Ordina qui l'edizione primaverile con il documento di avvertimento

Imitare la natura per dominarla

Padronanza della non padronanza nell'era della fusione
Forfatter: Michael Taussig
Forlag: Chicago University press (USA)

IL POTERE MIMETICO: Imitare un altro è anche un modo per ottenere un potere su quello ritratto. E quante volte vediamo un'imitazione del cosmo in un bar in una strada laterale buia?

In ogni momento, l'uomo ha cercato di imitare la natura per dominarla. Ma l'arte dell'imitazione è anche, secondo l'antropologo Michael Taussig in Padronanza della non padronanza nell'era della fusione portatore di un atteggiamento etico nei confronti della natura, dove ci apriamo a ciò che non controlliamo. Taussig vede sia il gioco, l'arte cinematografica, la memoria involontaria e lo sciamanesimo dei nativi americani come esempi contemporanei di mimesi (imitazione) – facendo rivivere l'animismo e la magia precedenti che hanno dato all'uomo un contatto con una realtà vivente e connessa. Con lo scioglimento del clima e la sua minaccia esistenziale è giunta l'ora, l'ora magica che ancora una volta ci apre al potere mimetico.

La capacità di imitare

Non abbiamo mai avuto così tanto accesso a immagini, segni, informazioni e linguaggio, eppure abbiamo un'esperienza che la realtà rimane astratta, distante e incomprensibile. Anche natura e crisi climatica. Ci siamo abituati al fatto che il mondo e la realtà sono qualcosa che costruiamo noi stessi, mentre allo stesso tempo abbiamo perso la distanza necessaria da ciò che costruiamo noi stessi. Il risultato è che le nostre costruzioni e le immagini della realtà si induriscono davanti ai nostri occhi. Non lo vediamo perché abbiamo imparato che siamo noi che, attraverso le nostre osservazioni, diamo significato e significato alle cose. Che siamo noi che facciamo luce sulle cose.

Ci manca la capacità di vedere che il mondo pensa anche, se non indipendentemente dall'individuo, quindi al di sopra e attraverso la mente umana individuale, che esiste effettivamente un pensiero tra tutte le cose ea un livello più intimo, un incantesimo dei sensi che aiuta a connetterci con le cose, gli oggetti e la natura – aiuta a darci un'esperienza di ciò che significa veramente essere vivi.

Le vecchie immagini e storie non colpiscono più.

Una pantomima universale o un teatro magico che ruota attorno alla meravigliosa capacità di imitare, lo chiama Taussig. Da Walter Benjamin ha imparato che gli esseri umani non solo hanno un linguaggio per poter dare un nome alle cose, ma che è attraverso la capacità di imitare (mimesi) che le cose diventano nuove e connettono la vita. Un'abilità ben nota nelle culture primitive, ma soppressa in quella moderna. L'abilità mimetica era per Benjamin un modo di evocare la vita nascosta nelle forme congelate delle cose. "La natura produce somiglianze", scrive. Gli animali e le piante si imitano a vicenda per sopravvivere. "Ma è l'uomo che ha la più grande capacità di creare somiglianze".

- annuncio pubblicitario -

Imitare o ritrarre qualcuno o qualcosa è anche un modo per ottenere potere sulla persona ritratta, ad esempio dai vecchi stregoni. Imitare, infatti, significa diventare qualcos'altro perché ci offre occhi diversi con cui vedere, un modo diverso di pensare, uno spirito nuovo. Quando il bambino gioca all'orso, si trasforma in un orso e il mondo non è più lo stesso. Quando lo sciamano indossa piume di uccello, è l'uccello. Quando il poeta crea un'altra immagine di luce, diventa quella luce. Vedere una somiglianza tra l'ala dell'uccello e l'aereo è diventato anche l'inizio di una nuova e drammatica avventura per l'uomo. Le immagini più strane, ci cambiano dall'interno, tutto il nostro stato d'animo. Perché l'imitazione è solo l'inizio di ciò che in seguito prolunga la nostra realtà e dà vita a una comprensione più ricca.

Il giocoliere è l'immagine più semplice e rivelatrice di Taussig: colui che è in piena concentrazione e allo stesso tempo si abbandona allo schema delle palle che gli danzano davanti agli occhi, quello che non controlla, nasce una comprensione alle sue spalle. Padroneggia ciò che non padroneggia.

Foreman Harmony

Contatto con la realtà

L'arte dell'imitazione era particolarmente diffusa nei popoli antichi: la danza era un'imitazione del ritmo della natura; le figure di legno degli indiani erano l'incarnazione di uno spirito espiatorio, per produrre un'anima; l'imitazione spontanea delle cose da parte dei bambini incarnava una visione delle cose; gli schemi dell'astrologia erano un'immagine del microcosmo; la presenza e la vita del narratore (tono, voce, immagini concrete) erano impresse nella narrazione stessa.

