Futuro per guai

INTELLIGENZA ARTIFICIALE: Quello che molti pensano come il futuro è spesso il presente. Se non è già passato. Cosa facciamo

Eckhoff è un revisore regolare di Ny Tid.
21 pensieri per il 21 ° secolo

INTELLIGENZA ARTIFICIALE: Quello che molti pensano come il futuro è spesso il presente. Se non è già passato. Cosa facciamo

(Tradotto da Norwegian di Google Gtranslate)

Un esempio: fai una telefonata di 15 minuti con una macchina. Il discorso è completamente impersonale. La tua commissione è quella di testare la capacità della macchina di leggere le informazioni su di te solo sulla base della tua voce, sia sui fatti che sui sentimenti. Il risultato arriva: sei aperto, curioso, abbastanza disorganizzato, felice di contattare, avverso al rischio. Soffri di stress e stress. Metti il ​​lavoro davanti ad altre situazioni di vita. Il sistema ha confrontato la sequenza vocale con 5000 test simili. Le informazioni che ottieni su di te sono confermate dai tuoi colleghi.

L'esempio è tratto dal settimanale tedesco Die Zeit, intitolato "Die Seele auf der Zunge" ("L'anima sulla lingua"), e il giornalista che ha condotto questo autotest ha dovuto riconsiderare il suo scetticismo. La tecnica di leggere le emozioni e i fatti dalla voce era originariamente utilizzata allo scopo di aiutare i genitori a capire i loro figli autistici. Oggi, ha principalmente lo scopo di valutare le persone in cerca di lavoro e scoprire cosa vogliono i consumatori, sulla base di enormi quantità di dati. Il modello di base della scienza, causa ed effetto, è scavalcato da sistemi orientati alla sorveglianza. Il gigante di Internet Amazon offre già diversi dispositivi in ​​lingua Alexa e ha richiesto brevetti per leggere le emozioni e le malattie dalla voce.

Tirannia digitale

Quanto eccitati o spaventati dovremmo essere per la rivoluzione dell'intelligenza artificiale? Affrontiamo sfide che non conosciamo nemmeno. In che modo l'uomo sarà riunito in (evolutivo) in breve tempo? Lo storico e autore Yuval Noah Harari ha affrontato il tema in modo completo e fantasioso. Chiunque legga il suo ultimo libro, 21 pensieri per il 21 ° secolo, senza prima lettura Sapiens: una breve storia dell'umanitào speciale Homo Deus: una breve storia di domani, può rischiare di perdere lo sfondo di base di alcune delle sue tesi principali. Uno di questi riguarda la fusione tra informazione e biotecnologia, che secondo Harari minaccia i valori fondamentali moderni come la libertà e l'uguaglianza. La spiegazione dell'autore è che la ricerca di raccogliere sempre più dati a beneficio di interessi commerciali, piuttosto che investire di più nello sviluppo della coscienza umana, rappresenta una minaccia. La minaccia è che stiamo aggiornando i big data, mentre eseguiamo il downgrade dell'uomo. La tirannia digitale balza sull'uguaglianza umana e ci guida verso la più grande differenza che la società sia mai esistita. "La maggior parte delle persone non soffrirebbe di sfruttamento ma di irrilevanza", afferma Harari.

ILL: FUTURO DEL MOUSE.

Che aspetto ha l'irrilevanza nel mix di fusione di informazioni e biotecnologie del futuro? Tutti hanno bisogno di lavoro per sopravvivere finanziariamente. L'intelligenza artificiale (KI) renderà senza dubbio molte persone disoccupate, ma creerà senza dubbio nuovi posti di lavoro. Il problema è che i disoccupati senza istruzione cadranno. Harari si riferisce ai militari degli Stati Uniti. Ora hanno una carenza di manodopera, poiché, ad esempio, sono necessari trenta uomini per far funzionare un drone di guerra sulla Siria, mentre ha bisogno di ottanta per analizzare tutte le informazioni che sta raccogliendo. Da dove viene tutta questa competenza?

Design Man

La previsione del libro è che con ogni probabilità sarà più facile creare nuovi posti di lavoro che riqualificare le persone per ricoprire posizioni altamente qualificate. Conosciamo i fatti. Con nuovi metodi per mantenere le persone in vita più a lungo, nuove sfide colpiranno anche la comunità come un martello. Abbiamo già centinaia di anni in più rispetto a prima. Chi dovrebbe pagare per tutti gli anziani quando abbiamo bisogno anche di soluzioni per tutti coloro che non trovano lavoro?

"La maggior parte delle persone non soffrirebbe sotto sfruttamento, ma sotto l'irrilevanza."

Harari indica coloro che, attraverso la buona economia e la biotecnologia, diventano una elite bella e isolata, e chiede: "Il designer con zero formazione e zero strumenti per l'empatia e la solidarietà strutturale sarà in grado di sostenere la società?" E continua: “[i] ntelligence non è sinonimo di coscienza. KI potrebbe non avere una propria coscienza, ma possiamo – e meno ne diamo parti nelle nostre mani Big Data, più siamo in grado di trovare il nostro punto di partenza personale per soluzioni faccia a faccia con il futuro. Avevamo un sacco di controllo. Dio fu messo in disparte e perse autorità. La Chiesa non è all'altezza della scienza, poiché vive per volontà di ammettere errori e migliorare i risultati, mentre sacerdoti e guru imparano solo a produrre scuse migliori. Ma ora le grandi aziende IT di Facebook, Amazon e Google stanno utilizzando le nostre consegne ignare per guidare le nostre esigenze dove le vogliono. In realtà, non siamo più consumatori. Siamo prodotti ".

Yuval Noah Harari

Ora non abbiamo bisogno di alcun accademico appreso che ci dica che KI è e sarà una dimensione che funziona solo con ciò che lo alimentiamo. Sappiamo che un'auto a guida autonoma può prendere decisioni più rapide e sicure dell'uomo al volante, ma è l'uomo dietro la programmazione e le leggi del paese che decidono quali decisioni prendere. Harari ha trovato la sua strada per la risoluzione dei problemi e lo sviluppo personale attraverso la meditazione. Lo fa svegliare eccitato ogni mattina. Non siamo cloni (ancora). Tutti possiamo cercare il nostro metodo. Soprattutto se non riusciamo a chiedere a Google.

Abbonamento NOK 195 quarti