Ordina qui l'edizione primaverile con il documento di avvertimento

Il neoliberismo come arte di governo più indiretta?

Socialdemocrazia contro neoliberismo. Arte governativa norvegese 1814-2020
Forfatter: Svein Hammer
Forlag: Solum Bokvennen (Norge)

GESTIONE: Questo è un libro su cosa sia il neoliberismo – anche come un'arte di governo più indiretta

(Tradotto automaticamente da Norsk di Gtranslate (esteso Google))

Nel nuovo libro Socialdemocrazia contro neoliberismo Il sociologo Svein Hammer cerca di darci una comprensione più profonda del presente indicando i cambiamenti nel modo in cui la società è governata, ciò che Hammer chiama "arte governativa". Un punto importante per lui è che la transizione dalla socialdemocrazia al neoliberismo non è stata che lo stato si è ritirato o è diventato meno importante, ma che statuno è usato in modo diverso. Lì socialdemocraziaSe la governance riguardava una governance e una pianificazione più dirette, la governance neoliberale riguarda la creazione di norme e quadri che promuovono la concorrenza e le strutture di mercato.

Hammer espone una critica ad ampio raggio della crescita e della modernità che colpisce in egual misura la socialdemocrazia e il neoliberismo.

Per comprendere il cambiamento o la trasformazione della Norvegia, Hammer non solo attinge a intuizioni accademiche, ma anche nei suoi primi anni come membro attivo dei giovani conservatori e in un periodo con varie posizioni amministrative e di sviluppo nella Housing Bank e nelle municipalità norvegesi. Queste esperienze arricchiscono la sua analisi. Poiché lui stesso è stato attratto dagli ideali di libertà degli anni '80 e '90 e "accordo con la socialdemocrazia", ​​può comprendere meglio il loro fascino. E poiché Hammer è stato in seguito nel mezzo dei cambiamenti più sottili, ma almeno altrettanto importanti nel settore pubblico, vede anche che l'ondata di New Public Management ha coinvolto molto di più che armeggiare con un sistema già esistente.

Le lezioni di Michel Foucault

La sensazione furtiva che qualcosa, al contrario, fosse radicalmente cambiato attraverso infiniti tentativi di efficienza e riorganizzazione, sembra essere stata una delle ragioni principali per cui Hammer ha iniziato a guardare alle proprie idee contemporanee prevalenti con un occhio più critico. Attinge in gran parte da questo sguardo Michel Le lezioni di Foucault # su neoliberismo dal 1978 al 1979, che è stato pubblicato postumo come Nascita della biopolitica, ("La nascita della biopolitica") nel 2004. Le lezioni di Foucault sono un punto di riferimento ricorrente, e Hammer di tanto in tanto si bilancia su una linea sottile tra il costruttivo nell'usare le lezioni di Foucault per gettare nuova luce sulla Norvegia, e il meno utile per spingere il norvegese realtà nella struttura di Foucault. Un punto importante sottolineato da Hammer è che il neoliberismo, secondo Foucault, implica una forma diversa di esercizio del potere rispetto alla precedente forma di disciplina attiva delle autorità – a cui si fa riferimento nelle opere come La storia della follia (1991 [1961]) e La storia della sessualità (2001 [1976]). Nonostante le continuità, il neoliberismo è inteso come un'arte di governo più indiretta, in cui le strutture e la mentalità competitiva sono interiorizzate dai cittadini (i soggetti) a tal punto che iniziamo a governare e disciplinare noi stessi.

- annuncio pubblicitario -

Se questo è molto spaventoso o molto intelligente dipende dall'occhio che vede – e in seguito si è ipotizzato se lo stesso Foucault fosse davvero attratto dal neoliberismo. Tuttavia, Hammer è chiaro che ora è critico nei confronti di questo sviluppo, sebbene chiarisca anche che non vuole nemmeno tornare alla socialdemocrazia. Laddove altri critici enfatizzano la crescente disuguaglianza sociale e l'indebolimento dei valori democratici, la critica di Hammer riguarda principalmente l'ecologia. Basato sui libri precedenti Dalla crescita eterna alla politica verde (2016) e Il futuro della Norvegia (2018), nell'ultimo capitolo del libro, espone una critica di ampio respiro alla crescita e alla modernità, che secondo lui colpisce in egual misura la socialdemocrazia e il neoliberismo.

Il discorso neoliberista

Questo è un libro su cos'è il neoliberismo e, in una certa misura, su come questo sia diventato una corrente dominante nella società norvegese. Ciò che manca, tuttavia, sono risposte sperimentali al motivo per cui siamo passati dalla socialdemocrazia al neoliberismo. Cosa c'è dietro lo sviluppo in cui un'arte del management è stata sostituita da un'altra? A proposito di questo, Hammer scrive, tra le altre cose: "In una fase più o meno lunga, saranno affilati l'uno contro l'altro – fino a quando un discorso non aumenta il suo potere, e sulla strada supera le alternative". Perché il discorso neoliberista ha aumentato il suo potere e guadagnato terreno, il libro fornisce pochi suggerimenti per rispondere. Tra formulazioni astratte su correnti, campi, impulsi e movimenti manca quindi una concreta teoria del mutamento storico. Quindi, il libro è, in un modo meraviglioso, sia sovra che sotto-teorizzato allo stesso tempo.

