Una rappresentazione accurata della crisi dell'UE


EUROPA: Si tratta ora di sviluppare una sorta di solidarietà europea o siamo diventati poligami nello spazio?

E-mail: kasperdamn@gmail.com
Pubblicato: 2020-02-03

La fotografia sopra è diventata la foto di una UE in crisi. Un gruppo di danesi bianchi si radunò su un ponte autostradale sopra Europavej 47, non lontano da Rødby a Lolland. In basso, nella pista di emergenza, la famigerata passeggiata Flygtningee, spinto dalla speranza di raggiungere il cuore aperto della Svezia e Frederik Reinholts (ex primo ministro).

I rifugiati hanno viaggiato molto, dalla Siria secca e sabbiata al nord umido ed erboso, eppure non si incontrano con gentilezza. Nella prima fila del ponte c'è un uomo danese. È in sovrappeso e con i capelli rossi, i capelli ricci non tagliati su un orecchio, le guance bordate di rosso, e dal "culmine del potere", ben sollevato sopra i rifugiati, sputa verso la folla.

L'uomo di mezza età deve far parte della "Danimarca gialla", un sostenitore del Partito popolare danese e un residente della "banana marcia" (una designazione per le periferie in difficoltà che disegnano geograficamente una "banana" sulla mappa).

Tryghedsnarkomaner

La crisi dei rifugiati ha danneggiato l'Europa nell'autocomprensione. Perché potrebbe essere un po 'difficile da capire, ma il filosofo ungherese Ágnes Heller lo fa nei suoi saggi Paradox Europe (2019) finemente ed educatamente preparato per il problema: come specie noi umani siamo intrinsechi tryghedsnarkomaner. I bambini imparano le cose dai loro genitori. E ciò che imparano, percepiscono come vero, così come percepiscono che ciò che viene loro detto è giusto (da fare) come giusto (da fare). Così elementare, Heller funziona e il pensiero non è categorico, ma opera - per lo più - con una classificazione dei gradi: altri possono essere più o meno estranei a uno, nessuno è uguale, ci sono sempre differenze di grado, livelli di stranezza.

Un uomo di 58 anni è accusato di sputare un gruppo di rifugiati. Questa è stata una grande sorpresa quando diversi media hanno pubblicato la foto del fotografo d'informazione Sigrid Nygaard. L'uomo è accusato di violazione della clausola razziale e della violenza. (Fax Informati il ​​29.10.2015) Un uomo di 58 anni è accusato di sputare un gruppo di rifugiati. Questa è stata una grande sorpresa quando diversi media hanno pubblicato la foto del fotografo d'informazione Sigrid Nygaard. L'uomo è accusato ...

Abbonamento NOK 195 / trimestre


Caro lettore. Hai già letto i 4 articoli gratuiti del mese. Che ne dici di supportare i TEMPI MODERNI disegnando una corsa online Abbonamento per libero accesso a tutti gli articoli?


Lascia un commento

(Usiamo Akismet per ridurre lo spam.)