Abbonamento 790/anno o 190/trimestre

Quale paese FRP?

I giornalisti norvegesi descrivono costantemente Groruddalen a Oslo come "paese Frp", anche se le città di Drabant hanno una solida maggioranza socialista.




(QUESTO ARTICOLO È TRADOTTO DA Google dal norvegese)

"Dopo tutto questo è il paese della FRP", ha dichiarato il 26 agosto Per Jan Langerud al Morgenbladet, senza incontrare obiezioni da parte del giornalista. Avisa si era recata a Tveita, una delle più grandi città Drabant di Groruddalen, per seguire Carl I. Hagen nella campagna elettorale. All'inizio di quella settimana avevo parlato con un giornalista dell'Aftenposten. Doveva seguire anche la campagna elettorale a Groruddalen, e allo stesso modo si era reso conto che le squallide città della periferia est di Oslo erano "paese FRP". È sembrato sinceramente sorpreso quando gli ho spiegato che se Groruddalen fosse stata un comune autonomo, sarebbe stata completamente dominata dal Partito Laburista e dall'SV.

È finita, Frp stella forte a Groruddalen. Il 22,9% dei residenti di Tveita ha votato per il FRP alle elezioni municipali del 2003, rispetto al 16,5% degli elettori di Oslo in totale. Ma sono proprio questi 6,4 punti percentuali a rendere Tveita il “paese Frp”? Il 50,1% dei voti su Tveita è andato effettivamente all'SV e al Partito laburista. Non troppo lontano dalla "contea rossa" di Hedmark, dove Ap e SV hanno ottenuto il 52,9% dei consensi nelle stesse elezioni. Nel 24, in tutta Groruddalen, Årvoll e Høybråten erano gli unici dei 2003 collegi elettorali senza maggioranza socialista. Perché i giornali non ne scrivono, ma continuano a martellare il mito delle città di Drabant come paese FRP? Morgenbladet, ad esempio, scrive quanto segue riguardo al bacino d'utenza del FRP: "Oggi il bacino d'utenza si estende, sia geograficamente che socialmente, al vecchio paese del partito operaio a Groruddalen e alla Norvegia settentrionale". Vecchio Paese del partito laburista? Ap è ancora chiaramente il più grande tra Groruddalen – con ben oltre il famoso 36,9% sia a Bjerke, Lindeberg, Romsås e Veitvet. Allora perché nessuno si riferisce alle squallide città di Groruddalen come "Ap-land"?

I miei fatti concreti sono presi da Groruddalen, ma penso che la situazione sia più o meno la stessa in città squallide come Holmlia e Østensjøbyen a Oslo, Flatåsen, Stubban e Risvollan a Trondheim e Loddejord, Fyllingsdalen e Flaktveit a Bergen. Le città di Drabant furono originariamente sviluppate come paradiso per la classe operaia dopo la seconda guerra mondiale, ma oggi sono nuovamente dimenticate e trascurate sia dai politici municipali che da quelli di Storting.

Più di 120 persone vivono a Groruddalen. Ci sono più abitanti che a Stavanger e nell'intera contea di Sogn og Fjordane, ma negli ultimi otto anni nessun Groruddøl ha messo piede nello Storting. Il destino di Groruddalen sulla panchina dello Storting di Oslo è nelle mani di politici come Inge Lønning di Bergen, Lars Rise di Hamar e Heidi Sørensen di Levanger. Politici a cui piace considerarsi politici nazionali e che si elevano al di sopra delle condizioni delle città in difficoltà che effettivamente rappresentano. Nel 000 solo tre politici di Oslo dissero che avrebbero lavorato per delle misure nella valle, e nel 1997 ammisero che il collegio di Oslo allo Storting molto raramente si riuniva dietro le vere questioni di Oslo. Bjørgulv Froyn del partito laburista si trova in una classe speciale negli ultimi quattro anni, quando ha presentato domande su Groruddalen otto volte allo Storting, secondo Akers Avis Groruddalen. In confronto, Heidi Sørensen e Heikki Holmås dell'SV hanno posto solo due domande, anche se entrambi rappresentano Oslo in parlamento. Ed erano i secondi migliori della classe!

Non sorprende affatto che questo trattamento matrigna riservato a gran parte della popolazione delle grandi città abbia provocato un crescente disprezzo per i politici, un aumento del sostegno al partito di protesta Frp e una diminuzione dell'affluenza alle urne nelle città squallide. Il FRP ha fatto carriera a Oslo Est sulle ali del suo scetticismo nei confronti degli immigrati negli anni ’1980 e, paradossalmente, molti degli immigrati negli stessi distretti sono ancora indecisi il giorno delle elezioni. Ora il FRP ha rafforzato la sua presa su molti degli elettori più anziani, e mi chiedo se la spiegazione del forte status del partito a Tveita non risieda qui? Gli anziani costituiscono oggi la banda Tveita, e dominano sia il centro che i caffè della zona. Nel 2001, le squallide cittadine delle tre maggiori città norvegesi contavano in media il 21,3% di residenti sotto i 16 anni. A Tveita la percentuale era solo dell'11,5%, di gran lunga la percentuale più bassa. Oltre il 20% aveva più di 67 anni.

L'età potrebbe anche spiegare che l'affluenza alle urne a Tveita è stata tra le più alte nel 2003, con il 62,8%, mentre a Groruddalen la media è scesa ben al di sotto del 60%. Nelle zone fortemente rosse come Romsås e Stovner è sceso fino al 50%. La sfida principale per i concorrenti del FRP nella pesca di voti nelle città di Drabant non sarà quindi trovare il motivo per cui così tante persone votano per il Partito del Progresso, ma andare a fondo del motivo per cui così tanti residenti non votano affatto. Allo stesso tempo, bisogna ricordare che le città di Drabant rifiutano ancora in gran parte le forze di destra e sono in realtà più vicine ad un paese Ap di quanto non sia il paese FRP che i giornali spesso vogliono farci credere.

Potrebbe piacerti anche