Ordina qui l'edizione primaverile con il documento di avvertimento

Maledetto!

AMBIENTE: New Extinction Rebellion dovrebbe essere presa sul serio.
>
(Tradotto automaticamente da Norsk di Gtranslate (esteso Google))

 

Non è abbastanza adesso, Norvegia? Il nostro piccolo paese oggi è in realtà il settimo esportatore di CO2emissioni.

Il nuovo movimento globale per l'ambiente Estinzione ribellione (XR) si sta ora ribellando alle autorità che non prendono sul serio le conseguenze del cambiamento climatico. Mentre le nostre autorità senza visione oggi succhiano petrolio dal globo, si può sentire da un certo numero di attivisti di XR in tutto il mondo: «Assolutamente no, Norvegia! Voltati, aiutaci a salvare il nostro mondo! » No allora, qui a casa svilupperanno costantemente nuovi giacimenti petroliferi (LoSeVe, Mare di Barents o il Golfo d'Australia). Il piano norvegese è operativo fino al 2070 e chi chiude il rubinetto dell'olio non è ancora nato.

XR sottolinea che è "un dovere agire ora, salvaguardare la sicurezza e il benessere dei nostri figli e proteggere la vita stessa sulla terra". Le azioni sono state molte in aprile: a Oslo, l'XR Norway ha trasportato ritualmente una bara nera al Ministero delle Finanze con monete d'argento legate al CO norvegese2emissioni. Hanno poi piantato un albero di mele davanti allo Storting (vedi sotto).

DALL'ESTINZIONE REBELLIONE NORVEGIA (26.4). FOTO: ALEKSANDRA PERPETUA
ESTINZIONE REBELLION NORVEGIA AL PARLAMENTO 26.4.
FOTO: ALEKSANDRA PERPETUA
- annuncio pubblicitario -

Poi azioni "die-in" in cui i membri degli XR "sono morti": prima davanti all'Opera (un segno contro la pesca eccessiva, la plastica e l'acidificazione degli oceani), poi la Stazione Centrale (un tributo alla ferrovia e critiche per una nuova pista all'aeroporto di Oslo) e Oslo City (contro le emissioni di tossine ambientali dell'industria dell'abbigliamento).

A Londra pieno XR su ponti stradali con piante verdi, hanno fermato il traffico e bloccato ambasciate (compresa quella norvegese) – come protesta ambientale. In The Guardian (23.4.) Si potrebbe leggere di membri XR in tutto il mondo: protesta contro l'estrazione di gas in India; Africani occidentali (Ghana, Nigeria, Costa d'Avorio, Burkina Faso e Togo) che stanno finalmente sperimentando la solidarietà globale e le loro manifestazioni nelle chiese, nei mercati e nelle scuole. In Colombia, il paese in cui gli attivisti ambientali vengono costantemente uccisi, XR vuole proteggere la giungla ei fiumi. Altri attivisti XR in Sud America stanno protestando contro la deforestazione. E i membri XR in Giappone si sforza di parlare del cambiamento climatico, della biodiversità e dei diritti umani, anche se purtroppo vengono rapidamente ridicolizzati ishiki takai ("Altamente cosciente").

Estinzione della ribellione con azione a Waterloo Bridge, Londra, il 15 aprile. Foto: XR

 

XR è ambizioso riguardo alla sua mobilitazione globale: l'obiettivo è che fino al 3,5% della popolazione terrestre risponderà con azioni in modo che una nuova politica diventi possibile. Almeno ora sempre più persone partecipano a XR con disobbedienza civile, azioni, festival, raduni, attività artistiche, spettacoli teatrali, laboratori e i propri luoghi di incontro.

Etica della responsabilità

Ma l'XR dovrà affrontare le critiche per essere ingenuo, dato che una minoranza progressista affronta sempre l'opposizione conservatrice? E molti verranno arrestati per le azioni, quindi cosa motiva l'individuo a ribellarsi?

