All'ombra di Einstein


DESTINO TRAGICO: L'irragionevole trattamento della promettente scienziata Mileva Einstein-Marić è continuata dopo la sua morte.

Ciftci è giornalista e attore.
E-mail: info@ciftcipinar.com
Pubblicato: 2020-02-10
La moglie di Einstein - La vera storia di Mileva Einstein-Marić
Autore: Allen Esterson David C. Cassidy Ruth Lewin Sime
La stampa del MIT, Regno Unito

Fisico e matematico serbo Mileva Einstein-Mari (1875-1948) fu una delle poche donne del suo tempo a frequentare l'istruzione scientifica superiore. Divenne la prima moglie di Albert Einstein (1879–1955). Insieme avevano la figlia Lieserl fuori dal matrimonio e i figli Hans Albert ed Eduard mentre erano sposati.

I Moglie di Einstein rivela la vera e tragica storia di Maric, la cosiddetta Mileva Story, basata su documentazione come lettere e trascrizioni. Attraverso questi si ottiene un'idea di come Maric sia passata dall'essere una studentessa dotata del mondo intero per i suoi piedi a diventare una casalinga malata, depressa e divorziata.

Il libro è diviso in tre sezioni principali con sottocapitoli, ad eccezione della seconda sezione, che comprende solo sette pagine. Nella prima parte, delinea il professor Emeritus David C. Cassidy il corso della vita di Maric, che ha compiuto 73 anni. Nella seconda parte imposta lo storico della scienza Ruth Lewin Sime lei nel contesto delle donne contemporanee che hanno anche lottato per ottenere un punto d'appoggio nel mondo accademico, e nell'ultima e più lunga sezione rivela l'insegnante di matematica e fisica britannico Allen Esterson "Mileva Story".

Dallo studente alla casalinga

Nell'autunno del 1896, Maric e Albert Einstein per studiare al Politecnico di Zurigo in Svizzera. Marić è il quinto di una serie di donne ammesse a una facoltà di scienze. È dolorosamente consapevole che la discriminazione di genere nel mondo accademico è forte e che poche donne sono in grado di completare il corso di studi, ma inizialmente non può essere influenzata da questo.

Durante il periodo di studio, la collaborazione tra Maric ed Einstein si sviluppa rapidamente, sia a livello professionale che privato. Già nel 1897 lasciò Zurigo per studiare un semestre all'Università di Heidelberg, in Germania, per ragioni sconosciute. Si chiede se non se ne vada per non essere distratta dai suoi sentimenti per Einstein. In tal caso, la distanza lavora contro la sua volontà. Inizia quindi il famoso scambio di lettere e la relazione platonica diventa ancora più forte di prima.

Abbonamento semestrale NOK 450

Quando alla fine Einstein dice a sua madre che vuole sposare Maric, lei risponde: "Stai rovinando il tuo futuro e le tue opportunità. È un libro, proprio come te, ma hai bisogno di una moglie. All'età di trent'anni sarà una vecchia strega. ”Einstein sfida il consiglio di sua madre di lasciare Maric e, ironia della sorte, sarà lui a distruggere il suo futuro.

Maric è la quinta di una serie di donne ad essere ammessa a una facoltà di scienze.

I piani di carriera di Maric ottengono risultati concreti per la prua con voti scarsi alla laurea nel 1900. Ci riprova nel 1901 mentre è in viaggio da tre mesi con sua figlia, ma fallisce.

Einstein, d'altra parte, supera l'esame finale al primo tentativo e si mette subito al lavoro, a miglia di distanza da Maric. Nel 1902 dà alla luce Lieserl, il cui destino è incerto: Lieserl muore - o viene adottata quattro mesi dopo la nascita perché i suoi genitori non sono legalmente sposati.

Einstein, Albert (1879-1955), Einstein-Maric, Mileva (1875-1948)
Einstein, Albert (1879-1955), Einstein-Maric, Mileva (1875-1948)

Nel 1903, Maric sposa Einstein e assume il ruolo di casalinga tradizionale. L'anno seguente diede alla luce Hans Albert e nel 1910 Eduard venne al mondo.

Attraverso una serie di lettere descrive la sua vita infelice alla sua amica Helene Kaufler Savic: «I miei cari sono di nuovo molto lontani da me ed è così difficile, così difficile per me. Mi rende amara la vita.»

Atteggiamenti ostili alle donne

Einstein non comprese né il dolore di Marić per la carriera incagliata e la perdita di Lieserl, né che, con la sua assenza, la rendesse ancora più amara e frustrata. Si occupava solo della sua carriera, che ha accelerato nel 1905 con gli articoli su atomico, quantistico e relatività nella rivista Annalen der Physik.

All'epoca, l'atteggiamento ostile delle donne all'interno del mondo accademico era forse uno dei motivi per cui Maric era deragliato dall'amore, dalla maternità e dal matrimonio. A quel tempo, non era realistico immaginare che una donna potesse avere sia una carriera che una madre.

Da Marie Curie (1867-1934) e suo marito Pierre Curie rima Premio Nobel per la fisica Nel 1903, Marie come la prima vincitrice del premio femminile, molti pensavano che fosse la sua assistente o musa. Anche se ha vinto ancora una volta Premio Nobel - allora io chimica - nel 1911, dopo la morte della sposa e questa volta da sola, è stata dipinta di nero sulla stampa a causa di una relazione con una collega sposata anziché essere famosa per aver portato a casa il suo secondo premio Nobel.

La storia di Maric è rilevante ai nostri tempi, perché in un contesto scientifico internazionale, le donne sono ancora sottorappresentate e affrontano una serie di ostacoli. L'anno scorso, il fisico e lo scrittore hanno cercato , briella Greison # sul fatto che Maric ricevesse una laurea postuma al Politecnico di Zurigo. Dopo quattro mesi di discussioni, l'istituzione ha rifiutato di rilasciare la laurea a Maric; nonostante le prove che confermano che era la compagna di Einstein.

A 72 anni dalla sua morte, Mileva Einstein-Maric viene ancora trattata ingiustamente perché gli viene negato un posto nella storia della scienza.

Lascia un commento

(Usiamo Akismet per ridurre lo spam.)