Abbonamento 790/anno o 190/trimestre

Una sinistra libertaria?

Trulli mentono
Truls Liehttp: /www.moderntimes.review/truls-lie
Redattore responsabile di Ny Tid. Vedi i precedenti articoli di Lie i Le Monde diplomatique (2003–2013) e morgenbladet (1993-2003) Vedi anche par lavoro video di Lie qui.
ACCELERAZIONISMO / Diversi pensatori credono che sia possibile per quella che chiamano una sinistra piuttosto compiacente ritagliarsi un futuro migliore e più libero attraverso il capitalismo e la tecnologia.

Nell'ultimo decennio, un certo numero di pensatori e attivisti hanno scelto di chiamarsi "accelerazionisti". In TEMPI MODERNI abbiamo trovato questa forma di sinistra libertaria abbastanza interessante da dedicare una sezione separata qui nel giornale (pagine 27-34). Il motivo è che due nuovi libri saranno pubblicati dalla casa editrice Existenz a Oslo questo marzo. Il libro Accelerazione, a cura di Armen Avanessian (vedi anche intervista sul suo secondo libro, La metafisica per il nostro tempo), suggerisce che "in primo luogo, l'accelerazionismo si rivolge contro varie antiestetiche abitudini di una sinistra orientata al benessere e compiacente". I contributori ritengono che la sinistra cada sia nella nostalgia che nella feticizzazione dei processi democratici.

Accelerazione mostra come un'antologia diverse opinioni sull'accelerazionismo. Sia quello affermativo, dove un futuro aperto e la libertà conseguono attraverso il capitalismo e lo sviluppo tecnologico (in qualche modo simili alle visioni di Marx), sia quello negativo, dove il desiderio accelerato sfocia nel caos e nella distruzione. Il libro inizia con Nick Land e la sua critica a filosofi come Adorno e Horkheimer (Scuola di Francoforte) come condanna del tempo e del futuro da parte dei miserabili. Questi “miserabbisti trascendentali” credono che il capitalismo sia una sofferenza causata da un desiderio fallito, con tentazioni irraggiungibili che portano solo alla perdita, al crollo e alla morte. Per Land, questi pensatori miserabili e delusi saranno infelici qualunque cosa accada, anche se hanno il diritto inviolabile di annoiarsi. Per Land l’anticapitalismo sta morendo.

Il Manifesto

Segue poi un manifesto per una politica accelerazionista, di Nick Srnicek e Alex Williams, in cui criticano come 30 anni di neoliberismo abbiano svuotato i partiti di sinistra e li abbiano lasciati incapaci di pensare radicalmente – con un movimento operaio relativamente impotente. Criticano anche il capitalismo contemporaneo per essere una “produzione di massa controllata dagli impulsi di interazioni pre-programmate, collegata alle linee di approvvigionamento globali e ad una sfera di produzione di massa neofordista asiatica” – dove lamentano il fatto che un’élite di lavoratori intellettuali sia costantemente in diminuzione.

Esattamente quello che stanno facendo Elon Musk e la sua Tesla Motors, programmi spaziali, ma anche finanziamenti finanziari.

Allo stesso tempo, ricordano che Lenin scrisse che "[il socialismo è impensabile senza l'ingegneria capitalista su larga scala", e preferisce una politica "che si senta a suo agio nella modernità, nella complessità, nella globalità e nella tecnologia dell'astrazione". Prescrivono una società futura “tecno-sociale”. Nella futura società postcapitalista, la rivoluzione non è la cosa giusta, bisogna avere un piano globale. Penso immediatamente al professore di economia greco ed ex ministro delle finanze Yanis Varoufakis, che insieme ad altri ha delineato un nuovo piano e una nuova politica con DiEM25 (vedi una serie di interviste su YouTube, ad es. https://youtu.be/_jW0xUmUaUc).

Facendo appello alla creatività e al desiderio, Srnicek e Williams criticano ulteriormente la sinistra, poiché "le solite tattiche – marciare, portare cartelli e stabilire zone temporanee di autogoverno, rischiano di rimanere convenienti sostituti del vero cambiamento". Invece di costruire principalmente il proprio senso di sé o coltivare un feticcio per il cambiamento, i manifestanti chiedono un autogoverno collettivo, un’infrastruttura intellettuale, una riforma dei media e “identità proletarie parziali” invece di parlare di un proletariato globale.

Nel manifesto, attraverso il capitalismo, forniranno anche finanziamenti per piani globali e possibili nuovi futuri tecnologici – come programmi spaziali ecc. È interessante notare che lasciatemi aggiungere che questo è esattamente ciò che stanno facendo Elon Musk e la sua Tesla Motors, programmi spaziali, ma anche finanziamenti finanziari: Musk ha recentemente acquistato bitcoin per quasi 13 miliardi di corone norvegesi. Ma la criptovaluta è davvero più di una semplice speculazione finanziaria, dato che il bitcoin ha quadruplicato il suo valore in un anno?