Permettetemi di accennare brevemente all'etica della responsabilità del filosofo Hans Jonas, poiché le conseguenze a lungo termine di una moderna civiltà globalizzata sono difficili da vedere. Il lavoro di Jonas Il principio di responsabilità. Progetto di etica per la civiltà tecnologica (1979) può essere utilizzato per comprendere XR e altri attivisti ambientali oggi. Il mio vecchio professore alla New School (New York City) ha scritto un'etica che includeva le generazioni future – che è anche la preoccupazione dichiarata di XR. Jonas ha ragionato con questo responsabilità genitoriale, come possiamo sentirlo verso il futuro dei bambini. Con questo deriva il dovere di acquisire conoscenze sulle conseguenze a lungo termine della società. E secondo Jonas, la ricerca deve potersi incontrare in una "futurologia comparata". Il dovere di agire si applica anche se parti delle conoscenze attuali sono ipotetiche – prima che il danno sia irreversibile se le ipotesi fossero corrette. E tu hai il dovere di prendere "il potere sull'impotenza".

Estinzione della ribellione a Whitehall a Westminster, Londra. (Foto: ISABEL INFANTES / AFP)

Jonas è anche chiaro che la natura deve essere un soggetto etico separato, nel senso che non possiamo semplicemente sbucciare e rotolare con le risorse della terra. Come sottolinea XR, nel corso di un paio di centinaia di anni abbiamo disturbato la natura, che per circa 400 milioni di anni è andata bene senza di noi.

Le conseguenze

Allora quali fatti ci sono davvero dietro le reazioni?
skal Paris-moon ¥ sguardo se si raggiunge un massimo di 2 gradi di aumento, è necessario che rimanga l'80% delle riserve di petrolio, gas e carbone della terra. Le emissioni climatiche devono essere limitate, l'assorbimento di carbonio deve essere aumentato. Si tratta di aumento del livello dell'acqua, mancanza di acqua potabile, raccolti danneggiati, condizioni meteorologiche estreme, incendi, migrazioni, malattie e un aumento del rischio di guerre e conflitti a causa di tutto ciò.

Nel 1992 è arrivata Union of Concerned Scientists Di cui un certo numero di vincitori del Premio Nobel – con L'avvertimento degli scienziati del mondo all'umanità – un avvertimento che gli ecosistemi sarebbero scoppiati mentre venivano sfruttati. 25 anni dopo, senza che questo venisse preso sul serio, 15 scienziati ora nel 000 hanno firmato un avvertimento "Per prevenire la diffusa miseria e la catastrofica perdita di biodiversità ... la Terra con tutta la sua vita è la nostra unica casa".

20 degli ultimi 22 anni sono i più caldi registrati finora sulla Terra. Il caldo estremo e la siccità stanno per tornare alla normalità: nel corso di un secolo, i disastri legati al clima sono raddoppiati a circa 220 all'anno.

Altri fatti: delle varie specie considerate, si prevede che l'estinzione del 40% degli anfibi, del 25% dei mammiferi, del 14% degli uccelli e del 33% delle barriere coralline si estinguerà – quest'ultima esiste da 14 milioni di anni. E meno insetti portano a raccolti più piccoli: biomassa totale del volo insetti è stato ridotto di tre quarti in soli tre decenni. E sei uno di quelli che cercano le farfalle – sappi che è rimasto solo un quinto del numero di cento anni fa.

E se il riscaldamento globale aumentasse fino a 4 gradi, i raccolti di mais del mondo saranno ridotti dell'85%. L'Antartide si sta sciogliendo e il livello dell'acqua aumenta. Gli oceani sono acidificati – CO2gli scarichi hanno aumentato del 30% l'acidificazione degli oceani, che dovrebbe aumentare al 150% entro il 2100.

E aria inquinata e effetto serra porta ogni anno a 268 milioni di morti premature – posso resistere ...

Extinction Rebellion si esibisce il 18 aprile a Oxford Circus, Londra.
Foto: XR / Vladimir Morozov / akxmedia

E se qualcuno diventa così disperato e disperato da pacifico non violento
Le proteste sono sostituite da azioni più forti – per prevenirne di più
l'inquinamento e l'estinzione delle specie?

