Ordina qui l'edizione primaverile con il documento di avvertimento

I comandanti militari volevano annientare l'Unione Sovietica e la Cina, ma Kennedy si mise in mezzo

MILITARE: Ci concentriamo sul pensiero militare strategico americano (SAC) dal 1950 ad oggi. La guerra economica sarà completata da una guerra biologica?

Nell'ottobre 2019 ha praticato Stati Uniti d'America con attacchi simulati con a coronavirus che si sarebbe diffuso in tutto il mondo.

A differenza dei soldati dell'esercito, le forze aeree hanno spesso un rapporto più astratto e talvolta quasi statistico con l'omicidio. I piloti non vedono le loro vittime, come divenne chiaro durante il bombardamento di Tokyo nella notte del 10 marzo 1945, uccidendo più di 100, forse fino a 000 persone. L'intenzione era di mettere fuori combattimento fabbriche e civili. Maggiore generale Curtis LeMay era in carica, mentre l'operazione era guidata dal brigadiere Thomas Power. Il successivo bombardamento atomico di Hiroshima e Nagasaki portò anche all'uccisione di tra 110 e 000 persone. Il bombardamento aereo sul Giappone potrebbe aver ucciso un totale di forse 200 civili. Questo annientamento di civili in Giappone è stato il preludio al pensiero dello Strategic Air Command (SAC) statunitense. Il grado di annientamento può essere paragonato solo alle uccisioni di massa di epidemie con armi biologiche – che possono anche uccidere centinaia di migliaia, se non milioni di civili. Consiglieri chiave del presidente Donald Trump, come colonnello Robert Kadlec (anche lui dell'Aeronautica Militare), lo crede oggi armi biologiche possono diventare le armi nucleari del 2000 ° secolo. Possono uccidere tante armi nucleari, ma sono più utili, dice Kadlec. Il vantaggio delle armi biologiche è che non si sa che o om alcuni sono responsabili – e Kadlec aggiunge: Possono essere usati anche in tempo di pace.

Per uccidere 285 milioni di persone in una notte

Dagli anni '50, gli strateghi statunitensi hanno pianificato di sterminare il nemico. Questa responsabilità ricadeva quindi prima di tutto sull'Air Force Strategic Air Command (SAC) sotto il loro generale Curtis LeMay. Documenti del National Security Archive di Washington affermano che il SAC aveva 1955 armi nucleari nel 2400: nel 1959 erano 12 e nel 000 ben 1961 armi nucleari. Se i sovietici dovessero attaccare l'Occidente, sarebbe implementato il Piano Operativo Integrato Unico (SIOP) del SAC. Il SAC doveva "eliminare" l'Unione Sovietica e la Cina. 22 città dovevano essere distrutte. William Burr del National Security Archive di Washington scrive nel suo classico articolo per il National Security Archive del 229 che "SIOP-130" (2004) ha calcolato con un "attacco preventivo" degli Stati Uniti, un "attacco preventivo degli Stati Uniti" con un totale di 62 1962 megatoni, che in una notte avrebbero ucciso 7 milioni di persone prima che i sovietici fossero riusciti ad attaccare un solo paese occidentale. Il numero di morti se si considerano la radioattività e la fame sarebbe molto più alto. A Tokyo nella notte del 847 marzo 285, solo pochi per mille furono uccisi dal massacro calcolato dal SIOP-10.

Fred Kaplan scrive nel suo I maghi di Armageddon (1984) e per il National Security Archive che il comandante del Corpo dei Marines, il generale David Shoup, nel 1962 chiese al comandante del SAC, il generale Thomas Power, se non si potesse escludere la Cina da un attacco se la Cina non fosse stata coinvolta nella guerra. Power ha risposto: "Sarebbe davvero un errore nel piano". C'era allora un solo piano, che sarebbe stato implementato se gli Stati Uniti, o un altro paese occidentale, fossero stati attaccati o ci si potesse aspettare. Ciò potrebbe avere gravi conseguenze durante la crisi di Cuba del 1962, documentata dal National Security Archive (2002).

