Affare verde
Foto: CC0 Public Domain

Green Deal per l'Europa


EUROPA L'11 dicembre, la Commissione europea presenta il tanto discusso Green Deal.

Scrittore di TEMPI MODERNI su questioni europee.
E-mail: Pfrisvold@gmail.com
Pubblicato: 2019-12-02

Un affare verde europeo consiste in una serie di misure da attuare a tale scopo EU eliminerà le emissioni di gas serra entro il 2050. Il lavoro sarà guidato dal vicepresidente della Commissione, l'olandese Frans Timmermans.

Allo stato attuale, il Green Deal consiste di 75 punti - con piani d'azione idem, programmi di lavoro e revisioni delle leggi esistenti. Ma anche molte cose nuove, come giurando: "Non fare del male" per le imprese e la società civile. Il controverso bilancio del clima brilla per la sua assenza, così come l'obiettivo dell'Hydrogen Economy, per ora. Ecco i punti salienti del profilo trapelato della scorsa settimana - o meglio, il programma:

Sarà proposta una legge separata, presumibilmente sotto forma di direttiva, sulla neutralità climatica. Ciò è complicato, poiché il concetto di neutralità significa che i settori con continue emissioni di gas a effetto serra devono essere compensati dai settori in meno. Ciò significa l'inclusione di soluzioni negative al carbonio come la combustione di biomassa con la cattura e lo stoccaggio del carbonio.

Obiettivi modificati

Nell'ottobre 2020 saranno presentati gli obiettivi 2030 rivisti per il consumo di energia rinnovabile, il commercio delle quote, la distribuzione degli sforzi e l'efficienza energetica.

La proposta rivista si baserà sulla somma dei piani nazionali di ciascun paese. Se esiste un divario tra il livello di emissioni totali e l'obiettivo di un taglio del 50 o 55 per cento nel 2030, la Commissione formulerà raccomandazioni per ciascun paese o prenderà in considerazione obiettivi giuridicamente vincolanti.

Abbonamento NOK 195 / trimestre

Poiché la Norvegia è ora parte dell'UE attenuazione è tanto più importante che il governo invii i piani della Norvegia all'ESA e alla Commissione - e non divulga la parte energetica come auspica il ministero degli Affari esteri e l'OED perché temono i precedenti nel campo dell'energia. È un brutto modo di sfruttare il margine di manovra nel SEE.

A marzo verrà presentato anche un "piano d'azione" per l'economia circolare. Allo stesso modo per la direttiva sulla progettazione ecocompatibile e una nuova strategia per ridurre le emissioni dal settore delle TIC. Si parla di una "ondata di rinnovamento" per la massa di edifici esistenti e di una strategia per adattare la nuova industria.

Norme sugli aiuti di Stato per ambiente e l'energia deve essere rivista - un lavoro che ha già fatto molta strada. Qui, verrà presa in considerazione la precedente accettazione del sostegno pubblico alle infrastrutture del gas oltre alla compensazione per le spese indirette di CO2 per ...


Caro lettore. Hai già letto i 4 articoli gratuiti del mese. Che ne dici di supportare i TEMPI MODERNI disegnando una corsa online Abbonamento per libero accesso a tutti gli articoli?


Lascia un commento

(Usiamo Akismet per ridurre lo spam.)