Palestina


Mercedes senza motore

Donald Trumps "Deal of the Century" potrebbe, nel peggiore dei casi, finire per essere un fattore scatenante per l'originale potenziale di conflitto tra palestinesi e israeliani.
In alto ea destra, gli studenti lavoratori. Academy. Foto: Truls Lie

La creazione dell'Accademia a Ramallah

Buono Palestina: Nella Cisgiordania occupata, l'arte divenne una forma di conoscenza basata sulla ricerca e sul libero pensiero critico. Uno dei fondatori dell'Accademia d'arte di Ramallah racconta qui cosa è successo - supportato dalla Norvegia.

- Abbiamo documentato che avevamo tutto a posto per uno stato palestinese

Buono Palestina: Salam Fayyad, ex Primo Ministro della Palestina, Ramallah 2014
Espen Barth Eide

Un futuro stato palestinese può essere sostenibile solo se ha buone relazioni ...

Buono Palestina: Espen Barth Eide, ex ministro degli affari esteri, Gerusalemme (2013)

La Palestina nel nostro secolo

Buono Palestina: La rivista Palestina nel nostro secolo ha una prospettiva sia attuale che storica sul lungo conflitto nucleare # Medio Oriente # sulla Palestina. Sebbene sia ben noto, spesso è con poca conoscenza dettagliata.

Apartheid sfrenato

Buono Palestina: Israele è stato veloce nel rappresentare i palestinesi come portatori del virus e come una minaccia per la salute. Oggi la crisi di Gaza è sia territoriale, demografica, politica e biologica.

Oslo: un accordo d'oro per Israele

A causa degli accordi di Oslo, Israele ha vissuto una crescita economica avventurosa, a spese dei palestinesi. L'ampia corruzione è stata anche il triste risultato del processo di Oslo.

Ehud Barak, ex Ministro della Difesa e Primo Ministro di Israele.

Tel Aviv (2014) Intervista con Ehud Barak.

TEMPI MODERNI: prossima rivista trimestrale!

Era giunto il momento di stabilirsi, ora nel nostro sesto anno per i TEMPI MODERNI di oggi. Non solo il mondo sta cambiando con una pandemia (vedi altrimenti nel giornale), ma anche il pubblico è cambiato radicalmente nell'ultimo decennio.
Groton Terrace

Prende sul serio la libertà di parola

TUTTI I GIORNI: "Dobbiamo capire quale potere si può trovare in letteratura", afferma la direttrice del festival di LitFestBergen, Teresa Grøtan
Ministro della cultura Atef Abu Saif.

Vita da villaggio in Cisgiordania

Diario di viaggio: Il ministro della Cultura palestinese e l'autore pluripremiato Atef Abu Saif vuole mettere in evidenza il ricco patrimonio culturale e portare l'arte alla gente.

Gaza è come il mercurio

GAZA: La proposta soluzione americana di ridistribuzione della terra e l'espansione della Striscia di Gaza può porre fine al conflitto in Medio Oriente?

Pazzi per le strade di Gerusalemme

I RAGAZZI: Il docu-dramma israeliano si occupa dell'ondata traumatica di violenza e vendetta che ha portato alla guerra aperta nell'estate del 2014.

La vita umana

femminilità: L'umorismo nero illumina questo ritratto ravvicinato della vita, delle relazioni, dei desideri e dell'amarezza di una donna palestinese anziana e sarcastica.
Lea Tsemel

Il difensore perso

ISRAELE: Per quasi cinquant'anni, Lea Tsemel è stata in prima linea nella lotta per la giustizia e la compassione per coloro che sono stati persi e impossibili da difendere.
FOTO: NADIA OTHMAN

Gaza: un filo di seta separa la vita dalla morte

ISRAELE-LANYARD: Per le persone nella Striscia di Gaza, la speranza si sta esaurendo.

Tarassaco della Cisgiordania

LANYARD: Cosa vuole Walaa ritrae un bambino che cresce all'ombra dell'occupazione israeliana e della lotta per la libertà palestinese, nel campo profughi di Balata in Cisgiordania.

Condannato in prigione per la sua poesia

TEL AVIV: il poeta palestinese Dareen Tatour è stato arrestato e posto agli arresti domiciliari dalle autorità israeliane nell'ottobre 2015. A causa di una poesia. Beh, è ​​fuori dagli arresti domiciliari. Il 3 marzo, viene a Oslo (a Vega, il salone).

Piccoli frammenti di bellezza

OGNI GIORNO A GAZA: Il film ritrae le dimissioni che sono, in effetti, il desiderio di trovare la vita e la felicità in mezzo a tutte le tragedie.

Quindi la gente ne aveva abbastanza

OCCUPAZIONE: Naila e l'insurrezione è una storia intima e personale della lotta delle donne e della grande politica durante la prima intifada.

Il documentario come mezzo di comunicazione

Spaces of Exception confronta l'esperienza dell'oppressione e della resistenza e trova somiglianze tra le riserve dei nativi americani del Nord America e i campi profughi palestinesi.

25 anni dopo l'accordo di Oslo

Dopo essere entrato in porto l'accordo di Camp David nel 1978 ha in seguito reso difficile soddisfare il desiderio dei palestinesi di uno stato indipendente, scrive lo storico Seth Anziska in un nuovo libro.

Quel discorso è tabù

Quando Ziad Doueiri, nato in Libano, ha iniziato il suo nuovo film, ha ritenuto molto probabile che le autorità libanesi avrebbero vietato il film a causa del suo contenuto controverso.  

Vita parallela in Cisgiordania 

I due ritratti di Avner Faingulernt ricordano che un luogo di nascita può fare la differenza tra paradiso e inferno.