Teatro della crudeltà

L'abisso della pace

ORIENTERING 22. FEBBRAIO 1969 / Report from Iron Mountain è una satira agghiacciante che colpisce le scienze sociali americane e l'industria degli armamenti. Il rapporto di ricerca è un documento fabbricato che mostra cosa accadrebbe se la pace scoppiasse e conclude con un sobrio linguaggio scientifico che la guerra è una necessità per il nostro sistema sociale. In questo modo, il libro – che ora è apparso in norvegese come Fakkel-bok di Gyldendal – può anche essere letto come una scioccante rivelazione del pensiero abituale e dei preparativi bellici. L'autore danese Carl Scharnberg sceglie di leggere il libro come un documento autentico e serio e in questa cronaca fornisce una sintesi dei "risultati della ricerca".

La guerra è una necessità inevitabile per preservare la struttura sociale. La guerra fornisce l'unico sistema affidabile per stabilizzare e controllare l'economia nazionale. La guerra è la fonte di ogni autorità pubblica, che rende possibile una leadership stabile. La guerra è indispensabile per controllare quella pericolosa discordia sociale e le tendenze distruttive e antisociali. La guerra svolge una funzione indispensabile di controllo della popolazione e ha fornito a lungo la ragione fondamentale e motivante per il progresso scientifico e tecnologico.

Pertanto, la guerra è inevitabile.

E' questa la conclusione raggiunta dal Gruppo Speciale di Studio nel rapporto "Sulla possibilità e desiderabilità della pace". Il gruppo è stato costituito. . .



Caro lettore.
Per saperne di più, crea un nuovo account lettore gratuito con la tua email,
o registrazione se lo hai già fatto in precedenza (clicca sulla password dimenticata se non l'hai già ricevuta via email).
Seleziona qualsiasi Abbonamento (€ 69)

Potrebbe piacerti anche