Abbonamento 790/anno o 190/trimestre

La guerra in Ucraina: qual è il ruolo degli Stati Uniti?

FREDRIK S.HEFFERMEHL
FREDRIK S. HEFFERMEHL
Heffermehl è un avvocato e scrittore. Ultimo libro Il dorso della medaglia. Premio Nobel per la Pace: cento anni di opportunità inutilizzate.
USA/RUSSIA / È stato un giorno triste per il mondo, ma la spaventosa azione militare della Russia non dovrebbe impedirci di guardare al ruolo dell'America nella situazione che si è creata.




(QUESTO ARTICOLO È TRADOTTO DA Google dal norvegese)

Mentre il mondo è scosso e disperato per l'attacco militare in Ucraina, temo che l'umore sia diverso nei circoli dirigenti statunitensi e nel quartier generale della NATO. Hanno avuto ragione sul fatto che la Russia intervenisse militarmente. E Putin ha alimentato la massiccia propaganda sulla sua crudeltà e dispotismo.

Il Consiglio di sicurezza si è riunito giovedì mattina, ora norvegese, come sempre deve e deve accadere in una situazione che minaccia la pace e la sicurezza internazionale. Ma ancora una volta il Consiglio si è riunito per dare all'Occidente la possibilità di condannare la Russia. Il consiglio avrebbe dovuto tenere due riunioni questa settimana. Secondo la Carta delle Nazioni Unite, le massicce sanzioni occidentali avrebbero dovuto avere anche il consenso del Consiglio di sicurezza.

È un giorno triste per il mondo, ma la spaventosa azione militare della Russia non dovrebbe impedirci di considerare il ruolo dell'America nella situazione che si è venuta a creare. Stimolando la crisi ucraina, i leader del paese sono riusciti a distogliere l'attenzione dai loro enormi problemi interni e sono stati in grado di far avanzare le loro posizioni internazionali a passi da gigante. Ciò vale, ad esempio, per il processo di consolidamento, completamento e armonizzazione del sistema nazionale di 800 basi in 80 paesi (la Russia ne ha circa 20). L'auspicio è quello di ottenere accordi quanto più uniformi e un funzionamento senza intoppi delle basi. Anche la regione nordica avrà sempre più "stivali sul terreno" americani. La Danimarca vuole una maggiore presenza di forze dagli Stati Uniti. La Norvegia è in procinto di accettare quattro basi militari americane. La Svezia ha un partenariato militare sempre più stretto. Il lavoro volto a rafforzare la più grande potenza militare della storia ha avuto buoni risultati grazie alla massimizzazione della crisi Ukraina.

Al momento in cui scriviamo, tutti i piani che i russi avranno per l’invasione dell’Ucraina non sono ancora stati del tutto chiariti.

USA/NATO

Mentre siamo inorriditi dalla Russia, non dovremmo dimenticare di mettere in discussione i nostri rapporti con essa USA e il nostro ruolo nell’apparato militare più potente della storia mondiale. E dobbiamo verificare consapevolmente tutte le dichiarazioni nella e sulla politica internazionale: il campo è permeato di propaganda, distorsioni della verità e vere e proprie bugie. Il segretario generale della NATO Jens Stoltenberg ha ripetutamente attribuito la responsabilità della crisi direttamente alla Russia, mentre io ho sostenuto il contrario. Il quadro a lungo termine è che gli USA/NATO hanno costantemente esercitato pressioni e accerchiato militarmente la Russia. Gli USA/NATO avrebbero dovuto sfruttare la meraviglia della prudenza e della volontà di disarmare che Gorbaciov rappresentava alla fine degli anni ’1980. Un mondo di cooperazione, pace e disarmo era a portata di mano. Ma il complesso militare-industriale, che detiene il vero potere negli Stati Uniti, dipende dalla capacità di respingere ogni approccio alla comprensione e all’ordine nel mondo. Nel 1990, l'esercito americano riuscì nella sua campagna per evitare la riduzione dei bilanci militari, ben lontana da una tutela patriottica degli interessi del popolo americano. E lontano dagli interessi dei paesi nordici, che ora sono sempre più coinvolti nella cooperazione militare con gli Stati Uniti politicamente vacillanti.

