Ordina qui l'edizione estiva

"Nessun lavoro"

(QUESTO ARTICOLO È MACCHINA TRADOTTO da Google dal norvegese)

[media] TV 2 ha recentemente annunciato di aver scoperto chi assumerà la presidenza del canale dopo Kåre Vallebrokk. Essere il caporedattore di TV 2 non è un lavoro da poco, ha affermato Vallebrokk a una riunione dell'Oslo Journalist Club prima di Natale, e non a caso il suo successore è un uomo.

TV 2 raramente osa fare qualcosa che NRK non ha provato prima. A differenza di TV 2, NRK, con il suo reddito da licenza, è sempre meno dipendente da cifre di ascolto elevate e può quindi permettersi di sperimentare un po'. TV 2, invece, dipende dagli introiti pubblicitari. Per questo motivo, NRK deve prima sperimentare, prima che TV 2 possa incassare. NRK non ha mai avuto una responsabile della trasmissione donna, e quindi TV 2 non osa mettere una donna al primo posto.

Il nuovo capo di TV 2 è un ex membro attivo del partito laburista di nome Alf Hildrum. L'economista civile Hildrum lavora per A-pressen dal 1979 ed è amministratore delegato di A-pressen dal 1988. Nell'ottobre dello scorso anno, i due comproprietari di TV 2, A-pressen ed Egmont, hanno rilevato il terzo, Schibsted, e la nomina di Hildrum alla posizione dirigenziale ne è un'estensione. Contrariamente al passato, quando Schibsted era il più grande proprietario, A-pressen ora dimostra chiaramente la sua influenza e influenza sul canale e l'ex direttore di A-pressen riceve una forte promozione. Con un solido background editoriale ed esperienza manageriale, non ho dubbi sull'idoneità di Hildrum per la posizione.

Ma ci devono essere donne nella Norvegia di oggi che sono almeno altrettanto adatte? Gli uomini hanno quasi il monopolio di posizioni simili in questo paese. Nella gestione del gruppo di A-pressen composto da cinque persone, una di loro è una donna. Si chiama Mai Torill Hoel ed è responsabile dell'organizzazione e della gestione, nonché del personale e delle informazioni interne. Nessuna esperienza editoriale della stampa A da mostrare qui, ma nemmeno John G. Bernander aveva esperienza editoriale, e questo non gli ha impedito di diventare direttore della trasmissione. Tuttavia, è comprensibile che tu voglia un manager con esperienza editoriale ai vertici della televisione commerciale norvegese. E le registe regionali Anne Setsaas e Gunn Paulsen? Il primo è responsabile delle case media di A-pressen a Helgeland, Media Midt-Norge, Nordmøre, Innlandet e Glåmdalen e il secondo è responsabile di A-pressen Norvegia-Norvegia. Questi non hanno la solida zavorra che è necessaria?

Nel board di TV 2 troviamo anche una donna che sembra essere molto adatta per il lavoro di caporedattore. Si chiama Anne Britt Berentsen, ha 46 anni e rappresenta Egmont. È redattrice responsabile presso Hjemmet Mortensen e in precedenza ha anche esperienza di gestione presso VG di proprietà di Schibsted e Svenska Dagbladet. Perché la scelta non è caduta su di lei? Con i suoi dodici anni in meno del nuovo capo, forse non era abbastanza grande? Non aveva abbastanza esperienza e integrità? Quando Vallebrokk è salito sul trono di TV 2, aveva 59 anni. Hildrum compie 59 anni quest'anno. Forse si deve semplicemente avvicinarsi all'età della pensione prima di poter sedere ai vertici delle trasmissioni commerciali norvegesi? Forse è stato il fatto che ha collegamenti con l'ex proprietario di TV 2 Schibsted e che ora stanno cercando di cancellare le tracce che possono essere collegate all'ex proprietario del canale?

Dagbladet, in quanto unico giornale nazionale norvegese, ha una donna al vertice; Anna Asheim. La 44enne Aasheim è entrata nella storia della stampa norvegese il 14 agosto dello scorso anno, quando è diventata la prima caporedattrice donna ad Akersgaten. Circa tre mesi dopo, il 18 novembre, ha dovuto puntare i piedi per le controverse pubblicità sessuali del giornale. Non molte donne sono benedette da un tale potere nei media norvegesi oggi.

L'uomo che assume il posto di guida alla NRK durante l'anno si chiama Hans-Tore Bjerkaas, e ha iniziato la sua carriera alla NRK nel 1977. Probabilmente anche molto adatto a lui, ma ancora non una donna. Se siamo fortunati, il suo erede sarà di nuovo, nel 2013, una donna. Quindi, se Hildrum segue l'esempio di Vallebrokk e rimane in carica per sette anni, forse uno del sesso "debole" avrà il potere più forte nella roccaforte dei media commerciali della Norvegia nel 2014. Allora forse la più grande superpotenza mondiale, i conservatori USA, avrà aveva già una donna al culmine dopo le imminenti elezioni presidenziali del 2008. Sicuramente è giunto il momento per il mondo dei media norvegesi di seguire la tendenza e lasciare che le principali responsabilità di leadership diventino posti di lavoro persi.

Potrebbe piacerti anche