In ottobre, il B-59, un sottomarino Foxtrot sovietico, è stato attaccato da portaerei e cacciatorpediniere statunitensi. Sul sottomarino la situazione era disperata. Il capitano Valentin Savisky ordinò la preparazione di un siluro nucleare, ma il requisito per dispiegare armi nucleari era che tutti e tre gli ufficiali di alto rango fossero d'accordo e il secondo sottomarino, Vasily Arkhipov, riteneva di poter fare a meno delle armi. Se la decisione di Arkhipov fosse stata diversa, gli Stati Uniti avrebbero risposto con grande certezza all'attacco con armi nucleari, e all'epoca c'era un solo piano: l'annientamento totale dell'Unione Sovietica e della Cina.

Come risultato di un "accordo" tra John F. Kennedy og Nikita Khrushchev Durante la crisi cubana, l'Unione Sovietica dovette ritirare i suoi missili a medio raggio da Cuba, mentre gli Stati Uniti dovettero ritirarli dalla Turchia. La leadership militare degli Stati Uniti aveva in programma un grande attacco aereo e navale a Cuba, ed era considerato improbabile che centinaia di missili sovietici a corto raggio a Cuba sarebbero stati in grado di fermare un'invasione statunitense. Ciò che non si sapeva negli Stati Uniti, tuttavia, era che queste molte centinaia di razzi avevano testate nucleari e che sarebbero stati certamente dispiegati in un attacco statunitense. Nessuno dei servizi segreti statunitensi aveva ipotizzato che questi missili avessero testate nucleari. Kennedy fermò i piani della leadership militare, ma se ci fosse stato un altro presidente e l'attacco fosse stato lanciato, con ogni probabilità sarebbe stata una guerra nucleare. Unione Sovietica, Europa orientale e Kina sarebbe stato rimosso dalla mappa. È stata una pura coincidenza che ci ha fatto vivere nel mondo in cui viviamo ora.

Il generale Thomas S. Power e il generale Bernard A. Schriever in un'audizione al Senato del 1962 (wikimedia)

Cancellazioni

In un conflitto degli Stati Uniti con l'Unione Sovietica, i piani del SAC a metà degli anni Cinquanta prevedevano l'annientamento delle basi aeree e delle città cinesi, inclusa Pechino, indipendentemente dalle decisioni prese in Cina. Dopo la guerra di Corea (50-1950), le autorità cinesi sapevano che tutte le città sarebbero state distrutte da un attacco statunitense. La produzione sarebbe rovinata. Centinaia di milioni morirebbero di fame. Nel 53, il leader cinese Mao Zedong dichiarò che avrebbero potuto perdere 1957 milioni in un attacco nucleare, ma che non si sarebbero arresi. Dal 300, anche il conflitto con l'Unione Sovietica ha avuto un ruolo. La Cina non aveva armi nucleari e non poteva rispondere a un attacco. Bisognava prepararsi al fatto che tutte le città sarebbero state messe al tappeto. L'unico modo per sopravvivere era un decentramento totale, anche della produzione di acciaio. È stato eseguito dal 1957 ("Il grande balzo in avanti"). Il paese era diviso in 1958 comuni e mezzo milione di brigate di produzione. Mao ha legittimato le misure come una riforma industriale e agricola socialista. Avrebbe salvato la Cina dall'annientamento totale con un attacco nucleare, ma ha avuto conseguenze catastrofiche: la maggioranza dei professionisti conclude che tra i 24 ei 000 milioni di persone hanno perso la vita a causa della carestia che seguì. Probabilmente è stata la più grande carestia provocata dall'uomo nella storia. Questi milioni di cinesi morti furono probabilmente la conseguenza più immediata dei piani del SAC negli anni '20.

L'Unione Sovietica, l'Europa orientale e la Cina verrebbero rimosse dalla mappa.