Vi sono dubbi sulla possibilità che il Paese possa tenere le prossime elezioni senza una guerra civile Trump o qualcosa di ancora peggio potrebbe essere rieletto. Allora non possiamo riporre la nostra fiducia negli Stati Uniti civili. Deve essere il complesso militare-industriale di cui ci fidiamo. Nel mio ultimo libro, Il rovescio della medaglia», descrivo il potere militare negli Stati Uniti come quello criminale il sopramondo, una struttura di potere potente e di vasta portata, molto più mortale e dannosa del mondo sotterraneo. Un paese dopo l'altro è stato distrutto perché si è opposto ai desideri dell'America.

Un mondo di cooperazione, pace e disarmo era a portata di mano.

Gli Stati Uniti hanno cattive intenzioni, anche nei nostri confronti. Gli obiettivi e il pensiero del Paese possono essere letti chiaramente nelle analisi preparate dal think tank della Rand Corporation. La Rand è orgogliosa di aver vinto la Guerra Fredda costringendo la Russia ad una corsa agli armamenti tale da spezzarle il collo. In un rapporto del 2019, Rand raccomanda il boicottaggio del petrolio, l’emigrazione degli accademici russi, la costruzione di basi lungo il confine russo – o di grande attualità: “Fornendo all’Ucraina armi letali, saremo in grado di sfruttare la più grande vulnerabilità della Russia”. Allo stesso tempo, avverte Rand, tali aiuti agli armamenti “devono essere attentamente calibrati per aumentare i costi per la Russia”. Tale estrema viltà politica ha come obiettivo il cambiamento di regime. È saggio presumere che i leader russi abbiano letto questo documento dal 2019 [vedi sotto].

Norvegia e Danimarca

Che dire dei piani militari per la Norvegia e i paesi nordici? Naturalmente non ci saranno armi nucleari sulle basi o sulle navi da guerra in avvicinamento, ci viene detto. Ma è così ovvio? Mi presento Il rovescio della medaglia che non ci si può fidare degli Stati Uniti. Il ministro della Difesa norvegese una volta ordinò che le navi da guerra americane nelle acque norvegesi dovessero promettere di non avere armi nucleari a bordo. Non era così. Alla fine ha dovuto ammettere nello Storting che la Norvegia ricordava solo le leggi e i regolamenti norvegesi e che gli americani non avevano ricevuto alcuna promessa. In tali questioni non possiamo fidarci dei nostri ministri.

Un giornalista danese, Poul Brink, 30 anni fa doveva realizzare un servizio sui lavoratori che si erano ammalati dopo aver raccolto neve radioattiva dopo un incidente aereo americano in Groenlandia. Dopo anni di scavi, Brink scoprì che gli Stati Uniti avevano armi nucleari nella base di Thule. Due primi ministri danesi, H.C. Hansen e Jens Otto Krag, avevano mentito e accettato segretamente armi nucleari sul suolo danese. Avevano inoltre convenuto che le autorità danesi non avrebbero mai dovuto dire nulla che potesse danneggiare o comportare una responsabilità per danni da parte dell'esercito americano. Come mostro nel libro, alle spalle del popolo danese, il governo aveva concordato con gli Stati Uniti di abrogare la legge danese, compreso il diritto dei lavoratori danesi al risarcimento degli infortuni sul lavoro.

È assolutamente necessaria un’ampia discussione nazionale prima che i piani vadano avanti, ma tutte le discussioni sulla nostra politica di alleanza sono rese difficili dal linguaggio manipolativo. Quando la Norvegia nel 1949 entrò nel NATO abbiamo promesso all’Unione Sovietica di non aprire basi alle potenze straniere. Ora si sente dire che ciò che otterremo non saranno le basi, perché nell'accordo si parla di "aree riunificate". Ci sono molte notizie come questa.

Esercizi di camuffamento verbale

Recentemente ho controllato gli articoli dei giornali del 2014 e ho scoperto che l’affermazione dell’invasione russa e dell’annessione della Crimea deve essere un numero di propaganda, ripetuto così spesso che tutti ci credono e lo ripetono senza controllare se l’esercito russo sia davvero entrato. La verità scompare dietro un muro di esercizi di mimetizzazione verbale. La guerra si trasforma in intervento umanitario, la Libia viene bombardata per essere protetta. L’ordine mondiale “basato su regole” autoprodotto dagli Stati Uniti ha sostituito l’“ordine mondiale basato sulla legge” della Carta delle Nazioni Unite e i primi ministri, i ministri degli esteri e i ministri della difesa di 30 paesi parlano la lingua della NATO con una pronuncia perfetta.

