Non ci sarà un banchetto per il Nobel a Stoccolma il 10 dicembre!




(QUESTO ARTICOLO È TRADOTTO DA Google dal norvegese)

Ho buone e cattive notizie: il 10 dicembre di quest'anno nel municipio di Stoccolma non ci sarà nessun banchetto per il Nobel. Per lo stesso Alfred Nobel, tuttavia, questa sarebbe un'ottima notizia. Odiava le grandi cene e le feste, tra l'altro per lo spreco che comportava.

Dobbiamo risalire agli anni della guerra 1940-45 per trovare l’ultima volta in cui il banchetto fu annullato. Ciò nonostante il re svedese Gustavo V avesse un cuore pulsante per la parte tedesca del conflitto. Il denaro messo da parte per il banchetto è andato all'opera umanitaria della Croce Rossa, guidata dal nipote del re, Folke Bernadotte. Senza dubbio si è trattato di un utilizzo del denaro del Nobel che, in confronto, si armonizza meglio con la volontà del Nobel. Ma il testamento di Nobel di per sé, come è noto, non è mai esistito alcun ulteriore fondamento rilevante in questo contesto.

Madre Teresa si rifiutò di partecipare ad una cena di lusso al Grand Hotell di Oslo.

Qui però va menzionata l'assegnazione del premio per la pace a Madre Teresa nel 1979, poiché la protagonista si rifiutò di partecipare ad una cena di lusso al Grand Hotell di Oslo. Invece le furono dati 7000 dollari per coprire una cena Nobel per i poveri a Calcutta. Si dice che il tutto si sia svolto pacificamente. Per inciso, ho cercato invano l'autorità nella volontà di Nobel di spendere soldi per una gastronomia di questa portata. Si dice tuttavia che il singolo ospite pagherà un prezzo in busta pari a 5000 corone svedesi. Ma non ho ancora ricevuto conferma se in questa occasione si utilizza il metodo Tangen, dove si può "rappresentare" ad esempio l'Ufficio statistico norvegese o il Ministero del lavoro e degli affari sociali, per alleggerire il bilancio del partito e, in questo caso, , per la Fondazione Nobel.

Si avvicina quindi il momento dei festeggiamenti per il Nobel. In Svezia come in Norvegia. In quanto amico di lunga data della Svezia, ho gradualmente ricevuto conferma approfondita che il "dolce fratello" preferirebbe dimenticare che alla Norvegia è stato assegnato un ruolo di beneficiario parziale per l'eredità del Nobel. Ma ciò che la nazione svedese ha perso in termini di attenzione e status quando i premi per la pace si sono spostati verso ovest, viene compensato con festeggiamenti reali per tutti gli altri premi. È l'evento culinario e di intrattenimento dell'anno per la televisione svedese, il popolo svedese e la nobiltà svedese. Ma non quest'anno.

Pomeriggio nobile

So di cosa sto parlando. Perché ho pranzato per il Nobel con l'ex primo ministro Lisbet Palme – anche più volte. In un modo. Nel maestoso municipio di Stoccolma è possibile mangiare il cibo del Nobel su iniziativa privata durante tutto l'anno. La mia esperta padrona di casa poteva anche ravvivare il pasto con storie divertenti della vita con il re svedese, l'ex primo ministro e altri ministri – storie che la trasmissione televisiva delle cene ufficiali del Nobel nella Sala Blu non sarebbe mai riuscita a cogliere. l'ex ministro degli Esteri Lena Hjelm-Wallén ha partecipato alla nostra semplice cerimonia, sono iconici nel mio catalogo privato di aneddoti.

I banchetti iniziarono nel 1901 con 113 commensali uomini, e sono gradualmente cresciuti fino a 1350 ospiti

Ma la cena del Nobel 2020 è stata quindi annullata. I banchetti sono iniziati nel 1901 con 113 commensali uomini, e sono gradualmente cresciuti fino a 1350 ospiti nel 2019 – di cui 200 studenti delle università alla moda della capitale.

Vorrei condividere i miei ricordi del lavoro degli chef Nobel, ad esempio con il menu del 2013, che non è stato un anno particolarmente brutto:

Cena Nobel 2013
Cena Nobel 2013: puoi prepara la cena da solo con queste ricette!

L'anno scorso, il maestro chef svedese Sebastian Gibrand si è occupato degli edibili (vedi il menù qui) con al centro come sempre gli ingredienti svedesi: «Voglio davvero mettere in risalto i nostri prodotti svedesi unici, i nostri agricoltori. Che lavoriamo le verdure dalla radice alla radice, per lavorare i prodotti interi e non prendere solo le cose migliori. Sarà una cena molto svedese con un tocco internazionale nei sapori," ha detto Gibrand all'Aftonbladet.

25 garofani dall'Italia

Altrettanta attenzione è stata data all'intrattenimento. Naturalmente era anche svedese: la tradizione dello spettacolo svedese con Vreeswijk, Taube e Thåström. Gli artisti solisti della serata erano gli svedesi Lisa Nilsson e Magnus Carlson accompagnati dalla Swedish Chamber Orchestra sul tema "La terra che abbiamo ereditato". direttore di Visita la Svezia, Ewa Lagerqvist, non ha potuto che sorridere vedendo la redazione dell'evento di marketing svedese di quest'anno.

La sostenibilità e l'ambiente erano al centro, cioè nel 2019. Non sorprende, quindi, che i 25 garofani (il fiore preferito di Alfred) che adornavano la Sala Blu e la Sala d'Oro, fossero composti a tema " l'interazione tra uomo e natura, il ciclo naturale e le nostre stagioni». Erano anche un regalo, come al solito, arrivato in aereo dalla città di San Remo Italia, dove Alfred Nobel visse i suoi ultimi anni.

I Bonny e i Wallenberg

Sono successe molte cose dal primo banchetto del Nobel con 113 uomini attorno al tavolo. Potremmo aggiungere l'elenco dei partecipanti svedesi, della casa reale svedese, della nobiltà svedese, dell'industria svedese, del commercio svedese, dei politici svedesi – e dei 200 studenti svedesi – senza dimenticare che ora sono incluse anche le donne svedesi, e non solo nella città svedese. Sala cucina.

E se lo avessimo saputo, avremmo dovuto dire a cosa andranno i soldi per il partito non detenuto. Ma possiamo ricordare che una festa per i siriani sulle spiagge di Campo di Moria sarebbe in grado di attirare i titoli dei media e dei giornali svedesi e dimostrare che la superpotenza umanitaria della Svezia offre quando il mondo chiama. Il dono dei fiori da Sanremo sarebbe sicuramente un “viaggio breve”, per issare nuovamente la bandiera dell'ambiente. E i Bonnier, i Wallenberger e i socialdemocratici possono ancora una volta brindare alla memoria di Nobel.

LEGGI ANCHE: Contrariamente alla volontà di Nobel

Abbonamento NOK 195 al trimestre