Ordina qui l'edizione primaverile con il documento di avvertimento

Leader inetti

TEMA: Perché questi leader troppo cresciuti sono così pelosi – come la Cina, la Russia e l'America sotto Trump?

(Tradotto automaticamente da Norsk di Gtranslate (esteso Google))

Fu Ludvig Holberg a usare per primo la parola "usurpatore" – (Lettera III) – in un contesto danese / norvegese e basta dare uno sguardo alla natura del mondo per enfatizzarne la quantità; i tre più grandi sono l'uomo d'affari e narcisista americano Trump, poi il funzionario dell'intelligence russa e l'avvocato Putin, poi il dittatore cinese, ingegnere e avvocato Xi.

Due avvocati e un poser di un uomo d'affari, ma questi sono divisi tra il mondo e che tipo di giochi stanno eseguendo per mantenere le loro posizioni di leader dei loro tre principali paesi; è una forma primitiva di politica statale e lo status quo è più potere, aree di terra più grandi, proprio come questa forma primitiva di politica statale riguarda la geografia e la topologia.

Così com'è, e sulla quantità di armi, dei formati delle loro varie macchine da guerra – per parafrasare Deleuze e Guattari e il loro labirintico libro Mille altipiani – come se fosse la dimensione dei calibri e tutti i soldi dietro a contare; per non dimenticare tutti gli avidi ingegneri delle armi, le fabbriche che producono le armi; è sempre la conoscenza tecnologica che conta, mai la saggezza umana che entra in gioco e disarma questi invasi inventori di macchine da guerra e i loro nemici, sia per ragioni monetarie (Trump) che per ragioni patriottiche slave (Putin) o per i nuovi arrivati ​​asiatici cinesi ragioni capitalistiche (Xi), che in realtà si riducono alla stessa cosa: mantenere il potere, e questo è lo status quo.

Da congelare

Le diverse strategie sono semplici e dirette per i tre leader; nessuno di loro tollera le critiche dai loro stati satelliti o da altri stati; questo è un gioco che i tre sanno fare; nell'ambiente americano, ovviamente, è l'affermazione "Vieni licenziato" che conta, negli altri due è peggio, eccola finita; non è solo cotto, è più da congelare e mai più portato al caldo; è quasi come se reagissero come cattolici, dove la grazia è sospesa e dove la madre chiesa si allontana vergognosa; nel mondo di Putin e nel mondo di Xi non c'è pietà, c'è disgrazia, e chi cade fuori è finito, non solo licenziato, ma dimenticato e andato per sempre – questo Trump lo avrebbe amato, ma il sistema americano lo ferma. Ma nessuno ferma Putin o Xi.

- annuncio pubblicitario -

La Russia e la Cina sono nelle tasche di questi due usurpatori, ma gli Stati Uniti sono altrove, anche se a Trump sarebbe piaciuto che gli Stati Uniti fossero come la Russia o la Cina, per non dimenticare la Corea del Nord, ecco cosa è bello dell'America , che Trump non può agire come un dittatore; avrebbe sicuramente amato essere quello e dire a Creta e Pleti che sarebbero stati licenziati, e quel che è peggio, se non si fossero messi insieme e lui avesse parlato a voce, come fanno in Cina, Russia e Corea del Nord, ma la Costituzione degli Stati Uniti è completamente monopolistica e completamente diversa dalla Russia di Putin e dalla Cina di Xi.

USA, Russia, Cina

Cosa accadrà in America quando l'opposizione giovanile si renderà conto, come probabilmente hanno già fatto, che molti dei grandi edifici di segnalazione negli Stati Uniti sono costruiti da schiavi, o dai loro discendenti; gli immigrati messicani illegali, perché la torre di Trump non sarebbe stata costruita senza gli immigrati illegali messicani, che ora escluderà, ma come sopravviveranno gli Stati Uniti senza gli immigrati messicani – l'intera America è composta da schiavi e immigrati messicani illegali.

È sempre la conoscenza tecnologica che non conta mai la saggezza umana che entra in gioco e disarma questi inventori di macchine da guerra troppo cresciuti.

Dalla Russia di Putin si vocifera che il comandante dell'Armata Rossa vive di cavoli e non ha quasi nessun reddito, così come la famiglia naturale ha preso il posto dei salari ordinari, come se lo stato russo fosse al verde, e che dire dei cinesi, che sembrano sorprendentemente ricchi, e cercando di impossessarsi di minerali insoliti da tutto il mondo: la Cina, un tempo riservata al resto del mondo, è improvvisamente ovunque; ma ci sono disordini nel paese e si dice che vi siano diverse controversie di lavoro.

Nessuno di questi leader può sopportare le critiche, perché la Cina è così pelosa, come la Russia e come l'America è sotto Trump; perché tutti questi tre capi di stato sono così pelosi; Putin lo odia così tanto che sembra che le critiche scompaiano e i cinesi impongono un blocco commerciale, come è stato per un breve periodo contro la Norvegia a causa del sostegno del Dalai Lama e dell'assegnazione del premio per la pace a un'opposizione cinese. E lo stesso con il presidente americano, tutti coloro che non volevano smettere di commerciare con l'Iran, sono stati puniti. Perché tutte queste macchine da guerra sono così pelose, dal momento che possono sparare e uccidere tutto; tutti questi tre amano leccare la saliva e non sopportano le critiche – anche se potenti come sono, il loro comune tallone d'Achille è la critica.

