Abbonamento 790/anno o 190/trimestre

In nome della grandezza

Mentre le famiglie rifiutano a Norwegian di permettere ai musicisti pop di essere raffigurati sulla coda di un aereo, nessuno ha protestato quando il Ministero della Difesa ha chiamato le navi da guerra in onore del vincitore del premio per la pace Fridtjof Nansen e dell'attivista per la pace Thor Heyerdahl. Heyerdahl ha detto di no prima di morire, ma è stato convinto. Ora le fregate Nansen saranno utilizzate in aspre missioni NATO. Nansen Fredssenter reagisce.





(QUESTO ARTICOLO È TRADOTTO DA Google dal norvegese)

Selezione del nome. Venerdì 13 aprile si è conclusa la cosiddetta "campagna tail hero" della compagnia aerea Norwegian. I ritratti del leader della chiesa pentecostale Ludvig Karlsen, il professore di cibernetica Jens Glad Balchen, il missionario Aril Edvardsen e il compositore Geir Tveitt sarà apposta su quattro aeromobili della flotta della compagnia aerea nel corso del 2012.

Facsimile: Ny Tid 20 aprile.

Un quarto di milione di norvegesi ha votato per gli uomini, provenienti da quattro città, per adornare le code degli aerei. Il processo è stato un successo per Norwegian. "I rappresentanti eletti che ci rimangono sono quattro eroi eletti di cui tutti possiamo divertirci e di cui essere orgogliosi", ha dichiarato Daniel Skjeldam, direttore commerciale di Norwegian.

Ma non è senza problemi che tutti finiscano sul timone di coda. Le famiglie sia del defunto chitarrista dei Mayhem Øystein "Euronymous" Aarseth che del musicista Joachim "Jokke" Nielsen hanno rifiutato Norwegian di utilizzare i due nella campagna Tail Hero. La compagnia aerea ha rispettato la decisione e ha escluso dalla votazione i due musicisti deceduti. Un altro candidato, il soldato afghano caduto Trond André Bolle, è stato rimosso anche dall'elenco degli eroi di coda per motivi di sicurezza.

I vasi umanisti

Ma mentre una compagnia aerea privata si sta aprendo al voto, negli ultimi anni l’esercito norvegese ha deciso da solo quali eroi norvegesi daranno il nome alle nuove navi da guerra che fronteggiano il paese all’estero.

Prende il nome dagli avventurieri norvegesi, l'ultima fregata della "classe Fridtjof Nansen" è stata consegnata alla Marina norvegese nel gennaio dello scorso anno. KNM«Thor Heyerdahl» è una delle cinque fregate consegnate dal cantiere spagnolo Navantia. Le fregate sono costate 21 miliardi di corone norvegesi e rappresentano il più grande progetto di difesa norvegese mai realizzato.

Oltre a Heyerdahl ha Otto Sverdrup, Helge Ingstad og Roald Amundsen aveva navi da guerra a lui intitolate. L'intera classe prende il nome dall'esploratore polare, umanista e vincitore del premio per la pace Fridtjof Nansen. Nel 2011 sono stati celebrati gli anniversari di Amundsen e Nansen. Heyerdahl morì nel 2002, due anni dopo che le autorità decisero di utilizzare il suo nome sulla fregata "Thor Heyerdahl".

«Fridtjof Nansen-class" ha assunto dal 2005 la posizione della più che quarantenne "classe Oslo". Il nome delle navi, costruite a metà degli anni '1960, portava il nome di città di difesa della Norvegia centrale come KNM "Bergen", KNM "Oslo", KNM "Narvik", KNM "Trondheim" e KNM "Stavanger". Negli anni 00, la tradizione di tali nomi di città fu abbandonata a favore degli "eroi nazionali".

NORVEGESE: L'11 aprile, la norvegese ha iniziato le elezioni su chi adornerà il timone di coda. Foto: Ambasciata norvegese, Washington, DC /flickr

Allo stesso tempo, le fregate sono state inviate in missioni di caccia ai pirati nel Golfo di Aden, al largo della Somalia. Ciò è stato fatto per conto della forza dell'UE "Taske Force Atlanta" e in collaborazione con il comando dei cacciatori navali.

