Abbonamento 790/anno o 190/trimestre

Amico critico degli Stati Uniti

Libro di facile lettura e informativo che aumenterà notevolmente la tua comprensione degli Stati Uniti.




(QUESTO ARTICOLO È TRADOTTO DA Google dal norvegese)

La vita quotidiana norvegese è molto influenzata da ciò che accade negli Stati Uniti e la maggior parte dei norvegesi ha una relazione conscia o inconscia con gli Stati Uniti. Attraverso film, TV e altri media, e non ultimo storicamente, la maggior parte dei norvegesi è in un modo o nell'altro interessata agli Stati Uniti.

Allo stesso tempo, la comprensione dello sviluppo politico e sociale non è presente nella stessa misura. Comprendiamo cosa sta succedendo, ma non necessariamente capiamo perché e come. Lo stesso si può dire della comprensione del carattere nazionale americano. Il professore universitario e amico americano Ole O. Moen si è posto l'obiettivo di cambiare questa situazione attraverso il suo libro, STATI UNITI D'AMERICA. Il diverso paese dell'ovest. Anche l'ex ministro degli Esteri Jan Petersen ha voluto presentarsi come un amico degli Stati Uniti, che di tanto in tanto può criticare e non essere d'accordo con la politica perseguita dagli Stati Uniti. Petersen ha avuto poco successo con questo disaccordo critico. Moen prova lo stesso e ci riesce in misura molto maggiore.

Società di classe

In un libro relativamente facile da leggere, Moen passa in rassegna la stragrande maggioranza degli aspetti degli Stati Uniti. Il libro è pieno di fatti e informazioni e consente al lettore di comprendere meglio le cose incomprensibili sugli Stati Uniti. Moen si occupa anche della resistenza riscontrata in alcuni segmenti della popolazione americana contro misure speciali per gruppi precedentemente discriminati.

Mette in luce l'ipocrisia di questo fatto, poiché gli stessi segmenti non sembrano vedere alcun problema con misure speciali a loro vantaggio. Si tratta spesso di persone provenienti da famiglie ricche, che hanno ricevuto un trattamento speciale per tutta la vita a causa dei loro legami familiari, e spesso finiscono con un'istruzione in università alle quali non hanno i voti per accedere, se i loro risultati accademici dovessero decidere. Lo stesso si può dire delle stelle dello sport che ottengono l’accesso alle migliori università, spesso con voti mediocri o mediocri nelle materie accademiche.

L'attuale presidente, George W. Bush, e l'ex vicepresidente Dan Quayle sono citati come esempi di persone che sono entrate nelle migliori università grazie a legami familiari. Sebbene agli americani spesso piaccia pensare a se stessi come a una società senza classi, a differenza, ad esempio, dell’Europa, questo non è sempre vero. La divisione in classi esiste anche negli Stati Uniti, anche se in forme leggermente diverse.

Miti e indottrinamento

Moen si occupa anche dell '"indottrinamento" a cui gli americani sono esposti fin dall'infanzia, inclusa l'idea degli Stati Uniti come la migliore di tutte le nazioni, e dei suoi effetti. La maggior parte delle persone che sono state negli Stati Uniti possono testimoniare la visione condiscendente di tutto ciò che si trova al di fuori dei confini del paese che spesso si riscontra tra persone altrimenti ben istruite, e a molti studenti norvegesi delle università americane è stato chiesto se esiste democrazia in Norvegia, se esiste sono le strade asfaltate in Norvegia e se gli orsi polari vagano effettivamente per le strade.

Nel libro, Moen affronta anche alcuni dei miti che dominano la comprensione della realtà negli Stati Uniti, incluso il mito secondo cui tutti i mass media sono di sinistra. Questa e altre caratteristiche affrontate da Moen sono in realtà in una certa misura applicabili anche in Norvegia, e dovrebbero forse far accendere qualche spia di allarme nel nostro Paese.

Inizialmente, si dice che Moen volesse scrivere un libro introduttivo di 200 pagine, ma alla fine si ritrovò con 349 pagine. Tuttavia, ci sono una serie di cose che si vorrebbe approfondire: il libro fornisce una discreta introduzione alle origini dei vari think tank con motivazioni diverse che troviamo negli Stati Uniti, e si intravede il potere che hanno .

Critica unilaterale

Ciò che forse sfugge, però, è la spiegazione di come viene creata questa forza, ovvero con l’aiuto di una rete gigantesca. I collegamenti tra questi think tank e con i conglomerati industriali avrebbero potuto vantaggiosamente essere ulteriormente sviluppati. Un altro problema è che lo scetticismo di Moen nei confronti dell'attuale amministrazione è molto chiaro, ma nel libro vengono presentate solo le critiche della sinistra americana. La squadra attorno a George W. Bush riceve anche un forte sostegno da ultraconservatori come Pat Buchanan, cosa che non è menzionata nel libro.

Come ho detto, ciò può essere spiegato dallo spazio limitato e fino a questo punto è comprensibile. Questo è un libro che aumenterà considerevolmente la tua comprensione degli Stati Uniti, ma soffre di un grosso limite: ciò che gli impedisce di diventare l'opera di riferimento che chiunque pensi qualcosa sugli Stati Uniti dovrebbe avere sulla propria scrivania è qualcosa di così semplice che manca un indice. Ciò avrebbe reso le informazioni molto più facili da accedere.

Shoaib Sultan

Ole O. Moen

"Stati Uniti. Il diverso paese dell’Occidente»

La cappella 2005

Potrebbe piacerti anche