Il momento della libertà

EUROPA: L'umorismo nero di Bjørneboe è un pensiero dialettico sulle condizioni della dignità umana non sentimentale. Colpisce con il suo cinismo gli assassini di massa dagli occhi azzurri e perbene del solito tipo morale barbaro ».

Il momento della libertà
Forfatter: Jens Bjørneboe
Forlag: Gyldendal.

EUROPA: L'umorismo nero di Bjørneboe è un pensiero dialettico sulle condizioni della dignità umana non sentimentale. Colpisce con il suo cinismo gli assassini di massa dagli occhi azzurri e perbene del solito tipo morale barbaro ».

(Tradotto automaticamente da Norsk di Gtranslate (esteso Google))

"Perché nessuna persona cosciente può vivere senza averlo le risate degli storpi, dei malati e degli afflitti ".

Il protagonista del nuovo romanzo di Jens Bjørneboe Il momento della libertà è un impiegato legale che scrive diario nella sconosciuta città alpina di Heiligenberg, nel mezzo di un'arte limpida e gelida Italia e l'oscuro e sensibile del nazismo Germania. L'avvocato è nato in Norvegia, ma ha girovagato per l'Europa, ha dimenticato gli eventi più importanti della sua vita e infine ha dimenticato anche il suo nome. Non è più un "individuo" borghese – del tipo che i liberali ei conservatori vogliono mettere sia al centro che in prima linea. È diventato qualcosa di più: un osservatore anonimo di un "mondo malato, avvelenato e inutile".

Il momento della libertà è quindi un romanzo evolutivo per l'uomo moderno che vuole sopravvivere alla nostra era malata in pericolo di vita: un diario allegro e malvagio in cui sono incluse solo le pagine notturne.

Esempio: Bjørneboe raffigura arguti e gelidi campi di battaglia di Verdun perdendosi in considerazioni puramente chilometriche e tonali sugli eventi dal 1914 al 1918. Quanti chili di soldati sono andati con? Quali effetti ha avuto questo fertilizzante umano sulla foresta primordiale?

Il sentimentalismo è la sorella della brutalità.

Domande molto importanti, adatte a ricevere una risposta dalle gentili zie europee il cui battito cardiaco sarebbe maggiore se conoscessero il chilometraggio combinato dei loro figli e mariti caduti. Perché tali cuori sono sufficienti per fertilizzare: "Il sentimentalismo è la sorella della brutalità".

Verdun. Foto: Wikimeida

Artista cinico

Jens Bjørneboe moralizza osservando. Un gatto malato, un bel ragazzo di quattordici anni con la flebo nello stomaco, diventa il protagonista di due indimenticabili cittadine italiane dove si sente ovunque la "bella risata" di Leonardo da Vinci. Per Leonardo, l'intelligente volontà di vivere in una società che ha sempre elogiato solo la stupida volontà di vivere, ed è l'artista cinico in una società che esalta l'idealismo artistico. Perché Leonardo rise magnificamente anche in tribunale dove condusse i necessari studi anatomici mentre le vittime venivano fatte a pezzi da torturatori politici o ecclesiastici. Perché? Come? Leonardo conosceva il "momento della libertà": sapeva che tutti dovevano morire, e questa "perfetta coscienza della morte" è alla base di ogni cultura amica della vita. È il classico sorriso dei barbari che nel loro idealismo non hanno idea degli abissi sotto tutti i piedi.

Il presidente Johnson crede nella cicogna, nell'angelo e quindi nell'attentatore.

Controesempio: il presidente Johnson probabilmente crede nella cicogna. Probabilmente anche il presidente Johnson crede nell'immortalità dell'anima. Il presidente Johnson crede nella cicogna, nell'angelo e quindi nell'attentatore. È un barbaro e ai barbari manca la coscienza della morte. Possono quindi vivere il "momento della libertà" solo come una normale esplosione nucleare puritana.

La tesi di Bjørneboe è che il "momento della libertà" deve sempre venire dopo questo "momento della verità". Il momento della verità è un'espressione nella corrida spagnola: "il secondo che separa" quando il torero smette di giocare con il toro ed entra per ucciderlo rapidamente e freddamente. Il momento della verità è quindi una visione della mortalità umana e dell'ultima possibilità gratuita che questo momento ci offre. La mancanza di coscienza della morte è la profonda paura della realtà da parte della barbarie. E come sapete dalla psichiatria: i pazienti spaventati sono spesso i più pericolosi. O un altro esempio di ansia barbara: i grandi nazisti in Germania si suicidarono tutti. Hitler era una tipica pecora conservatrice. Voleva correre per ultimo giù per la scogliera. Era un "autista".

L'umorismo nero di Bjørneboe

Il nuovo romanzo di Bjørneboe è quindi un'analisi profondamente seria e cinica della nostra Europa: in parte barbarie e cultura. L'umorismo nero di Bjørneboe è un pensiero dialettico sulle condizioni della dignità umana sentimentale – in relazione, ad esempio, all'umorista polacco Lec e ai suoi aforismi:

'Non piangere per chiedere aiuto nel cuore della notte. Puoi svegliare i vicini. "

Oppure: “Le macchie bianche sono scomparse dalle mappe. Sono stati spostati nei libri di storia ".

Oppure: "Ti do pillole amare nella glassa dolce. Le pillole sono innocue, il veleno è nel dolce. "

Il momento della libertà è un libro facile da leggere e divertente, profondamente immorale, dolce e tossico. Colpisce con il suo cinismo gli omicidi di massa dagli occhi azzurri e dignitosi del solito tipo morale barbaro: l'onorevole Adolf Eichmann (il cui onore è costato la vita a centinaia di migliaia di ungheresi), ornato Truman (che avrebbe dovuto torturare due bambini giapponesi per divertimento), il sacerdote Stalin (che sarebbe dovuto rimanere prete)
- insomma: i banditi barbari formati il ​​cui male consiste nella loro stupidità e la cui stupidità consiste nella loro sensibilità, la loro «anima».

La libertà ømomento dovrebbe anche essere letto dal comune idealista norvegese e salvatore del mondo di cui si può dire con Lec: "Ha l'autostima di quei fantasmi che non si sono mai mostrati a nessuno".

Con La libertà momento è chiaro per la terza volta che il 1966 è una specie di anno Bjørneboe nella letteratura norvegese. (Ho molte obiezioni al libro: spesso è solo una bozza.) Ora tutto ciò che serve è che l'assistente di polizia Grindhaug vada a teatro e veda "The Bird Lovers", mentre il procuratore generale Aulie dà un'occhiata più da vicino al sadismo in Il momento della libertà. Forse potrebbe leggere anche il nostro ambasciatore a Washington Senza filo ad alta voce per Lady Bird e le sue due figlie?

Non va bene dire. Tutte queste persone sembrano credere di essere immortali, quando in realtà sono solo incolte.

Orientering 22. Novembre 1969

LEGGI ANCHE: Red Emma – Bjørneboe è forse il libro più raro

Abbonamento NOK 195 quarti