Affascinante per il fascismo


ideologia: Conosciamo abbastanza il fascismo per capirlo?

Kroglund è critico e scrittore.
E-mail: andrewkroglund@gmail.com
Pubblicato: 2019-11-06
Fascismo. Un'introduzione agli studi comparativi
Autore: Roger Griffin Tradotto da Kjersti Velsand
Dreyer, Editore

"Vediamo delle somiglianze dal fascismo prebellico ai populisti europei di oggi e Trump negli Stati Uniti?" Ho chiesto al noto storico della guerra Sir Antony James Beevor durante un evento al procedimento giudiziario norvegese a Oslo ad ottobre.

Cosa ha risposto Beevor? Ti metterò in panchina e fare una deviazione con un libro nuovo. Dreyer's Publishers ha una serie eccellente che chiamano Prospettiva di Dreyer, in cui mettono in evidenza fenomeni importanti in versioni facili da capire ed emozionanti. Ora il viaggio è arrivato al fascismo e l'editore ha tradotto una panoramica delle attuali conoscenze sul fascismo e la ricerca sul fascismo. L'autore non è affatto dove: Roger Griffin è professore emerito di storia moderna e teoria politica alla Oxford Brookes University e un importante accademico nel settore.

Che cos'è il fascismo?

Griffin ci porta in un viaggio dal 1919 ad oggi, dall'inizio del fascismo in Italia al fascismo di Internet di oggi e al movimento del potere bianco. Ma cos'è esattamente il fascismo? Lo sappiamo tutti, no?

Il problema è stato una forza trainante nella carriera accademica di Griffin. Attraverso numerosi libri e pubblicazioni, ha contribuito a stabilire il campo degli studi comparativi sul fascismo. Elementi chiave dell'ideologia, scrive Griffin, sono membri del partito in uniforme, leader carismatici e teorie della cospirazione spesso antisemite. Ma non è sufficiente capire il fenomeno, secondo il professore.

Trump è, insomma, un razzista che "si prende cura" della sua.

Griffin ha quindi introdotto il termine Ultranazionalismo palingenetico. Spiega il fascismo attraverso il suo mito fondamentale, cioè la necessità di una rivoluzione per raggiungere una rinascita nazionale. Questa paligenetica separa il fascismo da altre ideologie nazionaliste autoritarie.

Abbonamento NOK 195 / trimestre

In un capitolo separato su come i teorici marxisti considerano il fascismo, otteniamo informazioni su come non condividono la visione di Griffin sul fascismo come ideologia rivoluzionaria. Preferirebbero sostenere che il fascismo manca di un contesto ideologico interno e che ostacola una rivoluzione che può sbarazzarsi del capitalismo.

Ma anche all'interno degli ambienti marxisti, ci sono diverse opinioni contrastanti sul fascismo e Griffin le mette in risalto in modo eccitante. Sottolinea inoltre la necessità di abbandonare l'uso del "fascismo" come termine condiscendente e parla persino di avere un certo ...


Caro lettore. Hai già letto i 4 articoli gratuiti del mese. Che ne dici di supportare i TEMPI MODERNI disegnando una corsa online Abbonamento per libero accesso a tutti gli articoli?


Lascia un commento

(Usiamo Akismet per ridurre lo spam.)