L'Impero può reagire dopo la Brexit?


IMPERIALISMO NOSTALGICO: TEMPI MODERNI esamina due libri in vista della futura politica di Boris Johnson. Le immersioni selettive e nostalgiche nella storia dell'Impero britannico sono una buona ricetta per plasmare la politica o il futuro post britannico Brexit?

Campanella è affiliata al Future of the World, il Center for the Governance of Change della IE Business School di Madrid e, insieme a Marta Dassu, ha scritto Anglo Nostalgia: The Politics of Emotion in a Fractured West.
E-mail: edoardo@nytid.com
Pubblicato: 2019-10-01
I vittoriani: dodici titani che forgiarono la Gran Bretagna
Autore: Jacob Rees-Mogg
WH Allen, Regno Unito

I più convinti sostenitori della Brexit nel parlamento britannico sono alcuni colpi di scena - ma l'autore della Camera dei Comuni, Jacob Rees-Mogg, è forse il più eccentrico di tutti. È quasi una caricatura di un inglese: cresciuto in una famiglia cattolica di classe superiore come figlio del caporedattore del Times, con affiliazioni aristocratiche e abiti su misura che non si adattavano molto bene. L'economista lo ha definito "il passaporto blu in forma umana, la cabina telefonica rossa dal vivo e il Royal Yacht Britannica in abiti a strisce" per sottolineare quanto sia inglese. Altri invece lo prendono in giro con una frase del libro di John Le Carré Call for the Dead chiamandolo "il sogno di una barista di un gentiluomo".

Ma Rees-Moggs non è solo nostalgia personificata, ma è stato anche un importante sostenitore della lotta di successo di Boris Johnson per diventare primo ministro, ed è ora un membro del governo di Johnson. Rees-Moggs ritiene che l'unico modo per riportare l'Impero britannico al suo apice sia lasciare l'Unione europea. Preferirebbe tornare alla fine dell'era vittoriana, al periodo prima La Gran Bretagna finì per essere una delle tante nazioni ordinarie.

I vittoriani è il tentativo di Rees-Mogg di riempire di idee e sogni. Se non diversamente indicato, il libro mostra come i seguaci della Brexit manipolano la storia in modo strategico. Immerso nella nostalgia per un tempo che non esiste più - se è esistito del tutto - l'obiettivo del libro è indurre gli inglesi a credere che la nazione sarebbe ancora un fattore di potere globale se non fosse per la maglia coercitiva imposta loro dall'UE.

ragazzo del club

Ispirato al classico di Lytton Strachey Eminenti vittoriani (1918), che comprende quattro biografie di epoca vittoriana, il libro di Rees-Mogg è composto da saggi su dodici persone a cui dà il merito di aver creato la Gran Bretagna moderna. Tra questi ci sono quattro statisti: Lord Palmerston, Robert Peel, William Gladstone e Benjamin Disraeli; due picchi militari: Robert Napier e Charles Gordon; gli avvocati Albert Venn Dicey; giocatore di cricket WG Grace; l'architetto Augustus Pugin (The Big Ben Clock Tower) e William Sleeman, che amministrarono l'India britannica. Se non fosse stato per la regina ...


Caro lettore. Hai già letto i 4 articoli gratuiti del mese. Che ne dici di supportare i TEMPI MODERNI disegnando una corsa online Abbonamento per libero accesso a tutti gli articoli?
Abbonamento NOK 195 / trimestre

Lascia un commento

(Usiamo Akismet per ridurre lo spam.)