Ordina qui l'edizione estiva

Una scelta di valore!

(QUESTO ARTICOLO È MACCHINA TRADOTTO da Google dal norvegese)

Høyre e Krf stanno sacrificando i diritti dei disabili per risparmiare 49 milioni. A partire dall'inizio dell'anno, il governo ha privato i bambini e gli adulti disabili di ausili importanti sia per le attività fisiche che sociali, per scopi educativi o per alleviare il dolore. Sono state utilizzate, tra l'altro, biciclette con motori ausiliari, fotocamere digitali e tappeti elastici, materassi per alleviare la pressione e lettini per la gestione del dolore.

- Le misure di austerità vanno oltre quanto consentito dal bilancio statale e, a mio avviso, sono contrarie alle intenzioni della legge sull'assicurazione nazionale, afferma Gunnar Buvik, capo della Norwegian Handicap Association, sul sito web dell'NHF.

- Né le fotocamere digitali sono qualcosa che tutti possono permettersi di acquistare. Molti genitori di bambini disabili sono costretti a lavorare poco o niente perché il sistema di sostegno pubblico sta fallendo e hanno anche una serie di spese extra che non sono nemmeno coperte dal settore pubblico. Ora il Ministero del lavoro e degli affari sociali ha imposto loro ancora più spese aggiuntive per gli aiuti che sono importanti sia dal punto di vista educativo, sociale e sanitario, afferma Buvik.

Le fotocamere digitali sono un aiuto centrale nell'insegnamento della comunicazione alternativa dove i bambini non sono in grado di parlare da soli o hanno sviluppato il linguaggio in ritardo. Questo vale, tra l'altro, per i bambini con sindrome di Down. Per usufruire di questa formazione, il bambino ha bisogno sia di un PC, una stampante fotografica, inchiostro della stampante, fogli fotografici e così via. Stampante fotografica, inchiostro e carta non sono mai stati forniti come ausili, sono sempre stati a carico dei genitori. Con una fotocamera, stiamo parlando di un costo iniziale di 5-6000 NOK. Poi le operazioni (carta e inchiostro) come spese fisse.

La macchina fotografica è per il bambino, va inviata all'asilo, alla casa di riposo e alla casa di cura, va usata ogni giorno per mostrare esperienze. Questo uso è quindi dovuto alla disabilità, e si aggiunge a quello di cui hanno bisogno le famiglie "normali".

La legge sull'istruzione fornisce norme per i diritti dei bambini e dei giovani nella scuola primaria e secondaria superiore. La stessa legge riconosce il diritto alla formazione educativa speciale per i bambini disabili in età prescolare. Il settore pubblico è responsabile dell'adempimento del diritto. Ciò viene impedito quando i sussidi didattici vengono portati via dai bambini.

Krf e Høyre difendono il taglio sulla base di un argomento di "utilità"; cioè prendono dai nostri figli per trasferirli ad altri gruppi. In altre parole, il mucchio di denaro viene spostato tra le parti deboli, in modo che ci sia sempre qualcuno che perde. Sono i soldi che contano, non il diritto legale all'istruzione!

In un momento in cui la Norvegia non è mai stata così ricca, Krf e Høyre non possono permettersi la formazione e l'assistenza necessarie per i bambini disabili. Dio ci aiuti se questa visione prevale!

Kari Reine, madre di un bambino disabile

Potrebbe piacerti anche