Ordina qui l'edizione primaverile con il documento di avvertimento

Perché c'è così tanta insoddisfazione in Occidente e cosa possiamo fare al riguardo

Il futuro del capitalismo. Un manifesto del capitalismo sociale
Forfatter: Paul Collier
Forlag: Dreyer, Norge

Il professor Paul Collier è un peso massimo. È spesso menzionato nella stessa categoria degli economisti Joseph Stiglitz e Jeffrey Sachs e una volta è stato evidenziato come uno degli eroi dell'allora ministro per gli aiuti allo sviluppo Erik Solheim.

(Tradotto da Norwegian di Google Gtranslate)

boken L'ultimo miliardo: perché i paesi più poveri stanno fallendo e cosa si può fare (2007) rimangono in piedi. Ma Collier è anche controverso e ha detto in modo molto diverso sulle questioni relative alla natura e al clima. Ora il suo ultimo libro, del 2018, è stato tradotto in norvegese.

I Il futuro del capitalismo Collier tenta un'analisi multiforme del motivo per cui c'è così tanta insoddisfazione in Occidente e di cosa possiamo fare al riguardo. È una tendenza dei tempi. Quindi quali novità può portare Collier sul mercato? Attraverso 260 pagine, approfondiamo discipline come etica, sociologia, psicologia, scienze politiche, geografia ed economia. L'analisi porta Collier a vedere la necessità di un nuovo stato più etico.

Più pragmatismo politico

Collier è nostalgico e vuole tornare al periodo d'oro in cui è cresciuto lui stesso, in una casa normale nel nord dell'Inghilterra. Gli anni buoni vanno dal 1945 al 1970. A quel tempo, avevamo un'identità comune creata attraverso uno sforzo nazionale di successo unico, scrive Collier. Ora, d'altra parte, le persone cadono fuori dalla comunità, la classe operaia ha finito a 50 anni ei giovani non sanno per cosa educarsi.

non è questo come ascoltare Jan Bøhler?

Oggi, il capitalismo crea società divise e molti quindi provano una profonda ansia. Allo stesso tempo, il capitalismo è l'unico sistema economico che ha dimostrato di prosperare a lungo termine, scrive Collier, facendo eco all'affermazione di Churchill che di tutti i cattivi sistemi, la democrazia è il meno cattivo.

- annuncio pubblicitario -

Colliers chiede più pragmatismo politico e meno ideologia e populismo. Vuole invertire la differenza tra le grandi città (metropoli) e quelle che chiama città "distrutte", che in Inghilterra saranno le città del nord. Nelle grandi città i profitti che si creano vanno a pochi, spesso quelli con un'istruzione superiore. Abbiamo quindi bisogno di una strategia di "materialismo sociale", cioè assistenza pratica e guida per le giovani famiglie che sono a rischio di scioglimento, così come una guida per i bambini a scuola, in modo che ottengano un'istruzione migliore. Nell'arena internazionale, dobbiamo convincere le nostre aziende a investire nei paesi poveri. Ciò renderà tutto più etico: sia la famiglia, lo stato e le aziende. Dobbiamo allontanarci dalle società che sono sempre più libere verso l'individualismo e tornare a quelle in cui abbiamo una forma di identità comune come base per obblighi di reciprocità.

Si si. Ma non così ferocemente originale come l'analisi, quando guardiamo a paesi come Stati Uniti, Francia e Inghilterra, come riso di differenze economiche ed esclusione sociale. D'altra parte: tali analisi si applicano anche qui a casa. Non è come ascoltare Jan Bøhler? Ex membro del Partito dei Lavoratori.

(Foto: Pixabay)

Patriottismo favorevole

Ci sono state date identità religiose e ideologiche estremiste come minaccia sociale, mantenuta dalle camere di eco dei social media, scrive Collier. La minaccia politica è il nazionalismo esclusivo. Dobbiamo piuttosto lottare per un'affiliazione comune e quello che Collier chiama un "patriottismo favorevole". Questa è l'unica forza che può veramente unire la nostra società. Sì, questa potrebbe quasi essere stata una dichiarazione di Trygve Slagsvold Vedum.

La divisione più grande, secondo Collier, è tra coloro che hanno un alto livello di istruzione e coloro che hanno un livello di istruzione inferiore. In secondo luogo, il crescente divario tra metropoli ricche e cosmopolite e province in declino. Esempi sono Londra contro le città nel nord dell'Inghilterra, o Parigi e quella che in Francia è chiamata provincia. Sulla base di ciò, si sono sviluppati due tipi di politici
- gli ideologi (sia di destra che di sinistra) e i populisti – ed entrambi sfruttano la frustrazione che è sorta.