Afferrare qualcosa attraverso l'uguaglianza, copiare e imitare, riguarda innanzitutto il contatto: "Il raggio di luce del sole nascente colpisce la retina dell'occhio e crea un contatto, una copia e un'identificazione", scrive Taussig. Quindi, quando diciamo che il significato delle parole è per la prima volta portatore di una somiglianza (i bambini e gli artisti lo sperimentano chiaramente), allora sembra uno shock, come un fulmine, quando qualcosa si presenta. Non come qualcosa che osserviamo e costruiamo. La somiglianza è piuttosto qualcosa che deve essere "evocato" come scrive Benjamin. Pertanto, anche la capacità di imitare non è morta.

L'occhio della telecamera, ad esempio, è diventato l'inizio di un nuovo modo di vederla, l'immagine che integra gli impulsi ritmici che richiamano le cose. Vediamo non solo con gli occhi, ma con tutti i sensi. "Le macchine iniziano a parlare, catturando una vita, come uno spirito", scrive Taussig. Perché altrimenti gli indiani fissano così a occhi spalancati lungo la riva del fiume in mezzo alla giungla quando sentono l'opera di Caruso suonare dal grammofono di Fitzcarraldo (Klaus Kinski)?

L'ora magica

Ma come prendere sul serio l'arte dell'imitazione? Quando e come ci rendiamo sensibili ad esso? Taussig vede il crollo globale come una fase di risveglio collettivo – qui inteso come il passaggio tra la notte e il giorno, ciò che incombe sull'orlo del lungo sonno. "Ora siamo in un mondo di terremoti, dove viviamo non solo in un'epoca, in una cultura, ma anche in un'altra". Tremando perché siamo sulla soglia di qualcosa che non comprendiamo fino in fondo, perché le vecchie immagini e le vecchie storie non colpiscono più. Un tempo che ci rende più ricettivi a un risveglio sensoriale, ricettivi all'impatto di forze non umane sulle nostre vite. "Questo tempo di riattivazione delle forze mitiche è il collegamento che i registi chiamano l'ora magica, quest'alba è adesso" (Taussig).

In quest'ora l'uomo comincia a rivolgere la sua attenzione a ciò che ha dato per scontato. Il sole, la luna, le stelle, il cambio delle stagioni e tutto ciò che conta per essere vivi. La sua vita, il modo in cui vive. Il modo in cui ora cogliamo il possibile. Vivere e ammirare, lasciar andare il controllo, conoscere i nostri limiti, spingerci contro quei limiti e scoprire qualcosa di nuovo in essi.

Un mondo cinematografico

Imitare è molto più che vedere con l'occhio, l'ottica. È integrare i sensi che ci aprono ad altri colori, suoni, immagini, dove converge un mondo interiore ed esteriore. Un mondo cinematografico, lo chiamano sia Benjamin che Tausig.

Come immagine del periodo del crollo, i film di Belá Tarr in particolare stanno esplorando Foreman Harmony la forza mimetica. In questo film assistiamo a un'interazione tra immagini, dove il mondo, sì, l'universo, parla attraverso di noi, attraverso il personaggio principale Valuska. Quello che succede è che cose molto diverse iniziano a parlare insieme, la presenza della balena e il collasso della vita umana, lo stato di emergenza e una nuova ingegnosità. Il corpo stanco e il corpo giocoso. Il gioco serio può iniziare.

C'è un ordine, nessuna armonia, in questo gioco – dove qualcosa di comico e sacro si svolge davanti ai nostri occhi?

A tarda notte in un bar fumoso in un'Ungheria post-sovietica, lo stanco Valuska, insieme ai clienti abituali locali, sta organizzando un evento cosmico, giocoso e lento. 'Tu sei il sole. Il sole non si muove. È tutto quello che fa! " e poi Valuska spinge il più pesante di loro, il motore, nel mezzo del pavimento. Si assicura che il ragazzo lasci andare la sua birra e con le braccia quasi tese vibra con le dita per emettere l'energia solare radiante. Poi Valuska afferra l'uomo con la giacca di pelle nera e lo spinge al suo posto: "La terra si muove intorno al sole", dice. E gli viene detto come ruotare in modo che circoli intorno al sole. Questa è la più vicina delle stelle che si sono ritirate nell'oscurità, un'altra forma di eclissi solare. Per prima cosa, i corpi (corpi) si muovono, un'altra cosa è lo stato d'animo l'umore. Alla terra egli (Valuska) parla dell'illimitato e del duraturo, del riposo e della pace:

"All'inizio, non siamo affatto consapevoli di quale evento unico stiamo assistendo. Il sole sta riversando la sua luce e il suo calore vivificanti sulla metà della Terra di fronte. E si chinò sulle spalle dell'autista del camion come se fosse una specie di medium. Siamo tutti ... in questo splendore. " Ma la luce arriva e il pianoforte suona mentre i pianeti si muovono con le braccia alzate come uccelli rapaci che ballano intorno e intorno all'altro per intraprendere il viaggio nel cosmo infinito fino a quando il proprietario del pub di Hagelmeyer, verso l'ora di chiusura, li spinge fuori al freddo.

