Ordina qui l'edizione primaverile con il documento di avvertimento

"Israele è aperto e pluralista"

Il direttore di Ny Tids fa false affermazioni su Israele, ritiene l'ambasciatore.

(Tradotto automaticamente da Norsk di Gtranslate (esteso Google))

Truls Lie ha menzionato il fatto che stavo guardando il documentario Vita Activa sull'eredità di Hannah Arendt, seguita da due guardie giurate. Ha anche incluso nel programma dell'evento che Rina Rosh, la partecipante israeliana al panel, lavora nella "Gerusalemme est occupata".

Ciò che questi due fatti hanno in comune è che sono completamente irrilevanti per Hannah Arendt e la sua filosofia. D'altra parte, gli esempi sono chiaramente ciò che ho espresso nel mio discorso all'evento – ci sono persone che non sono interessate al lavoro di Arendt di per séma piuttosto usarlo come rimedio nella loro campagna anti-israeliana. Truls Lie è chiaramente uno di questi.

Il suo pregiudizio sta arrivando chiaramente quando scrive che molti vedono Israele come una forma moderna di uno stato totalitario, e che quello in Israele può essere punito per aver chiesto il boicottaggio. Posso descrivere questo come "fatti alternativi", ma preferisco essere meno diplomatico – queste sono semplicemente bugie. Ci sono innumerevoli esempi di Israele come società aperta e pluralista, come la Knesset israeliana, il nostro parlamento democraticamente eletto. Alla Knesset ci sono circa 15 parlamentari musulmani (su 120 rappresentanti), che si considerano cittadini israeliani di origine palestinese e che esprimono liberamente le loro opinioni. Solo una persona ignorante può esprimersi sull '"esclusione delle opinioni palestinesi" in Israele.

Da quando ha menzionato Lie il fatto che fossi presente all'evento con due guardie giurate, vorrei ricordare che queste sono norvegesi. Appartengono al PST e mi sono stati assegnati dal primo momento in cui ho messo piede sul suolo norvegese, in base al quadro della minaccia a cui sono esposto. In altre parole, non ho guardie di sicurezza XNUMX ore su XNUMX per una forma di orgoglio, per paranoia o perché mi piace, ma per decisioni prese dalle autorità norvegesi. Suggerisco a Truls Lie di porsi la questione della misura in cui idee distorte e tendenziose su Israele, come le esprime nel suo articolo, possono contribuire all'atmosfera che richiede la presenza di guardie di sicurezza intorno a me.

- annuncio pubblicitario -

Schutz è l'ambasciatore di Israele in Norvegia (vedi anche intervista e video in Ny Tid settembre 2015)

Dai una risposta

Inserisci il tuo commento!
Inserisci qui il tuo nome

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati dei tuoi commenti.

A proposito di Assange, tortura e punizioneNils Melzer, relatore speciale delle Nazioni Unite sulla tortura e altri trattamenti o pene crudeli, inumani o degradanti, dice quanto segue su Assange:
Con spina dorsale e bussola etica intatteAVVISO Abbiamo bisogno di una cultura dei media e di una società basata su responsabilità e verità. Oggi non lo abbiamo.
Espediente / Teoria del trucco (di Sianne Ngai)Sianne Ngai è una delle teoriche culturali marxiste più originali della sua generazione. Ma sembra desiderosa di trascinare l'estetica nel fango.
Scioglimento della convivenza / Le rotture coniugali nell'Africa subsahariana musulmana (di Alhassane A. Najoum)È costoso sposarsi in Niger anche se il prezzo della sposa varia e, in caso di divorzio, le donne sono obbligate a rimborsare il prezzo della sposa.
Etica / Quali sono i principi etici alla base delle prime punture di vaccino?Dietro la strategia di vaccinazione delle autorità c'è un caos etico.
Cronaca / La Norvegia al vertice dell'Europa nel nazionalismo?Sentiamo costantemente che la Norvegia è il miglior paese del mondo, ma questo non è necessariamente il caso della stragrande maggioranza dei norvegesi e delle persone che si trasferiscono qui.
Filosofia / Disobbedire! Una filosofia di resistenza (di Frédéric Gros) Perché, dove, quando e per quanto tempo siamo obbedienti?
Mitologie / Il cacciatore celeste (di Roberto Calasso)Nei quattordici saggi di Calasso ci troviamo spesso tra mito e scienza.
Cina / La conquista silenziosa. Come la Cina sta minando le democrazie occidentali e riorganizzando il mondo (di Clive Hamilton e Mareike Ohlberg)È noto che la Cina sotto Xi Jinping si è sviluppata in una direzione autocratica. Gli autori mostrano come l'effetto si sia diffuso nel resto del mondo.
Nawal el-saadawi / Nawal El-Saadawi – in promemoriaUna conversazione su libertà, libertà di parola, democrazia ed élite in Egitto.
Necrologio / In memoria di Nawal El-SaadawiSenza compromessi, ha parlato contro il potere. Adesso se n'è andata, ha 89 anni. L'autrice, medico e femminista Nawal El-Saadawi ha scritto per MODERN TIMES da giugno 2009.
Dibattito / Cos'è la sicurezza oggi?Se vogliamo la pace, dobbiamo prepararci per la pace, non per la guerra. Nei programmi preliminari del partito, nessun partito nello Storting è a favore del disarmo.
- Annuncio pubblicitario -

Potrebbe piacerti ancheRelazionato
Consigliato