Un documento del National Security Archive fa riferimento a un incontro il 20 settembre 1961 tra il presidente John F. Kennedy e la leadership militare. SAC e Thomas Power avevano suggerito un "primo colpo" da colpire  sovietico e la Cina, poiché l'Unione Sovietica ha sviluppato la sua capacità ed era importante eliminare l'Unione Sovietica e la Cina prima che potessero rappresentare una minaccia per gli Stati Uniti. L'Unione Sovietica e la Cina dovevano essere eliminate a scopo puramente preventivo. In realtà, bisognava fare i conti con ben più di 300 milioni di morti. Il potere fu negato da Kennedy, ma secondo un documento dell'intelligence tedesca BND del 29 settembre 1962 (archivio privato), ufficiali dell'aviazione americana di alto rango rimasero in contatto con il fidato ufficiale delle SS di Adolf Hitler Otto Skorzeny a Madrid. Questi ufficiali erano probabilmente il capo del SAC Thomas Power e l'ex capo del SAC, ora capo dell'Air Force Curtis LeMay (che nel 1968 era candidato alla vicepresidenza del candidato presidenziale razzista George Wallace). Si lamentavano del fatto che Kennedy fosse un "ragazzino" che non riconosceva la "superiorità dell'Occidente" e sosteneva gli "stati negri".

Dagli anni '50, Skorzeny aveva lavorato per la CIA, uccidendo attori "ribelli". I capi del SAC erano a malapena in contatto con Skorzeny per nessun altro motivo. Kennedy non era più "possibile avere" come presidente degli Stati Uniti. Dopo l'assassinio nel novembre 1963, il presidente francese Charles de Gaulle ha dichiarato: "Quello che è successo a Kennedy è stata la stessa cosa che è quasi accaduta a me". Era stato l'OAS (Organizzazione armée secrète con Jean Souètre) e la rete di Otto Skorzeny, che aveva cercato di uccidermi nel 1962, che in seguito ha ucciso Kennedy, ha detto de Gaulle. Le "forze statunitensi hanno cospirato con gli estremisti". I capi del SAC volevano annientare l'Unione Sovietica e la Cina, e Kennedy si mise in mezzo.

I piani del SAC per un attacco nucleare presero forma negli anni '50 e '60 e continuarono per tutti gli anni '70 e '80. I sovietici si sono armati a seguito della crisi di Cuba e ora sono diventati più una minaccia per gli Stati Uniti. Dall'inizio degli anni '70 era chiaro che una guerra nucleare poteva portare a perdite americane. Durante una riunione della leadership militare il 10 settembre 1971, il capo dell'aeronautica militare, ex vice capo di stato maggiore del SAC, il generale John Ryan, disse: Nessuno alla riunione si è opposto alla valutazione di Ryan (nota declassata 2017, National Security Archive).

Con "Il grande balzo in avanti" di Mao, la Cina è stata divisa in 24 comuni e mezzo milione di brigate di produzione: milioni di persone hanno perso la vita a causa della carestia.
seguito.

Nel suo libro Dalle Ombre (1997) scrive un ex direttore della CIA, poi ministro della Difesa Robert M. Gates nella notte del 3 giugno 1980. Il SAC aveva successivamente informato il tenente generale William Odom (assistente del consigliere per la sicurezza nazionale Zbigniew Brzezinski) che l'Unione Sovietica aveva inviato 220 missili nucleari strategici negli Stati Uniti. Odom ha svegliato Brzezinski, che doveva chiamare il presidente Jimmy Carter, ma Brzeziński sapeva che il presidente aveva dai tre ai sette minuti per decidere su una risposta e ha chiesto conferma. Odom ha richiamato e ha detto che non erano 220, ma 2200 missili nucleari. Tutti i missili sovietici erano in viaggio verso gli Stati Uniti. Brzezinski pensava che gli Stati Uniti avrebbero dovuto schierare tutta la loro forza strategica, ma appena prima di svegliare Carter, Odom chiamò di nuovo. Un programma di esercizi nei computer aveva dato falsi allarmi. "Brzezinski non ha svegliato sua moglie, perché entro mezz'ora sarebbero morti comunque tutti".

