migranti: La famiglia Fazili è migrante. Registrano i telefoni cellulari del loro pericoloso viaggio dall'Afghanistan attraverso la rotta dei migranti nei Balcani e verso un futuro incerto in Europa.

Gray è un critico cinematografico regolare in MODERN TIMES.
E-mail: carmengray@gmail.com
Pubblicato: 2019-12-31
Viaggiatore di mezzanotte
Regisør: Hassan Fazili
(USA, Regno Unito, Qatar, Canada)

regista Hassan Fazili è fuggito in Tagikistan con sua moglie e due figlie nel 2015, dopo che i talebani lo hanno condannato a morte. Aveva gestito un caffè afghanistan del capitale, Kabul, che era un luogo d'incontro creativo per artisti. La visione progressista di Fazili - secondo cui uomini e donne potevano sedere nello stesso caffè - era considerata una minaccia dai mullah, per non parlare del film che aveva realizzato su un leader talebano.

Percorso pericoloso per i migranti

Il rifiuto dell'asilo ha portato a un rischioso ritorno in Afghanistan. Seguendo i suggerimenti di un amico intimo secondo cui Hassan sarebbe stato presto arrestato, la famiglia decise di intraprendere un viaggio di 560 miglia e cercare sicurezza in Europa. Lungo la strada sulla pericolosa rotta dei migranti attraverso i Balcani occidentali verso l'Ungheria, hanno registrato con tre telefoni cellulari. Il filmato è stato editato insieme in un documentario integrale,


Caro lettore. Devi essere abbonato (69 SEK / mese) per leggere altri articoli oggi. Torna domani o accedi se hai un abbonamento.


Chiudi


Abbonamento NOK 195 quarti