Ordina qui l'edizione estiva

Cosa facciamo con il potere che ci è stato dato?

(QUESTO ARTICOLO È MACCHINA TRADOTTO da Google dal norvegese)

SV è, quindi per la prima volta al governo. Per tutti coloro che sono in SV da un po', deve essere vissuto come un traguardo importante. Uno degli scopi principali della gestione del lavoro politico di partito deve essere quello di ottenere il potere politico. Anche se alcuni membri di SV possono aver sognato il potere del governo, quasi nessuno avrebbe potuto immaginare che avremmo potuto ottenerlo senza doverlo condividere con altri. E nessuno può seriamente credere che SV, in quanto membro di un governo di coalizione, sarà in grado di evitare il compromesso. E quella parte del compromesso può essere difficile da digerire. Ad esempio, il raggiungimento di un sistema fiscale più equo è estremamente difficile. I ricchi quasi sempre se la caveranno in un modo o nell'altro.

Non sono affatto queste cose ovvie che hanno indotto la SV al governo a deludere molti dei nostri membri e sostenitori più fedeli. Sono soprattutto una serie di rivelazioni che ci hanno sorpreso e ci hanno colpito in modo quasi imbarazzante. In quasi tutti è fortemente coinvolto il cosiddetto ministro della conoscenza Øystein Djupedal.

Korfor un partito di sinistra socialista dovrebbe far emergere il fatto che l'inglese dovrebbe essere l'unica lingua straniera obbligatoria nella scuola secondaria, è difficile da capire per molti di noi. E diventa più difficile da capire ogni volta che Djupedal cerca di spiegare questa invenzione. Che ha preso piede anche nella dichiarazione di Soria Moria. Soprattutto per un partito socialista con un sano scetticismo sul dominio americano che ci circonda da tutte le parti e in tutte le aree, deve essere un po' un enigma che solo la lingua della superpotenza militare e culturale debba essere obbligatoria per gli alunni delle scuole norvegesi.

Almeno si può dire di questa idea fissa che in realtà fa parte della dichiarazione di Soria Moria. In questo modo, il membro del partito Djupedal ha almeno una copertura posteriore per la lotta per sbarazzarsi di francese, tedesco, spagnolo, russo o altri aspetti fastidiosi della giornata scolastica, non importa quanto incomprensibili siano. Ma Djupedal e il nostro governo si occupano di un'altra area importante contrario con quanto scritto nella dichiarazione: Le promesse di rafforzare l'educazione degli adulti sono state tutte dimenticate! Invece, Djupedal e il governo hanno scelto di mantenere la proposta di Bondevik di nuovi drastici tagli al sostegno all'educazione volontaria degli adulti! Durante l'elaborazione del bilancio dello scorso anno, i gruppi di partito nel comitato KUF hanno concordato di aumentare le indennità per i sindacati studenteschi fino a 25 milioni di NOK rispetto al livello del 2004, mentre la proposta prevede ora una riduzione di 54 milioni!

Che questo arriva in cima di tagli su diversi anni e può semplicemente portare alla demolizione di gran parte di ciò che ancora esiste di tali offerte, chiaramente non è abbastanza importante perché il governo risparmi almeno abbastanza denaro per mantenere il sostegno al basso livello di quest'anno. Questo è davvero incomprensibile! Questo da solo può davvero rendermi felice di aver convinto un governo di sinistra ad andare a letto per me.

Leiv Ellingsen è un veterano di SV e lavora al Ministero della Modernizzazione.

Potrebbe piacerti anche