"Negazione plausibile"

Quando ho tenuto una conferenza presso l'US Center for Naval Analysis (US Navy) a Pentagono nel 1989, disse l'allora comandante, un ammiraglio, credo che se i russi "conoscessero i nostri piani per una guerra nucleare, avrebbero motivo di essere a disagio". Gli strateghi statunitensi presumevano ancora che centinaia di milioni sarebbero stati uccisi in una guerra nucleare. Ma dal 1981, gli strateghi del presidente Ronald Reagan credevano di dover condurre la "guerra" con l'Unione Sovietica come una guerra psicologica e come una rivolta locale, che non rischiava di trasformarsi in una guerra nucleare su vasta scala. Il rischio che i sovietici rispondessero con armi nucleari rendeva poco attraente un simile attacco. Il vice ministro della Difesa Fred Iklé ha scritto che ora si trattava di utilizzare ribelli locali e terrore, che non potevano essere collegati direttamente a nessuna delle parti, in modo che il conflitto non si trasformasse in una guerra nucleare. Gli Stati Uniti devono avere una "negabilità plausibile", cioè ragioni per poter dire che "non ne sappiamo nulla".

secondo Zbigniew Brzezinsk # i Gli Stati Uniti hanno iniziato una guerra contro il regime sostenuto dai sovietici in Afghanistan. La CIA usò gli insorti locali già nell'estate del 1979 per indurre i sovietici a intervenire "per dare ai sovietici il loro Vietnam" e costringere i russi a una guerra che non potevano permettersi. Questo è stato scritto anche da Robert Gates. Il segretario della Marina di Reagan, John Lehman, mi ha detto che anche la CIA era coinvolta con i sottomarini in una guerra psicologica in Svezia. Praticamente tutti in Occidente credevano che fosse l'Unione Sovietica ad operare nelle acque svedesi dal 1982, ma è stato il capo della CIA William Casey a prendere la decisione di utilizzare i sottomarini di altri paesi per "negabilità plausibile", ha detto Lehman. L'idea era di costringere i sovietici a ritirarsi senza rischiare una guerra nucleare. Il superiore di Lehman, il ministro della Difesa Caspar Weinberger, ha confermato le operazioni nelle acque svedesi. Quando ho visitato il generale Odom a Washington, gli ho chiesto a riguardo, ma Odom ha detto solo brevemente che il caso era ancora classificato. Dal 1984, Casey ordinò il sostegno degli islamisti radicali all'interno della stessa Unione Sovietica per costringere i sovietici a ritirarsi.

La fine della dottrina Wolfowitz

Fu solo dopo la Guerra Fredda, con la guerra in Iraq nel 1991, che gli Stati Uniti furono in grado di ricominciare a fare la guerra sotto la propria bandiera. Il sottosegretario alla Difesa USA Paul Wolfowitz ha affermato che la vera lezione della guerra in Iraq è stata che l'Unione Sovietica non era intervenuta. Gli Stati Uniti erano ormai l'unica superpotenza. Possiamo fare una guerra sulla terraferma in Medio Oriente senza rischiare una guerra nucleare, ha detto Wolfowitz. Ora ha suggerito che gli americani eliminassero tutti i regimi che non sostenevano gli Stati Uniti. Ciò ha portato gli Stati Uniti a entrare nelle forze armate in Afghanistan e Iraq dopo il 2001, e in Libia e Siria dal 2011, quando gli Stati Uniti hanno sostenuto gli islamisti contro i loro governi in carica. Dopo la catastrofica guerra in Libia, Russia e Cina hanno detto che era sufficiente. Dal 2015 la Russia è intervenuta a sostegno del regime in Siria. Quella fu la fine della dottrina Wolfowitz, la sua finestra di opportunità.

I virus geneticamente differenti a Wuhan falsificano l'ipotesi di un "virus Wuhan".