Ebbene, in un senso più accelerazionista o ottimistico (poiché la tecnologia blockchain è ad alta intensità energetica), alla società civile viene qui data una propria forma comunicativa per lo scambio di beni e servizi, senza l’uso di le banche, che impone solo il suo profitto tra lo Stato e il cittadino. Leggi qui il nostro articolo sul criptocomunismo, con il parallelo in cui la traduzione della Bibbia di Lutero li ha quasi resi sfruttatori i preti superfluo alla ricerca di Dio da parte dell'uomo.

Torniamo al libro. Il punto è che gli accelerazionisti riconquisteranno il futuro dalla corsa capitalista sempre più ristretta che abbiamo ora. Raccomandano che noi della sinistra libertaria – inclusi gli anarchici moderni direi – dobbiamo “acquisire conoscenze tecniche e politiche sui meccanismi di astrazione e sui meccanismi di dominio”. Allora come sfruttare le opportunità della tecnologia e del capitalismo senza finire tu stesso come un robot automatizzato? Perché, come sottolinea nel libro il filosofo Franco "Bifo" Berardi: Se si vuole accelerare ulteriormente, forse non si è consapevoli della velocità e della ferocia del capitalismo stesso – che tutto ciò può facilmente portare al caos. Se si sviluppano da soli i mezzi di produzione e le possibilità finanziarie, queste – se non si pensa in modo saggio e creativo ai possibili futuri, al capitalismo e alla tecnologia – possono andare a dismisura, cadere dai cardini e poi crollare. Sì, vogliamo una sorta di strategia del disastro alla Jean Baudrillard?

Troppo astratto?

Accelerazione è filosofico e stimolante, ma il libro può essere troppo astratto e retoricamente negativo (tramite negativo)?

NO. Il punto è proprio che l'astrazione stessa è il problema che dobbiamo comprendere, poiché è al centro sia della tecnologia (gli algoritmi della società dei metadati) che del capitalismo (finanziarizzazione). Se non lo facciamo, saremo quasi inghiottiti da queste "macchine" astratte.

La direzione del libro è quindi la nostra comunità comunicativa (vedi la mia discussione su Pianeta delle scimmie, pagina 34) così come una difesa dell'intelletto generale collettivo e di un comunismo immanente – preferibilmente con un background in pensatori come Deleuze & Guattari e Hardt & Negri. La loro filosofia del desiderio potrebbe essere la via da seguire per una sinistra vitale, come ci ricorda anche Mark Fisher. Forse l'arte può anche abbozzare impensabile, ma futuri probabili, se solo si entra nei punti ciechi del capitalismo – negli spazi intermedi.

Sembra utopico? Bene, ascoltali e potresti imparare qualcosa.

- proprio annuncio -

Ultimi commenti:

Articoli Recenti

Il pianeta umano

SAGGIO: Cosa si nasconde realmente nel termine “antropocene” come termine per l’era in cui ci troviamo ora? L’Antropocene si riferisce ai molti modi in cui noi esseri umani abbiamo trasformato il mondo e lo abbiamo ricreato a nostra immagine. Ma c’è stata una discussione tra biologi, antropologi, geologi e altre discipline su cosa significhi effettivamente il termine.

Il desiderio, secondo Lacan, è impossibile da afferrare

PSICOLOGIA: Blaise Pascal fu una figura contraddittoria: fu uno dei matematici e scienziati più importanti di tutti i tempi, ma allo stesso tempo un cattolico piuttosto severo e dogmatico. Per dogmatico si intende principalmente il fatto che egli sottolineava una chiara distinzione tra fede e conoscenza. E chiediti: esiste una differenza tra la "verità dell'idiozia" e l'"idiozia della verità"?

La resistenza della NATO, un germoglio per SF e Orientering

PARTITO LAVORATORE: La forza trainante del movimento operaio ha manipolato la Norvegia obbligandola ad un matrimonio militare, politico ed economico con il blocco capitalista occidentale della NATO. Quali metodi ha utilizzato la leadership del Partito Laburista per ottenere la maggioranza e come è stata organizzata la prima opposizione? Sigurd Evensmo era redattore culturale dell'Arbeiderbladet quando furono annunciati i primi progressi della NATO. Quando il partito iscrisse la Norvegia all'alleanza nel 1949, lasciò la presidenza del redattore e si dimise dal partito laburista.

Il privato è politico

ATTIVISMO: Uno degli obiettivi principali del clero iraniano, dei politici e delle persone che sostengono il clero è quello di tenere le donne e tutto ciò che riguarda loro fuori dalla sfera pubblica. Ma la candidata al Premio Nobel Masih Alinejad sta dando voce alle donne oppresse dell’Iran attraverso i media sociali e globali. L'onestà, senza pretese, è una parte importante della vita e della scrittura di Alinejad.

