un vasto pubblico, non solo agli appassionati di giochi online. La trama romantica della storia aiuta a mantenere vivo l'interesse man mano che le sfide aumentano di difficoltà. Combinando in questo modo il familiare con l'improbabile, ci si dimentica che si sta guardando un ragazzo che sfreccia per New York su una motocicletta con gli occhi bendati, sfrecciando oltre il semaforo rosso e sopravvivendo contro ogni previsione. Dopo, ovviamente, si baciano (di nuovo).

Vita privata e differenze di classe. Gli sceneggiatori inseriscono nella narrazione anche temi di attualità, inclusa la questione dei limiti della privacy. La storia dei giocatori che si iscrivono a Nerve viene esaminata attentamente sia come clienti Amazon che come utenti dei social media. Sulla base di ciò, ricevono compiti su misura per loro e adattati a ciò che temono di più. Sydney, che soffre di vertigini, deve camminare su una scala tra due edifici. Vee, d'altra parte, deve – con l'umiliante rifiuto della sua precedente cotta fresco nella sua mente – baciare un uomo.

Le aziende che cercano di convincere le persone a fornire dati personali avvengono anche nella vita reale. Lo scopo ovviamente è fare soldi. Le compagnie di assicurazione nei Paesi Bassi, ad esempio, hanno preso in considerazione l’idea di offrire un’assicurazione sanitaria più economica alle persone che danno alla compagnia l’accesso alle proprie informazioni personali e mediche. Gli esperti hanno espresso la preoccupazione che le persone a basso reddito dovrebbero essere più propense ad accettare tali accordi, poiché in essi si può risparmiare denaro. In questo modo, le disuguaglianze economiche possono anche portare a differenze nei diritti civili tra ricchi e poveri.

Una situazione simile si verifica nel film: inizialmente Vee partecipa al gioco per dimostrare alla sua amica che non è una noiosa fannullona, ​​ma quando poi continua a giocare è perché ha bisogno di soldi per pagare la scuola in cui vive. obiettivo dopo il liceo. Alle persone con soldi viene assegnato il ruolo di osservatori del gioco e pagano per guardare le persone senza un soldo rischiare la vita.

Comportamento a rischio. Un altro tema di attualità intrecciato nella storia è la fama su Internet. Sydney, la migliore amica di Vee, gioca perché vuole diventare famosa. Vuole diventare famosa quanto chi ha più follower su Instagram, i cosiddetti insta-famosi. Fare cose stupide, controverse e pericolose per diventare famosi non è un fenomeno nuovo (ricordate qualcuno Asino?), ma ora, grazie a Internet, chiunque può filmare quello che sta facendo e continuare ad acquisire nuovi follower. Sarebbe molto meno allettante fare qualcosa di pericoloso o proibito senza l’idea dei seguaci e della fama come forza trainante. Coloro che fanno questo genere di cose ad alto rischio solo per il gusto di farlo, non si preoccupano di filmare le azioni. Parte del fascino dei graffiti, ad esempio, è proprio quello di sgattaiolare nell'oscurità e nell'illegalità: pochissimi artisti di graffiti filmano le loro imprese notturne. Dall’altro lato ci sono i vlogger (video blogger) che saltano sui treni e danno fuoco ai camper. Rispetto a AsinoOggi è molto più facile diventare famosi facendo cose stupide e pericolose su Internet.

Alle persone con soldi viene assegnato il ruolo di osservatori del gioco e pagano per guardare le persone senza un soldo rischiare la vita.

Il lato oscuro del web. Può sembrare che il comportamento normale e ragionevole in una certa misura si stia deteriorando online. Ciò accade anche in questo film, verso la fine, quando gli osservatori votano se sparare a Vee. Dato che Nerve è una democrazia online interattiva, anche la sfida finale spetta agli osservatori. La maggioranza vota per la fucilazione di Vee. Nascosto al sicuro dietro i soprannomi, è quindi facile per le persone, almeno in questo film, mettere una persona in pericolo reale.

Credo che anche alcune persone nella vita reale voterebbero "sì" in una situazione del genere, in parte per curiosità e in parte per divertimento. Ma c'è molto di più: l'anonimato dà libero spazio per indulgere nei lati più oscuri dell'umanità. Il senso di responsabilità diminuisce quando si fa parte di un gruppo numeroso e anonimo. Chiunque sia su Internet è, per definizione, parte di un gruppo ampio e anonimo senza un'identità chiara o una struttura di gruppo.

Questa indifferenza verso tutto ciò che ha a che fare con la responsabilità non è aiutata dal fatto che il web è pieno di video che mostrano attività illegali. Il vlogger che è saltato su un treno in corsa è stato perseguito per aver deliberatamente messo in pericolo la ferrovia, mentre i vlogger che hanno appiccato il fuoco al camper hanno dovuto pagare una multa di 280 euro per incendio doloso. Ma entrambi questi video sono ancora disponibili, nonostante le linee guida di YouTube affermino: “Non pubblicare video che incoraggino gli altri, soprattutto i bambini, a fare cose che potrebbero danneggiarli seriamente. I video che mostrano atti dannosi o pericolosi potrebbero essere soggetti a limiti di età o rimossi a seconda della gravità." I video continuano a raccogliere Mi piace, nuovi spettatori e maggiore fama per i vlogger.

E non c’è fine alle sconsiderate sciocchezze che si diffondono online. Un vlogger (se può ancora essere chiamato così) ha fatto uno sport molestando le persone, picchiando passanti innocenti e sfoggiando armi illegali su YouTube. Secondo il quotidiano olandese Algemeen Dagblad, Ismail Ilgun non ha mai terminato gli studi e ha avviato il vlog per saldare i suoi debiti.

C'è una via d'uscita. Tutto sommato, nel film ci sono diversi sviluppi tecnologici e sociali strettamente legati alla realtà. Parte della tecnologia nel film esiste già e ci sono vlogger che mostrano azioni illegali che potrebbero essere tentati da altri a copiare. Fortunatamente, non abbiamo masse anonime online che spingono le persone a fare cose illegali per denaro e fama, come alla fine di Nervo. Perché anche se Vee e Ian pensano di essere intrappolati nel gioco, c'è sempre una via d'uscita: si chiama pulsante di spegnimento.

Nervo attualmente proiettato nei cinema.

 

Potrebbe piacerti anche