Gli strateghi statunitensi avrebbero quindi dichiarato guerra senza un mittente. Ma armare gli islamisti radicali si è rivelato difficile dopo quello che era successo in Siria. Si potrebbe, tuttavia, fare uso di armi biologiche – un'idea che è stata recentemente promossa dal sottosegretario alla Sanità degli Stati Uniti, il colonnello Robert Kadlec – ha una lunga carriera nell'aviazione. Kadlec è stato al centro del pensiero degli Stati Uniti sulle armi biologiche per 30 anni, il che consigliere per le forze speciali statunitensi dal 1990 e per il Segretario alla Difesa Donald Rumsfeld e la Casa Bianca dal 2001. Come i bombardamenti e altri attacchi terroristici, non si sa con certezza chi abbia effettuato un attacco con un virus. Non si può nemmeno dire se un virus sia dovuto a mutazioni naturali o se sia stato presentato come arma biologica. Questo è il genio di queste armi, dice il colonnello Kadlec.

Dr. Robert Kadlec

Kadlec scrive nel libro Campo di battaglia per il futuro (1998) che le armi biologiche hanno diversi vantaggi. Sono molto più economici delle armi nucleari. Una scorta sufficiente di armi biologiche costa solo un ventesimo di quello che costa sviluppare una singola arma nucleare, mentre queste armi possono uccidere tante quanto le armi nucleari. Le armi biologiche sono più convenienti. Ma per Kadlec, il loro vantaggio principale è che non hanno mittente. Non trasformano un conflitto in un conflitto militare e in una guerra nucleare. Le armi biologiche possono essere schierate a tutti i livelli di conflitto, perché nessuno lo sa che o om qualcuno è responsabile di un'epidemia di virus. Questo le rende più utili delle armi nucleari. La persona che è stata attaccata non può reagire, perché nessuno sa con certezza chi c'è dietro. Certo, un'epidemia di virus può ritorcersi contro coloro che hanno diffuso questo virus, ma in una guerra nucleare si calcola anche una perdita propria di 200 milioni.

I Campo di battaglia per il futuro ha scritto Robert Kadlec che il 2000 ° secolo sarebbe stato un secolo di "guerra economica", e questa è ovviamente l'idea alla base della nuova strategia del presidente Donald Trump. La battaglia tra le grandi potenze si è trasformata in una "guerra economica", e quindi le armi biologiche diventano le armi ideali, poiché possono colpire le scorte e l'economia del nemico. Possono essere diretti non solo agli umani, ma anche al bestiame e ai raccolti locali e portare a carestie come quella che abbiamo avuto durante il "Grande balzo in avanti" in Cina. Secondo Kadlec, possiamo sviluppare virus e batteri più mortali o contagiosi simili a quelli che si trovano localmente, in modo che appaiano come una "epidemia naturale". Il genio è che si possono effettuare tali attacchi in "tempo di pace" con la stessa forza di un attacco con armi nucleari senza che il paese attaccato sappia di essere stato attaccato. In alternativa, un virus può essere descritto come una perdita da un laboratorio di un paese straniero. Milioni di persone possono essere colpite. Può forzare un cambio di regime in modo più efficace di tutte le guerre di Wolfowitz. Per Kadlec e forse per Trump, le armi biologiche sono le armi nucleari del 2000 ° secolo, che possono anche fornire "negabilità plausibile".

"Quello che è successo a Kennedy è stata la stessa cosa che è quasi successa a me." De Gaulle

La strategia di Kadlec e dell'amministrazione Trump del 2018 per un virus o un attacco batterico non solo prevedeva piani per un attacco terroristico, ma prima per una fuga di notizie da un laboratorio straniero. Il consigliere di oggi, il colonnello David Franz, ha proposto l'anno prima un'esercitazione con una fuga di notizie dal laboratorio di massima sicurezza di Wuhan, dove si stanno studiando questi virus mortali. Da gennaio ad agosto 2019, Kadlec ha organizzato diverse esercitazioni con le autorità federali e alcuni stati che hanno richiesto la diffusione di un virus dalla Cina con mezzo milione di americani morti ("Crimson Contagion"). Il 22 settembre 2019, il presidente Trump ha nominato un "falco cinese" dell'intelligence militare, Matthew Pottinger, come nuovo vice consigliere per la sicurezza. Ha esperienza con lo scoppio del virus della SARS in Cina (2002-2003) e parla fluentemente mandarino. Nell'ottobre 2019 praticagli Stati Uniti – tra cui l'ex vice consigliere per la sicurezza e vice capo della CIA Avril Haines – con attacchi simulati con un coronavirus, che potrebbe diffondersi in tutto il mondo. Dopo una seconda ondata, il virus, secondo l'esercizio, aveva ucciso 65 milioni di persone. Il nome di questo esercizio pandemico era «Evento 201». Per tutto il 2019, l'amministrazione Trump si è concentrata su un'epidemia di virus dalla Cina. In un briefing di alto livello già nel gennaio 2020, Pottinger disse a Trump che non avrebbe dovuto pensare in termini di SARS nel 2003, ma in termini di influenza spagnola nel 1918, che uccise fino a 50 milioni di persone.