Secondo Collier, l'impegno più forte che abbiamo è la necessità di fornire cura e amore ai nostri figli e alla nostra famiglia. L'obbligo più debole è verso le persone che hanno bisogno, ma sono lontane. Ma è ancora un obbligo. Non siamo solo guidati da ciò che "vogliamo", ma anche da ciò che "dovremmo" fare.

Allora tutti erano gentili

Collier descrive il passato della Gran Bretagna come una società legata da una rete di obblighi reciproci, che a sua volta ha dato origine a un forte senso di identità comune. C'era una "narrazione" che faceva credere ai cittadini che la ricchezza creata nelle città e nella provincia fosse legata insieme. Stabilimento ei ricchi erano interessati a educare giovani ambiziosi di una classe sociale povera, come lo stesso Collier è un esempio. Allo stesso modo, i tanti amministratori delle grandi società erano legati insieme in un tacito impegno comune per la società.

Oggi le stesse società sono collegate solo ai loro azionisti. Laddove prima si preoccupavano della prosperità a lungo termine nelle comunità di cui facevano parte, oggi danno la priorità ai profitti a breve termine.

Dobbiamo anche tassare gli abitanti delle città istruiti più dei loro colleghi provinciali altrettanto istruiti.

In questa analisi, Collier è probabilmente nostalgico di me e ignora le dure linee di divisione politica che esistevano negli anni '1950 e '60. Fa sembrare tutti gentili e bravi, ma non è stato così. È stata anche una dura lotta di classe.

Ma Collier mantiene la sua posizione e chiama la nuova società che è ora emersa "la società Rottweiler". Questa è una società che si sta muovendo verso l'aggressività, l'umiliazione e la paura.

Riforma etica

Chiede una riforma etica che ripristini l'impegno reciproco a tutti i livelli: globale, nazionale, con le aziende e in famiglia. Collier crede che dobbiamo aiutare le persone a entrare nel mercato immobiliare, poiché possedere la propria casa fa bene al morale sociale. Dobbiamo anche tassare gli abitanti delle città istruiti più dei loro colleghi provinciali altrettanto istruiti. Esattamente questo è un pensiero molto radicale.

Non ho assolutamente nulla contro un libro che ecciti il ​​buono in noi – e c'è molto da imparare e su cui riflettere in questo libro. Ma il libro diventa troppo noioso, semplicistico e ben nostalgico. Collier vuole un capitalismo più inclusivo, e questo va bene e assolutamente necessario. (Molti anni fa, Kåre Willoch ha scritto qualcosa di simile.) Ma diventa anche difficile per uno scandinavo prendere molto sul serio le analisi di Collier quando definisce Bernie Sanders un marxista, e in questo modo si allontana da lui. Sanders si definisce un socialista democratico – ea noi sembra un socialdemocratico. Questo è esattamente ciò che Collier non è in grado di fare.

Andrew Kroglund
Kroglund è critico e scrittore.

Potrebbe piacerti ancheRELAZIONATO
Consigliato

Tutti contro tutti

RIFUGIATI: L'unità è polverizzata, tutti pensano solo a cavarsela da soli, sopravvivere, strappare un boccone in più, un posto nella coda del cibo o nella coda del telefono.

Molti conservatori norvegesi faranno un cenno di apprezzamento a Burke

UNA DOPPIA BIOGRAFIA: Dagli anni '1950, le idee di Burke hanno subito una rinascita. L'opposizione al razionalismo e all'ateismo è forte tra i 40-50 milioni di cristiani americani evangelici.

Un cluster agricolo – un complesso industriale all'avanguardia

PAZZO: Il problema è l'accesso al cibo. Tutti devono mangiare per vivere. Se vogliamo mangiare, dobbiamo comprare. Per acquistare dobbiamo lavorare. Mangiamo, digeriamo e cagiamo.

La dittatura della virtù

CINA: Il Partito comunista cinese si vanta oggi di essere in grado di riconoscere uno qualsiasi degli 1.4 miliardi di cittadini del paese in pochi secondi. L'Europa deve trovare alternative alla crescente polarizzazione tra Cina e Stati Uniti.

La protesta può costarti la vita

HONDURAS: La pericolosa ricerca della verità dietro l'assassinio dell'attivista ambientale Berta Cáceres di Nina Lakhani finisce in più domande che risposte.

Il legante culturale

ROMANZO: DeLillo mette in scena una sorta di stato generale, paranoico, un sospetto che ha portata globale.