Allarmismo globale di raffreddamento


TEMPI FREDDI: Dimentica il riscaldamento globale. La CO2 non influenza la temperatura della Terra. Al contrario, entro il 2030, con una ridotta attività solare, può diventare più fredda.

Kolle è il direttore editoriale di MODERN TIMES.
E-mail: iril@nytid.no
Pubblicato: 2019-10-08
L'ascesa e la caduta della teoria del biossido di carbonio dei cambiamenti climatici
Autore: Rex J Fleming
Springer, USA

Il Dr. Rex J. Fleming americano scrive che esiste una minaccia maggiore rispetto al riscaldamento globale se i cambiamenti climatici ci danno una nuova stagione fredda. A differenza del dibattito sul clima caldo, più CO2, non meno, sarà necessario in tempi più freddi futuri.

Fleming - che ha alle spalle 50 anni di ricerche - era un sostenitore della teoria del riscaldamento globale, ma lasciò l'ovile e divenne un realista del clima. Possiamo anche chiamarlo un "allarmista di raffreddamento". Come matematico con dottorato in meteorologia e titolo di "scienziato atmosferico", è stato assunto dal NOAA (National Oceanic and Atmospheric Administration) negli Stati Uniti. Ha ricevuto numerosi riconoscimenti per il suo lavoro e ha ricoperto numerosi incarichi legati al clima e alla meteorologia. Nel 2005 ha avviato la società di consulenza Global Aerospace con misurazioni del vapore acqueo su aeromobili commerciali.

Nel 300 era più caldo a livello globale di oggi.

Al centro del suo libro precedente, Esposizione (2012), il punto era che il riscaldamento globale era reale, ma che CO2 non era la causa. Il nuovo libro di Fleming afferma ancora che il CO2 non può spiegare i cambiamenti climatici, ma che le variazioni naturali e l'attività del sole sono la causa della temperatura e dei cambiamenti climatici.

Era glaciale e CO2

Il libro si apre con una recensione delle scoperte scientifiche e dell'universo - che Dio ha creato, secondo Fleming - e della sua espansione. Successivamente passa attraverso eventi storici, misurazioni e ricerche dall'era glaciale all'attuale dibattito sul clima. Non si può dimostrare che CO2 è la causa del cambiamento climatico, insiste Fleming.

Ad esempio, Fleming indica le ere glaciali e le emissioni di CO2concentrazione in ogni singola era glaciale, dove non esiste alcuna correlazione tra CO2livelli. Test di carote di ghiaccio hanno prodotto 420 anni di dati dall'Antartide, indicando che le variazioni di temperatura non si sono verificate molto tempo dopo, con variazioni di CO2. La sua richiesta è confermata tra ...


Caro lettore. Hai già letto i 4 articoli gratuiti del mese. Che ne dici di supportare i TEMPI MODERNI disegnando una corsa online Abbonamento per libero accesso a tutti gli articoli?
Abbonamento NOK 195 / trimestre

Lascia un commento

(Usiamo Akismet per ridurre lo spam.)