Oguz Gürel. Nemici umani. Vedi Libex.Eu

Il virus – "una piccola bomba intelligente"

Mentre Kadlec per tutto il 2019 ha preparato le autorità statunitensi per un'epidemia di virus dalla Cina, non è ancora chiaro come sia iniziata l'epidemia di Wuhan nel dicembre 2019. Quello che sappiamo è che gli studi sul virus e sul suo corredo genetico sono stati pubblicati su The Lancet e su Nature. Il virus SARS-CoV-2 è stato trovato sia all'interno che all'esterno del mercato del pesce e della carne a Wuhan da metà dicembre. Ma si presentava in due forme: c'erano due virus geneticamente diversi. Il loro "antenato" comune deve aver avuto origine mesi prima e difficilmente a Wuhan, poiché gli ospedali avrebbero saputo che c'erano casi precedenti. Le analisi cinesi e britanniche (Università di Cambridge) dell'albero genealogico del virus mostrano che il virus SARS-CoV-2 originale non proveniva da Wuhan, ma o dagli Stati Uniti o dal Guangdong, nel sud della Cina. Articoli scientifici dall'Europa mostrano che il virus era presente anche in Italia, Francia e probabilmente negli Stati Uniti da novembre a dicembre, contemporaneamente o prima dell'epidemia di Wuhan, e che non erano strettamente correlati al virus Wuhan. Non sappiamo oggi da dove provenga questo coronavirus, ma sappiamo che non è arrivato dal mercato di Wuhan. The Lancet ha dimostrato che il primo ad essere stato infettato a Wuhan non aveva nulla a che fare con il mercato. I rifiuti del mercato sono stati infettati, ma non gli animali, ei virus geneticamente diversi a Wuhan falsificano l'ipotesi di un "virus Wuhan". Già allo scoppio dell'epidemia, il successivo consigliere di Kadlec, Michael Callahan, era a Wuhan. Ha detto al National Geographic che il virus è "come una piccola bomba intelligente". Trova una persona e "la elimina".

The Lancet ha dimostrato che il primo ad essere stato infettato a Wuhan non aveva nulla a che fare con il mercato.

Con strateghi delle armi biologiche come Kadlec, Callahan e Franz come gli Stati Uniti responsabili della pandemia, con la Cina come nuovo nemico degli Stati Uniti e con la guerra economica come strategia preferita dal presidente Trump, dobbiamo chiederci: la guerra economica sarà integrata da una guerra biologica, come scrive Kadlec? ? Il dispiegamento di armi biologiche sarebbe stata la decisione logica per l'amministrazione Trump se guardassimo alle analisi di Kadlec. Per gli strateghi dell'aviazione degli anni '60 come Thomas Power, la bomba atomica era l'arma definitiva. Si credeva che lo sterminio di tre o quattrocento milioni di persone nell'Unione Sovietica e in Cina fosse il risultato della guerra stessa che la Potenza cercava di innescare. Dagli anni '70, l'aeronautica militare statunitense ha calcolato le proprie perdite fino a 200 milioni di abitanti. Accettare l'annientamento e la perdita di centinaia di milioni indica una comprensione statistica e puramente strategica della vita umana.