Progresso nei tempi bui

FUTURO: Con crisi da tutte le parti, è diventato difficile affermare che il mondo sta andando avanti progressivamente. Nel suo nuovo libro Fortschritt und Regression, Rahel Jaeggi si attiene tuttavia all'idea di progresso. La società non mira a obiettivi intrinseci: risolvono principalmente i problemi, afferma.

Un rinnovamento della critica dell’ideologia

ALIENAZIONE: Questo piccolo libro di Rahel Jaeggi è stimolante e utile, in un'epoca in cui la critica dell'ideologia e l'ermeneutica del sospetto sono messe sotto pressione, tra l'altro da parte di persone che coltivano la “presenza” e la quotidianità. E se le nostre azioni e istituzioni si svuotassero di significato e andassero con il pilota automatico, verremmo percepiti come alienati?

C'era una volta

GAZZA: Istantanee da una Gaza che non c'è più. Una volta tutti passavano per Gaza. E per tutti era l'"Atene dell'Asia", perché era un centro di filosofia. Gaza fu conquistata, e fu ottomana dal 1516, britannica dal 1917, egiziana dal 1948 – e infine israeliana dal 1967. Nella vecchia Gaza, vedevi ragazze in minigonna, ragazze con whisky e sigarette, ragazze che ballavano e ragazze che dipingevano all'opera d'arte. accademia. E la casa da tè ottomana Beit Sitti era un ritrovo di intellettuali, musicisti e artisti. C'erano anche un gruppo rock e un centro yoga, e pizzeria Italiano e granita... Ma oggi?

Le basi biopolitiche della società moderna

FILOSOFIA: Un corpo immune è inteso come protetto contro gli invasori esterni. Ma come ha accennato Esposito, l’immunità biologica ha avuto anche un significato storico politico e militare.

Ne ero completamente fuori

Tema: L'autore Hanne Ramsdal racconta qui cosa significa essere messi fuori combattimento e tornare di nuovo. Una commozione cerebrale provoca, tra le altre cose, che il cervello non è in grado di sopprimere impressioni ed emozioni.

Quando vuoi disciplinare silenziosamente la ricerca

PRIORITÀ: Molti di coloro che sollevano domande sulla legittimità delle guerre americane sembrano essere stati spinti fuori dalla ricerca e dalle istituzioni dei media. Un esempio qui è l'Institute for Peace Research (PRIO), che ha avuto ricercatori che storicamente sono stati critici nei confronti di qualsiasi guerra di aggressione, che è improbabile che appartenessero agli amici intimi delle armi nucleari.

La Spagna è uno stato terrorista?

SPAGNA: Il Paese riceve aspre critiche a livello internazionale per l'uso estensivo della tortura da parte della polizia e della Guardia Civile, che non viene mai perseguita. I ribelli del regime vengono incarcerati per sciocchezze. Le accuse e le obiezioni europee vengono ignorate.

C'è qualche motivo per tifare per il vaccino corona?

COVID19: Dal lato pubblico, non viene espresso alcun reale scetticismo sul vaccino corona: la vaccinazione è raccomandata e le persone sono positive sul vaccino. Ma l'adozione del vaccino si basa su una decisione informata o su una cieca speranza per una normale vita quotidiana?

I comandanti militari volevano spazzare via l'Unione Sovietica e la Cina, ma Kennedy si oppose

Militare: Consideriamo il pensiero militare strategico americano (SAC) dal 1950 ad oggi. La guerra economica sarà integrata da una guerra biologica?

Nostalgia

Bjørnboe: In questo saggio, la figlia maggiore di Jens Bjørneboe riflette su un lato psicologico meno noto di suo padre.

Arrestato e messo in isolamento per il blocco Y

BLOCCO Y: Cinque manifestanti sono stati portati via ieri, tra cui Ellen de Vibe, ex direttrice dell'agenzia di pianificazione e costruzione di Oslo. Allo stesso tempo, l'interno Y è finito in container.

Un ragazzo del coro perdonato, purificato e unto

Le pinze: L'industria finanziaria prende il controllo del pubblico norvegese.

Il nuovo film di Michael Moore: Critical to alternative energy

AmbientePer molti, le soluzioni di energia verde sono solo un nuovo modo per fare soldi, afferma il direttore Jeff Gibbs.

La pandemia creerà un nuovo ordine mondiale

Mike Davis: Secondo l'attivista e storico Mike Davis, ci sono fino a 400 tipi di coronavirus nei bacini selvatici, come tra i pipistrelli, che aspettano solo di infettare altri animali e persone.

Lo sciamano e l'ingegnere norvegese

COMUNITÀ: L'attesa di un paradiso libero dal progresso moderno si è trasformata nella storia del contrario, ma soprattutto Newtopia parla di due uomini molto diversi che si sostengono e si aiutano a vicenda quando la vita è più brutale.

Esposizione senza pelle

Anoressia: spudorata Lene Marie Fossen usa il proprio corpo tormentato come una tela per il dolore, il dolore e il desiderio nella sua serie di autoritratti – rilevanti sia nel film documentario Auto ritratto e nella mostra Gatekeeper.