Ordina qui l'edizione estiva

Coranoide

(QUESTO ARTICOLO È MACCHINA TRADOTTO da Google dal norvegese)

Autistico pazzo negli alloggi HVPU. Norvegese musulmano, legge solo arabo, parla solo norvegese. Freneticamente preoccupato che tutto dovrebbe essere halal e che le preghiere dovrebbero aver luogo al momento giusto. Vuoi che l'intera casa sia halal. Il personale cerca di cambiare il suo schema creando una continuazione immaginaria del Corano. Metà del libro sono manoscritti fittizi lasciati da un ricercatore di religione orientato filologicamente.

Dopo aver letto per un po', ho pensato che il titolo si riferisse alla koranoia del lettore, e ho pensato che fosse un modo ingegnoso per mostrare lo sguardo koranoide dei norvegesi. Che il tipico lettore norvegese non è in grado di vedere in un musulmano altro che intrappolato dalla religione, che è lo sguardo che determina il contenuto. Ma poi si scopre che mi sbaglio. Anche se l'autore è Koranoid quindi lo farà, è ovviamente una lotta contro il religioso che è l'obiettivo. E lo farà con umorismo. In qualche modo dovrebbe essere permesso prendere in giro tutto. Uno

Ora-che-abbiamo-scherzato-con-i-cristiani-bisogna-essere-blasfemi-anche-contro-i-musulmani-libro. Il superego morale è ancora più interessante: noi, i lettori norvegesi liberal-ortodossi, dobbiamo cambiare religione

follia.

Il libro è in fase orale. Ovviamente è molto bello avere delle feci sul tappeto da preghiera, è disgustoso. O quando dice che i suoni in arabo suonano come cercare di vomitare o come "quando cerchi di far uscire le feci dal retto". Ci sono leader di setta che pisciano sulla gamba dell'ospite. Il libro è pieno di secrezioni, emorroidi e cacca. Tutto è cambiato sul palcoscenico russo in "La più alta prova di devozione è venire alla moschea con la barba dello studente piena di sangue mestruale vivo".

L'idea della follia religiosa, che dà molte regole folli per una persona autistica, è buona, ma invadentemente stupida quando devi intendere l'Islam come autismo. Il libro è in una certa misura un'istantanea del periodo coranoide, quando i libri di PK che criticavano l'Islam ei musulmani erano mainstream. Il libro è a volte abbastanza ben scritto e una buona tecnica di narrazione, ma con troppi anacronismi perché duri. È la visione moderna di Olafsen dei classici temi coranici come il velo delle donne e le regole alimentari, che governa tutte le osservazioni. È abbastanza festoso quando vedi cattivi scrittori come Olafsen che descrivono le osservazioni di un medico del 1700 ° secolo e mettono i propri pregiudizi e presupposti agli occhi degli altri. È come guardare film di fantascienza di 30 anni, dove voli tra Saturno e Marte, e hai tagli di capelli presi dalle pop star degli anni '1970, e quando squilla, il telefono è cablato. A volte è divertente. Come l'editore abbia lasciato le ultime venti pagine del flusso di coscienza è un mistero e interessante nella storia della letteratura. Questo è ciò che i giovani studenti scrivono in hashish. Per me, a cui piace l'editore Egne, è interessante vederlo stampato da un editore con un logo.

Non c'è dubbio che questo è uno scrittore che ha fallito all'università, e quindi ha lavorato molto in hvpu. È il tentativo di vendetta dell'autodidatta per l'insuccesso. Soffre di una chiara sindrome di Heyerdal: io ho ragione e tutti gli altri hanno torto. Sono gli "esperti" che abusano della loro posizione, ovviamente rappresentati da Humboldt che non ascolterà teorie che non rientrano nel sistema. Ben presentato con il termine "eresia ortodossa".

Perché Gyldendal non poteva sfidare il lettore con le proprie nozioni paranoiche, dove non era la carne di haram la grande paura, ma quella del vicino, una carne di cane mista nordcoreana nel pacco di salame? E ha discusso se andava bene se l'intero dipartimento norvegese mangiava o meno carne di cane. Il motivo, ovviamente, è che allora non sarebbe mai stato stampato. Il fatto che l'editore pubblichi il libro con uno pseudonimo è solo uno stratagemma di vendita e funziona. Nessuno altrimenti penserebbe di acquistare un libro del genere. Certo, ci sono mostri, ma nessuno si sarebbe preso la briga di preoccuparsi se questo libro avesse avuto il posto che meritava, in un cassetto infantile della scrivania.

Sì ragazzi, premiamo una foto di un arabo che fa la cacca su una foto della famiglia reale e si pulisce il culo con la bandiera norvegese in modo che la cacca puzzi. Com'è divertente provocare. I bastardi norvegesi devono fare i conti con questo, allora non possiamo considerare nulla di sacro. Non dovrebbe essere permesso attaccare la bandiera norvegese con la cacca adesso? (E poi siamo d'accordo con Shabana Rehman. Lo facciamo per le puttane oppresse in Norvegia). .

Se non fosse stato anti-islamico, ovviamente non sarebbe mai stato stampato. Fai un test di ebraico e questo libro finisce nella spazzatura. No, Olafsen, non sei adatto a fare altro che il turno di notte e le leccate di fica.

Potrebbe piacerti anche