Chi sarà il presidente e con che tipo di Stati Uniti avremo a che fare tra due o tre anni? È impossibile concludere accordi con un paese sull’orlo del caos, della disintegrazione e della violenza. Tutti gli amici del popolo e della cultura americana – mi considero uno di loro – devono ora aiutare l’America a smantellare il suo impero, il suo complesso militare-industriale e a frenare le sue tendenze violente. Aumentare la presenza militare statunitense nei paesi nordici non è sicuramente un passo nella giusta direzione. Dobbiamo mantenere la calma e non lasciare che gli sviluppi in Ucraina ci spaventino ulteriormente e ci spingano tra le braccia degli Stati Uniti.

Vedi anche «Sovraestensione e sbilanciamento della Russia» rand.org/pubs/research_briefs/RB10014.html

- proprio annuncio -

Ultimi commenti:

Articoli Recenti

Il pianeta umano

SAGGIO: Cosa si nasconde realmente nel termine “antropocene” come termine per l’era in cui ci troviamo ora? L’Antropocene si riferisce ai molti modi in cui noi esseri umani abbiamo trasformato il mondo e lo abbiamo ricreato a nostra immagine. Ma c’è stata una discussione tra biologi, antropologi, geologi e altre discipline su cosa significhi effettivamente il termine.

Il desiderio, secondo Lacan, è impossibile da afferrare

PSICOLOGIA: Blaise Pascal fu una figura contraddittoria: fu uno dei matematici e scienziati più importanti di tutti i tempi, ma allo stesso tempo un cattolico piuttosto severo e dogmatico. Per dogmatico si intende principalmente il fatto che egli sottolineava una chiara distinzione tra fede e conoscenza. E chiediti: esiste una differenza tra la "verità dell'idiozia" e l'"idiozia della verità"?

La resistenza della NATO, un germoglio per SF e Orientering

PARTITO LAVORATORE: La forza trainante del movimento operaio ha manipolato la Norvegia obbligandola ad un matrimonio militare, politico ed economico con il blocco capitalista occidentale della NATO. Quali metodi ha utilizzato la leadership del Partito Laburista per ottenere la maggioranza e come è stata organizzata la prima opposizione? Sigurd Evensmo era redattore culturale dell'Arbeiderbladet quando furono annunciati i primi progressi della NATO. Quando il partito iscrisse la Norvegia all'alleanza nel 1949, lasciò la presidenza del redattore e si dimise dal partito laburista.

Il privato è politico

ATTIVISMO: Uno degli obiettivi principali del clero iraniano, dei politici e delle persone che sostengono il clero è quello di tenere le donne e tutto ciò che riguarda loro fuori dalla sfera pubblica. Ma la candidata al Premio Nobel Masih Alinejad sta dando voce alle donne oppresse dell’Iran attraverso i media sociali e globali. L'onestà, senza pretese, è una parte importante della vita e della scrittura di Alinejad.

Progresso nei tempi bui

FUTURO: Con crisi da tutte le parti, è diventato difficile affermare che il mondo sta andando avanti progressivamente. Nel suo nuovo libro Fortschritt und Regression, Rahel Jaeggi si attiene tuttavia all'idea di progresso. La società non mira a obiettivi intrinseci: risolvono principalmente i problemi, afferma.

Un rinnovamento della critica dell’ideologia

ALIENAZIONE: Questo piccolo libro di Rahel Jaeggi è stimolante e utile, in un'epoca in cui la critica dell'ideologia e l'ermeneutica del sospetto sono messe sotto pressione, tra l'altro da parte di persone che coltivano la “presenza” e la quotidianità. E se le nostre azioni e istituzioni si svuotassero di significato e andassero con il pilota automatico, verremmo percepiti come alienati?

