TAG

Palestina

Quando la morte diventa l'ultima alternativa

Nelle manifestazioni settimanali al confine di Gaza, migliaia di manifestanti si contendono un futuro migliore.

Romanticismo e razzismo a Tekoa

Un regista israeliano "di sinistra" trascorre 30 giorni in un insediamento israeliano in Cisgiordania, cercando di superare gli stereotipi. 

Fine del processo di pace?

Gli Stati Uniti non hanno più accettato di trattare con l'Autorità Palestinese (PA) come organo diplomatico, mentre Trump sta minacciando di tagliare tutto il supporto per l'Agenzia delle Nazioni Unite per il soccorso e l'occupazione dei rifugiati palestinesi. Ora l'ambasciata americana in Israele si è trasferita da Tel Aviv a Gerusalemme. Il processo di pace è finito?

La lotta per la memoria popolare palestinese 

L'attuale marcia di ritorno dei palestinesi, iniziata il 30 marzo e ha raccolto decine di migliaia di palestinesi, è un messaggio per Israele e la comunità internazionale secondo cui i palestinesi mantengono la richiesta del diritto al ritorno in patria.

Lo stato nevrotico di Israele

Il 14 maggio di quest'anno ricorre il 70 ° anniversario della proclamazione dello Stato di Israele. Lo storico Michael Brenner dà un'occhiata più da vicino al complesso e, in parte, contraddittorio base della sua esistenza.

Cisgiordania ovest

Il conflitto tra Israele e Palestina è più difficile che mai da risolvere, afferma uno scienziato mediorientale in un nuovo libro. 

Con speranza di cambiamento

Rappresentando una donna giudice della Sharia in Cisgiordania e un ragazzo palestinese in un ospedale israeliano, rispettivamente, questi due documentari forniscono informazioni su alcune delle sfide che i palestinesi affrontano. 

"Bloody Oslo"

Che cosa è realmente accaduto durante i colloqui segreti tra israeliani e palestinesi a Oslo nei primi anni '90?

Nel cortile della guerra

Sebbene il processo di pace tra Israele e Palestina si sia fermato, i palestinesi di Nabi Saleh sognano ancora di accedere al Mediterraneo.

Boicottaggio del movimento israeliano nominato per il premio Nobel per la pace

Il movimento BDS prende una nuova strada nel conflitto di oltre 70 anni tra Israele e Palestina. Sostenuti da principi non violenti, cercano di spingere il potere di occupazione a rispettare il diritto internazionale, i diritti umani e le convenzioni dell'ONU adottate. Dovrebbero ottenere il premio Nobel per la pace?

Israel's Impossible Catch-67

La storica idea israeliana Micha Goodman fornisce una buona analisi del perché gli israeliani non vedono più una soluzione al conflitto israelo-palestinese. 

Sulla strada per una nuova guerra a Gaza?

Un'estate opprimente, una crisi in Qatar e un razionamento a Gaza: circa due milioni di persone sono vittime della politica. Va di male in peggio e il suono della guerra può essere visto in lontananza.

Palestina Mandela

Marwan Barghouti è visto come un candidato naturale per la presidenza palestinese. Ma in questo momento è impegnato a morire di fame nelle carceri israeliane.

Bear Bow: Israele e gli Stati arabi

ORIENTERING Aspettarsi una soluzione o solo la volontà di una soluzione dall'ONU significa indulgere in un pio desiderio selvaggio.

Navigare contro ogni previsione

Questo bellissimo documentario ci porta nel mondo del surf della Striscia di Gaza e rivela un'impressionante capacità di ripresa in una popolazione assediata.

Con i suoi occhi sulla guerra

Il debutto nel documentario di Mohamed Jabaly Ambulance fornisce una visione unica di un bombardamento di Gaza di 51 giorni, visto dal sedile del conducente dell'ambulanza.

Non mandarlo qui in Israele!

David Friedman, nominato da Trump, contribuirà a un governo israeliano in cui Netanyahu apparirà come l'estrema sinistra.

Gaza: se la musica potesse attenuare il suono della guerra

"Un'orchestra oggi, uno stato domani", ha detto lo storico e musicista letterario Edward Said mentre fondava il Conservatorio di musica a Gerusalemme. Potrebbe esserci verità nello slogan?

Resistenza palestinese sul poster

Cosa combattono esattamente i palestinesi con l'occupazione israeliana? Questa è una domanda pervasiva quando il Comitato misto sulla Palestina organizza la conferenza di quest'anno il 16 ottobre.

Ecco perché sono a bordo della barca delle donne di Gaza

Il 5 ottobre, la nave femminile in rotta verso Gaza è stata fermata dalla marina israeliana in acque internazionali. Qui puoi leggere i pensieri dell'attrice LisaGay Hamilton sul perché ha deciso di entrare a far parte dell'equipaggio della barca.

Rapporti di transazione

A Hebron, nella Cisgiordania occupata, vivono 600 coloni israeliani che combattono per il dominio israeliano nella città. New Time li ha visitati. 

Israele sta andando contro la guerra civile?

Israele mantiene il conflitto con la Palestina, perché il paese ha bisogno che il conflitto esista. La divisione meno visibile tra gli ebrei sta diventando molto profonda.

Al giornalista palestinese è stato negato il visto per la prima volta in Norvegia

Al giornalista e scrittore Akram Musallam viene negato il visto in Norvegia perché l'UDI teme che rimarrà. Un vero peccato, crede agli organizzatori del festival.

Gaza non funziona come nient'altro che una grande prigione, forse come una strada per il suicidio

Gaza è sopravvissuta a tre guerre in così breve tempo che persino i bambini di dieci anni possono ricordare tutte e tre. Eppure, la gente qui vive nel vuoto dell'oblio internazionale dopo un decennio di blocco.

Armi nucleari russe in Crimea?

L'ex prigioniero politico e dissidente Mustafa Dzhemilev racconta a Ny Tid la lotta contro l'occupazione della Crimea, il suo rapporto con la Russia e il motivo per cui ha ricevuto la medaglia Nansen. Oggi è il leader politico del gruppo etnico tartaro di Crimea 280.