C'è un'élite strategica negli Stati Uniti che ci è estranea come qualsiasi altra élite simile nella storia. Per un colonnello dell'aeronautica militare come Kadlec, uno dei pensatori strategici del 2000 ° secolo, le armi biologiche sono un sostituto naturale delle armi nucleari del XX secolo. Le perdite potrebbero non essere così grandi come quelle descritte dal generale John Ryan nel 1900, ma possono essere significative. È difficile vedere che questo dovrebbe essere nell'interesse del popolo americano. Ma per questa élite, l'annientamento totale di centinaia di milioni di persone non è un problema fintanto che supporta la loro strategia nazionale.


fonti:

https://nsarchive2.gwu.edu/nukevault/ebb538-Cold-War-Nuclear-Target-List-Declassified-First-Ever/

https://nsarchive2.gwu.edu/NSAEBB/NSAEBB130/

Fred Kaplan, I maghi di Armageddon (New York: Simon and Shuster, 1983)

https://nsarchive2.gwu.edu//nsa/publications/nh/index.html

https://nsarchive2.gwu.edu/NSAEBB/NSAEBB399/

https://nsarchive2.gwu.edu/NSAEBB/NSAEBB75/

Peter Huchthausen, October Fury (New York: John Wiley, 2002).

Peter Huchthausen e Alexandre Sheldon-Duplaix, Hide and Seek: The Untold Story of Cold War Naval Spionage (New York: John Wiley, 2009).

https://www.archives.gov/publications/prologue/2012/fall/cuban-missiles.html

https://www.belfercenter.org/sites/default/files/legacy/files/CMC50/DavidColemanTheMissilesofNovemberDecemberJanuaryFebruaryJournalofColdWarStudies.pdf

https://www.nytimes.com/1988/02/22/world/gromyko-says-mao-wanted-soviet-a-bomb-used-on-gi-s.html

https://www.jstor.org/stable/1973026?origin=JSTOR-pdf&seq=1

https://nsarchive2.gwu.edu/NSAEBB/NSAEBB56/

https://nsarchive2.gwu.edu/NSAEBB/NSAEBB56/BerlinC4.pdf

https://nsarchive2.gwu.edu/NSAEBB/NSAEBB130/

Documento BND («Betr. SKORCZENI, Madrid») del 29 settembre 1962 (archivio privato).

David Talbot, La scacchiera del diavolo: Allen Dulles, la CIA e l'ascesa del governo segreto d'America (New York, Harper Collins, 2015), p. 502, 566-67.

https://nsarchive.gwu.edu/briefing-book/nuclear-vault/2017-02-15/top-air-force-official-told-jcs-1971-we-could-lose-two-hundred-million-people-nuclear-war-still-have

Robert Gates, From the Shadows: The Ultimate Insider's Story of Five Presidents and How they Won the Cold War (New York: Simon & Schuster, 1996), p. 114-115.

Intervista a Zbigniew Brzezinski, Il nuovo osservatore, 15-21 gennaio 1998 (tradotto in inglese https://archives.globalresearch.ca/articles/BRZ110A.html)

Fred Iklé, "The Modern Context", in Frank Barnett & Carnes Lord, eds, Guerra politica e operazioni psicologiche (National Defense University, 1988), p. 3-11.

Gates (1996), pagg. 143-147.

Wesley Clark prima del Commonwealth Club (California), 13 ottobre 2007, http://www.youtube.com/watch?v=Ha1rEhovONU; http://www.commonwealthclub.org/node/2827;

Alan Kuperman, “A Model Humanitarian Intervention? – Rivalutare la campagna della NATO in Libia ", Sicurezza internazionale, Vol. 38, n. 1, estate 2013, pagine 108-109.

https://www.hhs.gov/about/leadership/robert-kadlec/index.html        https://web.archive.org/web/20150527175801/https://www.nytimes.com/2001/11/25/world/nation-challenged-biological-warfare-turner-s-foundation-spend-millions-fight.html    https://mintpressnews.ru/head-of-the-hydra-the-rise-of-robert-kadlec/267584/

Robert Kadlec, "Twenty-First Century Germ Warfare", in Barry Schneider & Lawrence Grinter, Battlefield for the Future: Problemi di guerra del 21 ° secolo (Air War College, 1998), pag. 227-250.  https://www.amazon.com/Battlefield-Future-Century-Warfare-Issues/dp/B000W1ZZ4S