C'era una volta

GAZZA: Istantanee da una Gaza che non c'è più. Una volta tutti passavano per Gaza. E per tutti era l'"Atene dell'Asia", perché era un centro di filosofia. Gaza fu conquistata, e fu ottomana dal 1516, britannica dal 1917, egiziana dal 1948 – e infine israeliana dal 1967. Nella vecchia Gaza, vedevi ragazze in minigonna, ragazze con whisky e sigarette, ragazze che ballavano e ragazze che dipingevano all'opera d'arte. accademia. E la casa da tè ottomana Beit Sitti era un ritrovo di intellettuali, musicisti e artisti. C'erano anche un gruppo rock e un centro yoga, e pizzeria Italiano e granita... Ma oggi?

Le basi biopolitiche della società moderna

FILOSOFIA: Un corpo immune è inteso come protetto contro gli invasori esterni. Ma come ha accennato Esposito, l’immunità biologica ha avuto anche un significato storico politico e militare.

Ne ero completamente fuori

Tema: L'autore Hanne Ramsdal racconta qui cosa significa essere messi fuori combattimento e tornare di nuovo. Una commozione cerebrale provoca, tra le altre cose, che il cervello non è in grado di sopprimere impressioni ed emozioni.

Quando vuoi disciplinare silenziosamente la ricerca

PRIORITÀ: Molti di coloro che sollevano domande sulla legittimità delle guerre americane sembrano essere stati spinti fuori dalla ricerca e dalle istituzioni dei media. Un esempio qui è l'Institute for Peace Research (PRIO), che ha avuto ricercatori che storicamente sono stati critici nei confronti di qualsiasi guerra di aggressione, che è improbabile che appartenessero agli amici intimi delle armi nucleari.

La Spagna è uno stato terrorista?

SPAGNA: Il Paese riceve aspre critiche a livello internazionale per l'uso estensivo della tortura da parte della polizia e della Guardia Civile, che non viene mai perseguita. I ribelli del regime vengono incarcerati per sciocchezze. Le accuse e le obiezioni europee vengono ignorate.

C'è qualche motivo per tifare per il vaccino corona?

COVID19: Dal lato pubblico, non viene espresso alcun reale scetticismo sul vaccino corona: la vaccinazione è raccomandata e le persone sono positive sul vaccino. Ma l'adozione del vaccino si basa su una decisione informata o su una cieca speranza per una normale vita quotidiana?

I comandanti militari volevano spazzare via l'Unione Sovietica e la Cina, ma Kennedy si oppose

Militare: Consideriamo il pensiero militare strategico americano (SAC) dal 1950 ad oggi. La guerra economica sarà integrata da una guerra biologica?

Nostalgia

Bjørnboe: In questo saggio, la figlia maggiore di Jens Bjørneboe riflette su un lato psicologico meno noto di suo padre.

Arrestato e messo in isolamento per il blocco Y

BLOCCO Y: Cinque manifestanti sono stati portati via ieri, tra cui Ellen de Vibe, ex direttrice dell'agenzia di pianificazione e costruzione di Oslo. Allo stesso tempo, l'interno Y è finito in container.

Un ragazzo del coro perdonato, purificato e unto

Le pinze: L'industria finanziaria prende il controllo del pubblico norvegese.

Il nuovo film di Michael Moore: Critical to alternative energy

AmbientePer molti, le soluzioni di energia verde sono solo un nuovo modo per fare soldi, afferma il direttore Jeff Gibbs.

La pandemia creerà un nuovo ordine mondiale

Mike Davis: Secondo l'attivista e storico Mike Davis, ci sono fino a 400 tipi di coronavirus nei bacini selvatici, come tra i pipistrelli, che aspettano solo di infettare altri animali e persone.

Lo sciamano e l'ingegnere norvegese

COMUNITÀ: L'attesa di un paradiso libero dal progresso moderno si è trasformata nella storia del contrario, ma soprattutto Newtopia parla di due uomini molto diversi che si sostengono e si aiutano a vicenda quando la vita è più brutale.

Esposizione senza pelle

Anoressia: spudorata Lene Marie Fossen usa il proprio corpo tormentato come una tela per il dolore, il dolore e il desiderio nella sua serie di autoritratti – rilevanti sia nel film documentario Auto ritratto e nella mostra Gatekeeper.