Ordina qui l'edizione estiva

Trova qualcos'altro!

Pensa attentamente prima di scegliere di lavorare come insegnante. Non sei tu a pagare il prezzo se non sei all'altezza del compito.

(QUESTO ARTICOLO È MACCHINA TRADOTTO da Google dal norvegese)

[18. Agosto 2006] Quando lunedì gli alunni delle scuole del paese si mettono in fila per la prima classe, c'è una cosa che può andare terribilmente storta. Potrebbero avere un cattivo insegnante. Purtroppo ce ne sono molti. Sia i giovani che i vecchi cattivi insegnanti dovrebbero trovare qualcos'altro da fare, per il bene della famiglia in crescita.

Probabilmente non ci sono più cattivi maestri che cattivi falegnami, ma le conseguenze sono molto maggiori. È possibile riparare la cattiva fattura in un garage. Un cattivo insegnante può uccidere la tua voglia di imparare, creatività e fiducia in te stesso nel corso di un anno scolastico. Mentre il falegname ottiene una cattiva reputazione ed è pagato meno, i cattivi insegnanti con una buona protezione contro il licenziamento rimangono al catetere – con grande disperazione degli alunni.

Ny Tid ha precedentemente recensito i libri di testo di studi sociali di quest'anno per la scuola secondaria superiore. Ma ancora più importante è il carattere dell'insegnante.

Chi ha frequentato la scuola sa di cosa si tratta. La differenza tra la lezione di matematica con Iversen e quella di scienze con Holm era come il giorno e la notte. Entrambe le parti erano difficili, ma Holm sapeva fare magie. Holm ha evocato escrescenze nere simili a un pene da una provetta. Iversen ha rimosso tutta la magia dall'algebra e ha chiesto agli studenti di capirla.

Gli insegnanti in erba dovrebbero riflettere attentamente prima di scegliere di lavorare con le persone. Non tutti sono adatti a questo. Né la scuola di formazione per insegnanti è un focolaio per studenti senza progetti futuri e speranze per lunghe vacanze. Fare l'insegnante comporta un'enorme responsabilità verso i figli degli altri.

Ma non sono solo gli insegnanti stessi che devono assumersi la responsabilità. Le scuole di formazione degli insegnanti devono fare uno screening più brutale. La cosa più importante in realtà non è quanto impara l'insegnante studente, ma cosa è in grado di insegnare. I politici si preoccupano così tanto del voto in matematica che dimenticano la pedagogia pratica senza voti. I presidi devono anche affrontare gli spiacevoli problemi del personale, invece di essere testimoni silenziosi di insegnanti impotenti e studenti arrabbiati che si distruggono a vicenda in classe.

Un insegnante non qualificato con un brillante talento comunicativo e un grande entusiasmo a volte può essere la scelta migliore. Queste persone possono fare miracoli in tutte le scuole norvegesi.

I politici possono adottare riforme e pacchetti scolastici fino a quando non ci imparano, ma l'insegnante è sempre lo stesso. In definitiva, è l'ambiente di apprendimento che il personale riesce a creare che determina la qualità della scuola.

Potrebbe piacerti anche