Forse questa è l'obiezione di uno storico a una presentazione sociologica, ma il libro ha anni nel sottotitolo (arte di governo norvegese 1814-2020) e cerca di spiegare un cambiamento nel tempo. In tutte le scienze sociali, indipendentemente dalla domanda sul perché qualcosa accade, potrebbe fornire risposte migliori a ciò di cui stiamo parlando quando parliamo, ad esempio, di neoliberismo. L'idea che la società si modella attraverso i discorsi è sia accattivante che interessante, ma a mio parere è anche non sistematica e vaga. Si potrebbe dire che lo è anche la realtà stessa, ma parte dello scopo della ricerca deve essere proprio quello di cercare di renderla più comprensibile. Certo, ci sono poche semplici risposte al motivo per cui avviene il cambiamento sociale, ma mi sembra importante che cerchiamo ancora di trovarle.

Ola Innset
Innset (1985) ha un dottorato in storia presso l'Istituto universitario europeo. Tesi di laurea / libro "Reinventing Liberalism" (Springer, 2020)

Potrebbe piacerti ancheRELAZIONATO
Consigliato

Ultimi articoli

A proposito di Assange, tortura e punizioneNils Melzer, relatore speciale delle Nazioni Unite sulla tortura e altri trattamenti o pene crudeli, inumani o degradanti, dice quanto segue su Assange:
Con spina dorsale e bussola etica intatteAVVISO Abbiamo bisogno di una cultura dei media e di una società basata su responsabilità e verità. Oggi non lo abbiamo.
Espediente / Teoria del trucco (di Sianne Ngai)Sianne Ngai è una delle teoriche culturali marxiste più originali della sua generazione. Ma sembra desiderosa di trascinare l'estetica nel fango.
Scioglimento della convivenza / Le rotture coniugali nell'Africa subsahariana musulmana (di Alhassane A. Najoum)È costoso sposarsi in Niger anche se il prezzo della sposa varia e, in caso di divorzio, le donne sono obbligate a rimborsare il prezzo della sposa.
Etica / Quali sono i principi etici alla base delle prime punture di vaccino?Dietro la strategia di vaccinazione delle autorità c'è un caos etico.
Cronaca / La Norvegia al vertice dell'Europa nel nazionalismo?Sentiamo costantemente che la Norvegia è il miglior paese del mondo, ma questo non è necessariamente il caso della stragrande maggioranza dei norvegesi e delle persone che si trasferiscono qui.
Filosofia / Disobbedire! Una filosofia di resistenza (di Frédéric Gros) Perché, dove, quando e per quanto tempo siamo obbedienti?
Mitologie / Il cacciatore celeste (di Roberto Calasso)Nei quattordici saggi di Calasso ci troviamo spesso tra mito e scienza.
Saggio / Ero completamente fuori dal mondoL'autrice Hanne Ramsdal racconta qui cosa significa essere messi fuori combattimento e tornare di nuovo. Una commozione cerebrale porta, tra le altre cose, al cervello che non è in grado di smorzare impressioni ed emozioni.
Prio / Quando vuoi disciplinare silenziosamente la ricercaMolti di coloro che mettono in dubbio la legittimità delle guerre statunitensi sembrano subire pressioni dalla ricerca e dalle istituzioni dei media. Un esempio qui è l'Istituto per la ricerca sulla pace (PRIO), che ha avuto ricercatori che sono stati storicamente critici nei confronti di qualsiasi guerra di aggressione, che a malapena sono appartenuti agli amici intimi delle armi nucleari.
Spagna / La Spagna è uno stato terrorista?Il paese riceve aspre critiche internazionali per l'ampio uso della tortura da parte della polizia e della guardia civile, che non viene mai perseguito. I ribelli del regime sono imprigionati per sciocchezze. Le accuse e le obiezioni europee vengono ignorate.
Covid19 / Vaccino coercitivo all'ombra della crisi della corona (di Trond Skaftnesmo)Non c'è un vero scetticismo da parte del settore pubblico sul vaccino coronarico: la vaccinazione è raccomandata e le persone sono positive riguardo al vaccino. Ma l'abbraccio del vaccino si basa su una decisione informata o su una cieca speranza per una normale vita quotidiana?
Militare / I comandanti militari volevano annientare l'Unione Sovietica e la Cina, ma Kennedy si mise in mezzoCi concentriamo sul pensiero militare strategico americano (SAC) dal 1950 ad oggi. La guerra economica sarà completata da una guerra biologica?
Bjørneboe / NostalgiaIn questo saggio, la figlia maggiore di Jens Bjørneboe riflette su un lato psicologico meno conosciuto di suo padre.
Blocco a Y / Arrestato e messo su cella liscia per blocco Y.Ieri sono stati portati via cinque manifestanti, tra cui Ellen de Vibe, ex direttore dell'agenzia di pianificazione e costruzione di Oslo. Allo stesso tempo, l'interno Y finì in contenitori.
Tangen / Un ragazzo cesto perdonato, raffinato e untoL'industria finanziaria prende il controllo del pubblico norvegese.
Ambiente / Il pianeta degli umani (di Jeff Gibbs)Per molti, le soluzioni di energia verde sono solo un nuovo modo per fare soldi, afferma il direttore Jeff Gibbs.
Mike Davis / La pandemia creerà un nuovo ordine mondialeSecondo l'attivista e storico Mike Davis, i bacini selvatici, come i pipistrelli, contengono fino a 400 tipi di coronavirus che stanno solo aspettando di diffondersi ad altri animali e umani.
Unità / Newtopia (di Audun Amundsen)L'aspettativa di un paradiso libero dai progressi moderni è diventata l'opposto, ma soprattutto Newtopia riguarda due uomini molto diversi che si sostengono e si aiutano a vicenda quando la vita è più brutale.
Anoressia / AUTORITRATTO (di Margreth Olin, ...)spudorato usa il corpo torturato di Lene Marie Fossen come una tela per il dolore, il dolore e il desiderio nella sua serie di autoritratti – rilevanti sia nel documentario AUTORITRATTO e nella mostra Gatekeeper.