CONTROLLI: Impensabili burocrati, subdole organizzazioni dei datori di lavoro e un corrotto poliziotto controllano e inseriscono nella lista nera lavoratori "turbati" o sospetti sistematicamente.

Gray è un critico cinematografico regolare in MODERN TIMES.
E-mail: carmengray@gmail.com
Pubblicato: 2020-06-21
Solidarietà
Regisør: Lucy Parker
(Regno Unito)

Nel 1919, gli industriali britannici trovarono una strana soluzione ai problemi di tutti i "risse" di sinistra che minacciavano la sfrenata ricerca dei profitti da parte dei proprietari: fondarono un'organizzazione che mantenne una "lista nera" segreta con i nomi dei membri del sindacato e degli attivisti che protestavano per migliori condizioni di lavoro. Le note sui lavoratori problematici venivano anche archiviate nei propri file.

L'organizzazione La lega economica ha dato ai dirigenti un numero di telefono che potevano chiamare se volevano controllare lo sfondo di un possibile dipendente e se lui o lei sembravano obbedienti allo stato. Se sei finito su tali liste nere, ti è stato negato il lavoro. L'organizzazione è stata sciolta nel 1993 a seguito delle pressioni esercitate dai giornalisti, ma le liste riguardanti l'industria delle costruzioni sono state passate alla neoassunta The Consulting Association, guidata dall'ex membro dello staff della Lega Economica Ian Kerr, che ha continuato con le procedure di controllo.

Nel 2009, un'organizzazione di dati e privacy ha acquisito più di duemila file e la divulgazione costituisce la base del documentario Solidarietà. La regista Lucy Parker mostra attraverso interviste a diversi lavoratori come le loro vite personali sono state influenzate da anni di sorveglianza segreta e controllo sociale.

Gruppo di supporto nella lista nera

Dieci anni fa, The Blacklist Support Group ha avviato una campagna per la giustizia dei lavoratori e ha voluto che arrivasse la verità sulle classifiche. Hanno richiesto un'inchiesta pubblica. Hanno trovato storie scioccanti su quanto poco ci è voluto prima di essere etichettati come avversari da coloro che avevano il potere di assumere e vendere.

Abbonamento NOK 195 quarti

Qualsiasi commento sulla salute e sicurezza sul luogo di lavoro, per quanto insignificante possa sembrare, potrebbe far elencare un lavoratore. Un lavoratore che si è lamentato del rischio di amianto è stato licenziato il giorno successivo e le informazioni sono state accuratamente annotate per un uso successivo.

Lo sfruttamento e la crudeltà possono prosperare attraverso i burocrati spensierati che
esegue i suoi compiti e le sue istruzioni senza fare domande.

Un ex funzionario ha scritto una lettera al comune lodandoli per aver assegnato una medaglia a Nelson Mandela. Fu prontamente elencato nell'elenco, troppo istituzionalizzato razzismo è stato un fattore determinante per ciò che era considerato sospetto.

Una lavoratrice ha letto nel suo stesso file di essere stata descritta come una "brutta opera", sostenendo che la menzione del suo comportamento era esagerata o fabbricata. Un altro lavoratore ricorda un collega che ha costruito le linee della metropolitana di Londra - è stato spinto così forte da togliersi la vita.

Sono stato licenziato senza preavviso

I lavoratori nella lista nera avevano le risorse finanziarie più difficili e spesso dovevano occuparsi di lavoro che nessun altro avrebbe fatto. È stato molto difficile per loro fornire alla famiglia un lavoro in un settore che era già duramente sollecitato, dove rischiavano anche di essere licenziato senza preavviso. Lo stress e le difficoltà nel matrimonio seguirono a seguito della pressione del lavoro, perché senza trasparenza nelle liste, i lavoratori furono accusati di essere paranoici se parlassero dei loro problemi.

Solidarietà testimonia il danno arrecato ai lavoratori mentre contribuisce involontariamente a un sistema capitalista partigiano e ingiusto. Il film è un ritratto spaventoso di come lo sfruttamento non etico e la temerarietà possano prendere piede quando burocrati sconsiderati eseguono i loro compiti e le loro istruzioni senza fare domande.

Direttore della solidarietà Lucy Park UK
Direttore della solidarietà Lucy Park

Gran parte del film mostra un'audizione parlamentare in cui Kerr è responsabile dell'elenco. Sembra inarticolato e apparentemente sopraffatto quando viene premuto per le implicazioni morali delle sue attività, sostenendo di non aver compreso le conseguenze delle informazioni che ha registrato.

"L'ho fatto automaticamente, come un orologio", dice a sua difesa, paragonandosi a un sì senza una coscienza sociale che fa passivamente quello che le autorità gli chiedono.

Cooperazione con la polizia

Un'altra dimensione scoraggiante del monitoraggio e dell'elenco è stata la stretta cooperazione e lo scambio di informazioni tra l'organizzazione, la polizia e i servizi di sicurezza. L'organizzazione ha preso appunti sulle "rivolte politiche" e sulle azioni, non solo sui lavoratori che partecipano alle manifestazioni, ma anche su eventuali legami che potrebbero avere con gli attivisti.

Un lavoratore che si è lamentato dell'amianto è stato licenziato il giorno successivo e le informazioni sono state accuratamente annotate per un uso successivo.

Lo spionaggio, la sorveglianza e la partecipazione della polizia erano vasti e potevano distruggere la vita delle persone colpite. Un rappresentante sindacale con amici coinvolti nella lotta contro il razzismo racconta come sia stata attratta da una relazione di un anno con un ufficiale di polizia che fingeva di essere un'attivista. Le parlò per bocca e sembrò comprensivo, ma quando improvvisamente scomparve dalla relazione, lei tornò con la sensazione di essere "insieme a un fantasma", con la fiducia in frantumi. Lei non è sola. Un'indagine sul ruolo della polizia (Inchiesta di polizia sotto copertura) è in corso e una relazione sarà completata entro il 2023.

Perdere il lavoro in qualsiasi momento

Sebbene molte delle storie di cui veniamo a conoscenza Solidarietà, risale a decenni indietro nel tempo, il film ci porta nel presente attraverso incontri con lavoratori insoddisfatti oggi, incluso il servizio di consegna cibo Deliveroo, dove i lavoratori sono senza un rappresentante sindacale e possono perdere il lavoro in qualsiasi momento. Altri che si distinguono sono i dipendenti della catena cinematografica foto casa, che non ricevono uno stipendio dal datore di lavoro.

Tali ambienti ostili sono aggravati dal fatto che sempre più lavori si basano su part-time, chiamate o esigenze diverse e dimostrano che la lotta per la giustizia sul luogo di lavoro si svolge in un terreno in continua evoluzione che richiede una costante vigilanza.

Cosa succede quando i lavoratori americani lavorano in una fabbrica in cui i proprietari sono cinesi? Leggi la recensione del film Fabbrica americana.