Non c'è da stupirsi che molti rispondano. Ma cosa succede se qualcuno diventa così disperato e disperato che le proteste pacifiche non violente vengono sostituite da reazioni più forti – per prevenire un maggiore inquinamento e l'estinzione delle specie?

Cura ecologica

Questo era almeno ciò che la regista e scrittrice Nina Ossavi ha preso con la sua opera La morte non arriva con una falce in una capanna a Nordmarka il mese scorso – sulla rabbia del terrorista Ted Kaczynski per la distruzione della natura. Il monologo ha mostrato Kaczynski come un uomo con traumi infantili – uno che è andato troppo oltre. Nella discussione fuori nel muro della cabina dopo lo spettacolo, abbiamo discusso – una ventina di spettatori – cosa si era disposti a fare, se si era abbastanza maledetti, abbastanza arrabbiati o pieni di un eco-dolore per conto della natura. No, il terrore non era una soluzione, ma per quanto riguarda il sabotaggio? Un attivista – dove il patto sociale è considerato rotto a causa di uno stato goffo – tenterebbe fisicamente di fermare le attività ecologicamente dannose?

Allo stesso tempo, chiedo quanto cambierà davvero una rottura con l'esistente. Oppure si tratta principalmente di creare nuove comunità esemplari ed eco-collettivi locali con in mente responsabilità a lungo termine? Si dovrebbe agire in modo negativo o affermativo in futuro? Se vuoi prendere il potere sull'impotenza, sii disposto ad allenare oggi sfruttamento e potrebbe infrangere le leggi statali – come dice XR del "dovere di ribellarsi"?

Ribellione

Negli ultimi anni ci sono state molte rivolte globali contro le autorità, come sottolinea il nostro scrittore Mikkel Bolt nel suo nuovo opuscolo Occupare dopo Hegel (2019). Abbiamo avuto Atene, Tunisi, Il Cairo, Madrid, Oakland e Parigi. È una nuova comprensione internazionale a lungo termine nel processo di creazione di resistenza e cambiamento duraturi nel potente capitalismo di oggi, militarismo e paralizzante potere statale? Si instaurerà una mentalità più anarchicamente sensata delle comunità locali combinata con una collaborazione etica globale?

Dopo Parigi, molte persone sono maledette dall'imbarazzo degli Stati riguardo all'obiettivo dei 2 gradi. Perché quando uno stato come il ricco norvegese pensa la maggior parte di se stesso in questioni ambientali e merda nei cortili degli altri, tutti con una certa etica della responsabilità e una più profonda comprensione a lungo termine del proprio tempo, dovrebbero cercare oltre il nostro oliato egoistico benessere personale – con un "No!" . Questo potrebbe significare di più democrazia diretta, internazionalismo, comunismo, più autonomia e città gemellate in tutto il mondo. E diversi organismi sovranazionali, come XR, ne chiedono uno per l'ambiente.

Le proteste contro la cattiva leadership statale sono state numerose negli ultimi anni. E perché le società civili non possono avere un maggiore controllo sulle proprie vite? Il sentimento di "ribellione" è stato visto in Grecia (2008-2012), con Iran's Green Revolution (2009), Arab Spring (2011) – o Spanish Indignados, Occupy, Maidan in Ucraina, Nuit debuttato in Francia, Standing Rock, Black Lives Matter e nuove Pantere Nere negli Stati Uniti o Gilet Gialli in Francia. E con Bolt, possiamo integrare parole chiave come "Baghdad, Copenaghen, Hebron, Bahrain, Gerusalemme Est, Damasco, Londra e Charlottesville, tutti luoghi per potenti contro-mobilitazioni".

Possiamo ora essere abbastanza ottimisti da vedere un nuovo movimento unificatore internazionale che sta diventando così massiccio che la leadership immorale o nichilista del mondo perde autorità e che le sezioni attive della società civile globale piuttosto si organizzano?