Secondo Ny Tid, i nomi delle fregate furono adottati nel 2000, prima che l'anno successivo iniziasse la "guerra al terrore" in corso. Nansen ricevette il Premio Nobel per la pace nel 1922. Il nuovo KNM "Fridtjof Nansen", completato nel 2006, è dotato di quattro mitragliatrici Browning M2HB, tubi lanciasiluri per siluri Sting Ray, quattro mine sincronizzate e missili MK 41.

- Ho approvato l'uso del nome, dice a Ny Tid la nipote di Fridtjof Nansen, Marit Greve. Lei spiega:

- Penso che sia stato molto bello poter usare il suo nome. Fu, tra le altre cose, presidente dell'Associazione norvegese per la difesa dal 1915 fino alla sua morte, dice Marit Greve.

- Si è discusso se potesse esserci qualcosa di problematico nel dare alle navi da guerra, e ad una classe di fregate separata, il nome del vincitore del premio per la pace Nansen?

- No, non c'è stata discussione. Le due cose funzionano bene se combinate, risponde Greve.

Protesta di Heyerdahl

La prima nave consegnata della nuova classe Nansen fu la KNM "Fridtjof Nansen". La nave dispone di otto missili d'attacco navali (NSM) e di un cannone OTO Melara SR da 76 millimetri, come equipaggiamento per le altre navi. Le fregate sono inoltre equipaggiate con l'elicottero militare NATO NH90, anch'esso dotato di siluri, piombini, mitragliatrici e missili.

Prima che Thor Heyerdahl morisse nel 2002, l'esploratore idealista fu chiamato dal Ministero della Difesa. È stato quindi chiesto se potevano usare il suo nome su una delle fregate. Heyerdahl inizialmente non era positivo riguardo alla proposta, ora è informato Ny Tid.

- Mio padre la considerava una nave da guerra, e non una guardia costiera e una barca ordinata, come è. Inizialmente era quindi scettico nei confronti della proposta, ma dopo un'ulteriore discussione con la famiglia, abbiamo accettato l'offerta, dice il figlio Thor Heyerdahl jr. a Tempi Nuovi.

Furono quindi la definizione e le leggi del Ministero della Difesa, riguardanti l'uso della nave, a indurre la famiglia Heyerdahl a ribaltare la situazione.

- Se si fosse trattato di dare un nome a una nave da guerra che avrebbe dovuto svolgere attività militari in altre acque e in conflitti internazionali, la questione sarebbe stata molto diversa, dice ora il figlio.

Heyerdahl ritiene che finora le attività della fregata siano state "attività di polizia". Ma è aperto a chiedere un cambio di nome:

- Questa è una nave che dovrebbe principalmente mantenere l'ordine sulle rive da pesca, e quindi deve essere considerata una barca ordinata. Se invece la Norvegia dovesse ritenere troppo vantaggioso utilizzare questa nave in guerra, tranne che nelle missioni ONU, o in qualsiasi forma di conquista, chiedo che prima cambino il nome della nave, dice Heyerdahl jr.

Tuttavia, il Ministero della Difesa nega al Ny Tid (vedi sotto) che le fregate non possono essere utilizzate in missioni di guerra o NATO, e la difesa si rifiuta di cambiare nome se le navi dovessero essere utilizzate in operazioni NATO definite di guerra………

(…………..)

Questa è l'introduzione alla storia principale nel settimanale Ny Tids numero 15. 20.04.2012. Maggiori informazioni nel numero di questa settimana, in vendita nei negozi a livello nazionale. Ricevi il problema gratuitamente iscrivendoti (abo@nytid.no)O clicca qui.

Torbjörn Tumyr Nilsen
Torbjorn Tumyr Nilsen
Ex giornalista in TEMPI MODERNI.

Potrebbe piacerti anche