Ma in che tipo di armonia è orchestrato? Foreman Harmony, chiede Taussig. C'è un ordine, nessuna armonia, in questo gioco – dove qualcosa di comico e sacro si svolge davanti ai nostri occhi? Quante volte vediamo un'imitazione del cosmo in un bar in una strada laterale buia? "Per cominciare, non capiamo a cosa stiamo assistendo", dice il seriamente scherzoso Valuska. Solo che questo cambiamento è in atto, cosmico e subatomico. Una disarmonia nell'armonia, un'armonia nel secondo ordine ...

Alexander Carnera
Carnera è una scrittrice freelance che vive a Copenaghen.

Potrebbe piacerti ancheRELAZIONATO

I più letti

Saggio / Ero completamente fuori dal mondo
L'autrice Hanne Ramsdal racconta qui cosa significa essere messi fuori combattimento e tornare di nuovo. Una commozione cerebrale porta, tra le altre cose, al cervello che non è in grado di smorzare impressioni ed emozioni.
Prio / Quando vuoi disciplinare silenziosamente la ricerca
Molti di coloro che mettono in dubbio la legittimità delle guerre statunitensi sembrano subire pressioni dalla ricerca e dalle istituzioni dei media. Un esempio qui è l'Istituto per la ricerca sulla pace (PRIO), che ha avuto ricercatori che sono stati storicamente critici nei confronti di qualsiasi guerra di aggressione, che a malapena sono appartenuti agli amici intimi delle armi nucleari.
Spagna / La Spagna è uno stato terrorista?
Il paese riceve aspre critiche internazionali per l'ampio uso della tortura da parte della polizia e della guardia civile, che non viene mai perseguito. I ribelli del regime sono imprigionati per sciocchezze. Le accuse e le obiezioni europee vengono ignorate.
Covid19 / Vaccino coercitivo all'ombra della crisi della corona (di Trond Skaftnesmo)
Non c'è un vero scetticismo da parte del settore pubblico sul vaccino coronarico: la vaccinazione è raccomandata e le persone sono positive riguardo al vaccino. Ma l'abbraccio del vaccino si basa su una decisione informata o su una cieca speranza per una normale vita quotidiana?
Militare / I comandanti militari volevano annientare l'Unione Sovietica e la Cina, ma Kennedy si mise in mezzo
Ci concentriamo sul pensiero militare strategico americano (SAC) dal 1950 ad oggi. La guerra economica sarà completata da una guerra biologica?
Bjørneboe / Nostalgia
In questo saggio, la figlia maggiore di Jens Bjørneboe riflette su un lato psicologico meno conosciuto di suo padre.
Blocco a Y / Arrestato e messo su cella liscia per blocco Y.
Ieri sono stati portati via cinque manifestanti, tra cui Ellen de Vibe, ex direttore dell'agenzia di pianificazione e costruzione di Oslo. Allo stesso tempo, l'interno Y finì in contenitori.
Tangen / Un ragazzo cesto perdonato, raffinato e unto
L'industria finanziaria prende il controllo del pubblico norvegese.
Ambiente / Il pianeta degli umani (di Jeff Gibbs)
Per molti, le soluzioni di energia verde sono solo un nuovo modo per fare soldi, afferma il direttore Jeff Gibbs.
Mike Davis / La pandemia creerà un nuovo ordine mondiale
Secondo l'attivista e storico Mike Davis, i bacini selvatici, come i pipistrelli, contengono fino a 400 tipi di coronavirus che stanno solo aspettando di diffondersi ad altri animali e umani.
Unità / Newtopia (di Audun Amundsen)
L'aspettativa di un paradiso libero dai progressi moderni è diventata l'opposto, ma soprattutto Newtopia riguarda due uomini molto diversi che si sostengono e si aiutano a vicenda quando la vita è più brutale.
Anoressia / AUTORITRATTO (di Margreth Olin, ...)
spudorato usa il corpo torturato di Lene Marie Fossen come una tela per il dolore, il dolore e il desiderio nella sua serie di autoritratti – rilevanti sia nel documentario AUTORITRATTO e nella mostra Gatekeeper.