Il deserto

Il filosofo tedesco Nietzsche scrisse acutamente 150 anni fa: "Il deserto cresce e maledetti siano quelli che lo nascondono". Il deserto – die Wüste – nel senso di desolato-laico, laico desolato. Anche se questo era mirato a quello nichilismo diffuso tra gli europei, è il risultato di tale , validità e , nism oggi nuove varietà di posa desolata. I fatti sopra mostrano il crimine davvero grande qui.

Truls Liehttp: /www.moderntimes.review/truls-lie
Redattore responsabile di Ny Tid. Vedi gli articoli precedenti di Lie i Le Monde diplomatique (2003-2013) e Morgenbladet (1993-2003) Vedi anche part lavoro video di Lie qui.

Dai una risposta

Inserisci il tuo commento!
Inserisci qui il tuo nome

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati dei tuoi commenti.

Mitologie / Il cacciatore celeste (di Roberto Calasso)Nei quattordici saggi di Calasso ci troviamo spesso tra mito e scienza.
Cina / La conquista silenziosa. Come la Cina sta minando le democrazie occidentali e riorganizzando il mondo (di Clive Hamilton e Mareike Ohlberg)È noto che la Cina sotto Xi Jinping si è sviluppata in una direzione autocratica. Come l'effetto si è diffuso nel resto del mondo, gli autori, l'australiano Clive Hamilton e la tedesca Mareike Ohlberg, fanno luce nel libro.
Nawal el-saadawi / Nawal El-Saadawi – in promemoriaUna conversazione su libertà, libertà di parola, democrazia ed élite in Egitto.
Necrologio / In memoria di Nawal El-SaadawiSenza compromessi, ha parlato contro il potere. Adesso se n'è andata, ha 89 anni. L'autrice, medico e femminista Nawal El-Saadawi ha scritto per MODERN TIMES da giugno 2009.
Dibattito / Cos'è la sicurezza oggi?Se vogliamo la pace, dobbiamo prepararci per la pace, non per la guerra. Nei programmi preliminari del partito, nessun partito nello Storting è a favore del disarmo.
Filosofia / Filosofia politica del buon senso. Fascia 2, ... (di Oskar Negt)Oskar Negt chiede come sia nato il cittadino politico moderno sulla scia della Rivoluzione francese. Quando si tratta di terrore politico, è chiaro: non è politico.
Autoaiuto / Svernamento: il potere del riposo e della ritirata in tempi difficili (di Katherine May)Con Wintering, Katherine May ha proiettato un affascinante e saggistico libro di auto-aiuto sull'arte dello svernamento.
Cronaca / Non tenete conto dei danni che possono causare le turbine eoliche?Lo sviluppatore di energia eolica di Haramsøya ha gravemente trascurato? Questa è l'opinione del gruppo di risorse che dice no allo sviluppo locale delle turbine eoliche. Lo sviluppo può interferire con i segnali radar utilizzati nel traffico aereo.
La forza mimetica / Padronanza della non padronanza nell'era della fusione (di Michael Taussig)Imitare un altro è anche un modo per ottenere potere sulla persona ritratta. E quante volte vediamo un'imitazione del cosmo in un bar in una strada laterale buia?
Radiazione / La maledizione di Tesla (di Nina FitzPatrick)I ricercatori del romanzo trovano la prova definitiva che parti della tecnologia moderna stanno distruggendo la biologia neurologica umana?
Foto / Helmut Newton – Il cattivo e il bello (di Gero Von Boehm)Il controverso status di culto del fotografo Helmut Newton persiste molto tempo dopo la sua morte.
Notifica / La Svezia e l'Inghilterra erano democrazieIl trattamento di Julian Assange è un disastro legale iniziato in Svezia e continuato nel Regno Unito. Se gli Stati Uniti riusciranno a ottenere l'estradizione di Assange, potrebbero impedire la pubblicazione di informazioni sulla grande potenza in futuro.
- Annuncio pubblicitario -

Potrebbe piacerti ancheRelazionato
Consigliato