TAG

migrazione

Crudo, nudo e maschile

RAZZISMO? Prima era il barocco a sedurre Mbembe, ora è brutalismo, usato come una svolta analitica per comprendere l'Africa e le sue relazioni con l'Europa.

Vincitori di cortometraggi con pungiglione politico

FILM CORTO NORVEGESE: Molti dei film al festival del cortometraggio digitale di quest'anno a Grimstad hanno affrontato temi politici attuali.

Per tornare nei Balcani

Due documentari descrivono persone che per vari motivi hanno dovuto lasciare l'ex Jugoslavia. Per ragioni altrettanto diverse, ritornano anche loro.

Fuga e amore

"Posizione, posizione, posizione", afferma gli agenti immobiliari. La geografia è il destino, gli storici rispondono. ”Da Exit West

Attraverso l'inferno contro l'Europa

Gli eritrei in fuga vengono picchiati, violentati e rinchiusi e rischiano la vita lungo il Mediterraneo. La politica europea significa che non hanno altre opzioni.

Confina con violenza illimitata

Lo stato ha sempre cercato di impedire alle persone di muoversi liberamente e senza attaccamento. Ma l'uomo non è davvero nomade nel suo essere?

Liberato – Kripos è stato ora notificato all'unità speciale del dipartimento di polizia

Il difensore Brynjulf ​​Risnes sta ora segnalando sia Kripos che il procuratore statale all'unità speciale per gli affari di polizia. Eugene Nkuranyabahizi, accusato di genocidio, è probabilmente innocente. Il processo contro di lui è molto simile al caso Monika, afferma l'ex investigatore di Kripos Håvard Aksnes.

Per girare la guaina di tolleranza dopo il vento

L'entusiasmo di accusare immigrati e musulmani di essere intolleranti agli schiavi sembra piuttosto singolare se si considera il tipo di atteggiamenti che esistono ancora tra i cosiddetti etnici norvegesi.

Torturato e ucciso dopo essere stato negato l'asilo in Norvegia

Nonostante gli avvertimenti, a Cecenia Apti e Umar è stato negato l'asilo e hanno dovuto lasciare la Norvegia. Il Comitato e il Memoriale di Helsinki affermano che i due sono stati torturati e uccisi dalle autorità cecene. Le autorità norvegesi sono responsabili della loro morte successiva dopo aver rifiutato loro l'asilo politico?

Uno sguardo ravvicinato alla sorveglianza delle frontiere nel Mediterraneo

A tutti è consentito lasciare il proprio paese, è un diritto umano universale.