Una nuova primavera per il libro di dibattito?

Almeno un nuovo libro primaverile, con il piacere occasionale. Soprattutto nella pagina di prosa del caso.

(Tradotto da Norwegian di Google Gtranslate)

Il libro di Mulla Krekar Il mio caso apre la palla nel contesto norvegese dei principali documentari / memorie politiche. Il libro sarà pubblicato già a febbraio e Aschehoug è responsabile di quella pubblicazione. Subito dopo, e probabilmente con aspettative ancora maggiori, arriva il racconto della sua vita della spia Arne Treholt. Gyldendal si è assicurata quel regalo, e quel libro è anche nei negozi prima dell'estate, più precisamente a maggio. Nella stessa classe c'è anche un progetto di collaborazione tra Lars Sigurd Sunnanå e il life doctor di Saddam Hussein Ala Bashir. È Cappelen che si è assicurato i diritti sulla storia del medico di base, che sarà già pre – venduta a numerosi editori all'estero.

E ci sono ancora diversi editori che non hanno ancora pubblicato le loro liste primaverili. Tuttavia, questo elenco può essere integrato con nomi come Michael Moore e Thomas Hylland Eriksen, che sono rispettivamente rilevanti per Aiuto, dov'è il mio paese? og Radici e piedi. Entrambi ad Aschehoug. Anche il ricercatore di Nupi Svein Melby è coinvolto nel rilascio primaverile. Ha scritto il libro La rivoluzione Bush che si occupa dei recenti sviluppi nella politica americana.

Dalla piccola casa editrice Spartacus, che quest'anno compie quindici anni, Ny Tid conosce due titoli: Raja Shehadeh ha scritto Quando gli uccelli smisero di cantare – Diario dell'assedio di Ramallah e lo scienziato radicale Vandana Shiva ha scritto Protezione o saccheggio? su brevetti, etica e neocolonialismo. Entrambi gli autori vengono in Norvegia in connessione con le pubblicazioni del libro.

Universitetsforlaget ha anche un paio di interessanti libri generali nella sua lista.

- annuncio pubblicitario -

Coloro che vogliono essere un po 'oltraggiati e sfidati avranno probabilmente successo leggendo il libro di Kjell A. Nordstrøm e Jonas Ridderstråle Capitalismo del karaoke. È scritto dagli stessi autori di Affari funky e dovrebbe, secondo l'editore, basarsi su "un mondo individualizzato dove tutto è possibile, ma dove devi allo stesso tempo osare essere unico e provare cose nuove se vuoi ottenere grandi cose ..." Quel libro arriva a marzo .

Ma forse è soprattutto il filosofo Lars p. Il libro di H. Svendsen sulle mode dovrebbe suscitare l'interesse di coloro che sono interessati all'interazione tra espressione culturale e società in un'epoca capitalista.

Se ami i filosofi e le raccolte di saggi, e altrimenti non sei intimidito da Nynorsk, la raccolta di saggi di Jon Hellesnes è Illusione? in uscita da Samlaget a febbraio.

Per chi non vede l'ora, c'è speranza alla Dinamo. Il giovane editore si è assicurato Paul Bermans Terrore e liberalismo. La sua principale ipotesi è che le fonti della violenza del fondamentalismo islamista siano in linea di principio abbastanza simili alla violenza che ha caratterizzato i vari fondamentalismi europei del secolo scorso.

La casa editrice dell'Oktober di proprietà di Aschehoug pubblica un libro di interviste con Edvard Said che aveva il titolo inglese Cultura e resistenza. Per inciso, si può menzionare anche la raccolta di saggi di Salman Rushdie Passo oltre questa linea sarà tradotto anche da un editore norvegese, e che Anton Chekhov ha un cinema a Geir Kjetsaa.

Anche la polvere ha qualcosa in magazzino. Non da ultimo, si può essere entusiasti del libro Poesia contemporanea – da Almuens Opera a Gatas Parlament di Jan Inge Reilstad, che è una raccolta di testi di musica popolare, secondo quanto riferito li inserisce in un quadro storico artistico e li prende sul serio come letteratura.

Se sei più interessato a saggi letterari e saggi di letteratura, dovrebbe essere possibile dissetarti anche questa primavera. Umberto Eco è una vera volpe da anello di un romanziere, ma sa anche scrivere saggi. Something Time ha intenzione di dimostrarlo quando pubblicherà il suo a maggio Saggi sulla letteratura. C'è anche la speranza che Eldrid Lunden ad Aschehoug possa offrire alcuni gustosi esercizi letterari nella sua raccolta di saggi Campioni. In tal caso, accadrà a marzo.

Per tornare finalmente al tipo di libro con cui abbiamo iniziato questa recensione – vale a dire i libri di memorie dai momenti salienti della grande politica degli ultimi dieci anni: anche l'editoria Kagge ha qualcosa con cui colpire il tavolo a quel punto: Hans Blix ' Giorni cruciali, una pubblicazione internazionale, lanciata simultaneamente in inglese, norvegese e svedese.

Potrebbe piacerti ancheRELAZIONATO
Consigliato

Un cluster agricolo – un complesso industriale all'avanguardia

PAZZO: Il problema è l'accesso al cibo. Tutti devono mangiare per vivere. Se vogliamo mangiare, dobbiamo comprare. Per acquistare dobbiamo lavorare. Mangiamo, digeriamo e cagiamo.

La dittatura della virtù

CINA: Il Partito comunista cinese si vanta oggi di essere in grado di riconoscere uno qualsiasi degli 1.4 miliardi di cittadini del paese in pochi secondi. L'Europa deve trovare alternative alla crescente polarizzazione tra Cina e Stati Uniti – tra una dittatura che monitora lo stato e la spietata autoespressione dell'individualismo liberale. Forse una sorta di ordine sociale anarchico?

La protesta può costarti la vita

HONDURAS: La pericolosa ricerca della verità dietro l'assassinio dell'attivista ambientale Berta Cáceres di Nina Lakhani finisce in più domande che risposte.

Il legante culturale

ROMANZO: DeLillo mette in scena una sorta di stato generale, paranoico, un sospetto che ha portata globale.

Distruzione creativa

SPAZZATURA: La Norvegia non è attrezzata per lo smistamento dei tessuti. Anche se selezioniamo la spazzatura, non siamo neanche lontanamente vicini a luoghi in Giappone che possono riciclare in 34 categorie diverse. L'obiettivo è che i comuni non siano lasciati con rifiuti e senza camion della spazzatura!

La società di controllo e gli indisciplinati

MAMME TARDIVE: Le persone oggi stanno acquisendo sempre più controllo su ciò che li circonda, ma stanno perdendo il contatto con il mondo. Dov'è il limite per misurazioni, garanzie di qualità, quantificazioni e routine burocratiche?