Sembra semplicemente infantile, e ciò che avrebbe dovuto avere un tocco di qualcosa di più profondo, diventa di nuovo semplice, quando si pensa alla complessità del mondo e a ciò che questi tre leader incompetenti stanno cercando di fare con noi e il resto del mondo e mi colpisce; perché ci troviamo dentro – poiché anche le dure richieste dell'UE alla Grecia erano ciniche e semplici, non è così che si persegue una politica statale sofisticata. È come se nulla fosse accaduto da quando il Congresso di Vienna ballò dopo la caduta di Napoleone; per usare un eufemismo, non è il mondo che si apre, questo è il mondo che si chiude. Shakespeare ha, come al solito, ragione; il mondo è andato fuori dai cardini.

Gli usurpatori della legge

Nel libro strano e curioso Mille altipiani (Deleuze e Guattari, 1980) afferma che la "macchina da guerra" si sviluppa nello spazio "a strisce" (nervato, scanalato) e che questo spazio "a strisce" è stato istituito dall'apparato statale; c'è anche una stanza liscia, e questo è il mare, e poiché tutto scorre in questo libro, probabilmente fa parte della stanza "liscia" – la stanza "liscia" appartiene anche ai nomadi, coloro che non sono residenti permanenti.

Nel complesso, c'è molto che galleggia qui, ma ciò che è fisso, penso, è tutto nella stanza "a strisce", ed è sorvegliato dal troll a tre teste – è il guardiano della legge, nessuno vuole entrare, ma è dove siamo. Noi che vogliamo qualcos'altro viviamo ancora nella stanza "a strisce" e non usciamo.

Dai una risposta

Inserisci il tuo commento!
Inserisci qui il tuo nome

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati dei tuoi commenti.

Surreale / Le sette vite di Alejandro Jodorowsky (di Samlet e a cura di Bernière e Nicolas Tellop)Jodorowsky è un uomo pieno di arroganza creativa, illimitato impulso creativo e completamente senza desiderio o capacità di scendere a compromessi con se stesso.
Giornalismo / "Puzza di giornalismo" contro gli informatoriIl professor Gisle Selnes scrive che l'articolo di Harald Stanghelle su Aftenposten del 23 febbraio 2020 "sembra una dichiarazione di sostegno, [ma] si trova come cornice attorno all'attacco aggravato ad Assange". Ha ragione lui. Ma Aftenposten ha sempre avuto questo rapporto con gli informatori, come nel caso di Edward Snowden?
A proposito di Assange, tortura e punizioneNils Melzer, relatore speciale delle Nazioni Unite sulla tortura e altri trattamenti o pene crudeli, inumani o degradanti, dice quanto segue su Assange:
Con spina dorsale e bussola etica intatteAVVISO Abbiamo bisogno di una cultura dei media e di una società basata su responsabilità e verità. Oggi non lo abbiamo.
Espediente / Teoria del trucco (di Sianne Ngai)Sianne Ngai è una delle teoriche culturali marxiste più originali della sua generazione. Ma sembra desiderosa di trascinare l'estetica nel fango.
Scioglimento della convivenza / Le rotture coniugali nell'Africa subsahariana musulmana (di Alhassane A. Najoum)È costoso sposarsi in Niger anche se il prezzo della sposa varia e, in caso di divorzio, le donne sono obbligate a rimborsare il prezzo della sposa.
Etica / Quali sono i principi etici alla base delle prime punture di vaccino?Dietro la strategia di vaccinazione delle autorità c'è un caos etico.
Cronaca / La Norvegia al vertice dell'Europa nel nazionalismo?Sentiamo costantemente che la Norvegia è il miglior paese del mondo, ma questo non è necessariamente il caso della stragrande maggioranza dei norvegesi e delle persone che si trasferiscono qui.
Filosofia / Disobbedire! Una filosofia di resistenza (di Frédéric Gros) Perché, dove, quando e per quanto tempo siamo obbedienti?
Mitologie / Il cacciatore celeste (di Roberto Calasso)Nei quattordici saggi di Calasso ci troviamo spesso tra mito e scienza.
Cina / La conquista silenziosa. Come la Cina sta minando le democrazie occidentali e riorganizzando il mondo (di Clive Hamilton e Mareike Ohlberg)È noto che la Cina sotto Xi Jinping si è sviluppata in una direzione autocratica. Gli autori mostrano come l'effetto si sia diffuso nel resto del mondo.
Nawal el-saadawi / Nawal El-Saadawi – in promemoriaUna conversazione su libertà, libertà di parola, democrazia ed élite in Egitto.
- Annuncio pubblicitario -

Potrebbe piacerti ancheRelazionato
Consigliato