Robert Kadlec, "Armi biologiche per la guerra economica", in Barry Schneider & Lawrence Grinter, Battlefield for the Future: Problemi di guerra del 21 ° secolo (Air War College, 1998), pagg. 251-266.

https://web.archive.org/web/20200221213625/ http:/english.whiov.cas.cn/Exchange2016/International_Conferences2017/201712/U020171215362207340934.pdf

https://int.nyt.com/data/documenthelper/6824-2019-10-key-findings-and-after/05bd797500ea55be0724/optimized/full.pdf

https://en.wikipedia.org/wiki/Matthew_Pottinger     https://www.nytimes.com/2020/04/11/us/politics/coronavirus-trump-response.html

http://www.centerforhealthsecurity.org/event201/scenario.html  ; https://hub.jhu.edu/2019/11/06/event-201-health-security/    https://healthsecurity.csis.org/events/clade-x-pandemic-simulation-exercise/

https://edition.cnn.com/2020/09/09/politics/bob-woodward-rage-book-trump-coronavirus/index.html   Robert Woodward, Rage (New York: Simon & Schuster, 2020), pagg. Xiii-xv; 232-233.

https://www.biorxiv.org/content/10.1101/2020.05.01.073262v1.full.pdf    

https://www.researchgate.net/publication/339351990_Decoding_evolution_and_transmissions_of_novel_pneumonia_coronavirus_SARS-CoV-2_using_the_whole_genomic_data

https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC7231477/     https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC7231477/pdf/zr-41-3-247.pdf

https://www.pnas.org/content/early/2020/04/07/2004999117  

https://www.npr.org/2020/03/19/817974987/every-single-individual-must-stay-home-italy-s-coronavirus-deaths-pass-china-s?t=1585078575185

https://www.iss.it/primo-piano/-/asset_publisher/o4oGR9qmvUz9/content/cs-n%25C2%25B039-2020-studio-iss-su-acque-di-scarico-a-milano-e-torino-sars-cov-2-presente-gi%25C3%25A0-a-dicembre

https://www.reuters.com/article/us-health-coronavirus-italy-sewage/italy-sewage-study-suggests-covid-19-was-there-in-december-2019-idUSKBN23Q1J9

https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC7140597/

https://www.biorxiv.org/content/10.1101/2020.04.24.059576v2.full.pdf

http://www.rfi.fr/en/france/20200429-french-coronavirus-strain-may-be-local-and-may-not-have-come-from-china   http://s.rfi.fr/media/display/dceae608-89fb-11ea-b518-005056bf87d6/Pasteur.pdf  https://www.biorxiv.org/content/10.1101/2020.04.24.059576v2.full.pdf+html

https://www.scmp.com/news/china/society/article/3083599/france-had-covid-19-november-hospital-says-after-analysis-chest

https://www.sciencedirect.com/science/article/pii/S0924857920301643

https://www.theguardian.com/world/2020/may/04/french-hospital-discovers-covid-19-case-december-retested   https://www.bbc.com/news/world-europe-52526554   http://www.rfi.fr/en/france/20200504-france-first-covid-19-case-dates-back-to-december-flu-retest-shows-pneumonia

https://www.france24.com/en/20200505-france-s-first-known-covid-19-case-was-in-december

https://www.nj.com/coronavirus/2020/04/nj-mayor-thinks-he-had-coronavirus-2-months-before-1st-confirmed-case-in-us.html

https://www.biorxiv.org/content/10.1101/2020.02.17.951335v1.full

https://www.nature.com/articles/d41586-020-00364-2   

https://www.nationalgeographic.com/magazine/2020/08/how-devastating-pandemics-change-us-feature/

https://www.ncbi.nlm.nih.gov/books/NBK373319/

https://unlimitedhangout.com/2020/07/investigative-reports/darpas-man-in-wuhan/

Ola Tunander
Tunander è professore emerito di PRIO. Guarda anche wikipedia, hos PRIO, oltre a una bibliografia su Pietra d'acqua

Rilasciare artikler