L'accademia svedese tra gli ideali della letteratura

Nel caso dell'Accademia svedese, il conflitto tra gli ideali della letteratura e la mostruosità dell'abuso diventa decisivo.

(Tradotto da Norwegian di Google Gtranslate)

Stasera, giovedì 12 aprile 2018, l'Accademia svedese è poi implosa quasi a schermo aperto. Sono rimasti 11 dei 18 membri originali, troppo pochi per distribuire il Premio letterario 2018, ha spiegato STV.

Abuso e corruzione. Queste sono le conseguenze Anch'io e molti anni di occultamento su abusi sessuali e più recenti finanziari molto vicini a uno dei membri dell'accademia. In altre parole, abusi e corruzione, che la maggioranza dei 18 ha voluto insabbiare. Ed è molto deludente che l'autore e teorico letterario Horace Engdahl abbia pensato che si dovrebbe finire con gli occultamenti e le bugie: a che serve aver trattato i principi del caso di Mallarmé in poesia, quando non si capisce nulla del rapporto tra libertà e necessità in etica e politica? – A partire dal L'ABC del tatto all'analfabetismo udi le modalità.

Ma in fondo questo crollo è positivo, perché i grandi movimenti sono davanti a noi, ed è fondamentale partire "dall'alto", da Hollywood o dalle aristocrazie socialdemocratiche del Nord Europa: secondo il Washington Post, Bollywood sta lentamente iniziando a discutere decenni di abusi: i bambini attori indiani, c'erano sempre stupri e giovani talenti che, indipendentemente dal sesso, dovevano imbarcarsi nei genitali di registi e produttori per andare avanti. E secondo Le Monde, la situazione nelle università cinesi è quasi altrettanto oscena; qui sono le studentesse e le ricercatrici a essere vulnerabili e maltrattate.

[ihc-hide-content ihc_mb_type = "mostra" ihc_mb_who = "1,2,4,7,9,10,11,12,13 ″ ihc_mb_template =" 1 ″]

- annuncio pubblicitario -

E allo stesso tempo, tutto questo è anche molto disgustoso e mostra un mondo di potere e melma che solo le rivolte possono essere distrutte. Che sia dovuto iniziare negli Stati Uniti, cioè proprio dall'alto, dall'aristocrazia occidentale, contiene una sua logica. Qui le rivolte non sono finite nella sabbia né sono state annientate dalle bombe russe e dal gas della popolazione civile da parte dei regimi come in Medio Oriente. Quindi gli Stati Uniti dovevano mostrare la strada:

Gli stati di eccezione stanno per affermarsi come legalità convenzionale.

Verso una maggiore autorità. Ma questo può essere solo l'inizio. E allo stesso tempo e all'improvviso diventa molto chiaro perché un dittatore dopo l'altro vuole un potere illimitato in questi anni: Erdogan, Putin, Xi Jinping, Orbán e così via. Anche nel recente progetto di costituzione di Macron, il potere esecutivo deve essere rafforzato nel corso della legislatura: più stato e meno parlamento in nome dell'efficienza. Sono gli stati di emergenza che si pongono come legalità convenzionale, ma senza che tutto sia crollato l '«antiterrorismo» come alibi. Efficienza statale nell'interesse dell'efficienza statale.

#MeToo, Black Lives Matter e altri hanno così colto l'apice di una perfezione del potere, che tende verso una maggiore autorità e spesso anche verso l'autorità totale (Cina continentale, Arabia Saudita). Con il genere e la razza, tuttavia, hanno colpito in modo così preciso che questi movimenti potranno durare ancora qualche anno, e forse più a lungo, se altrimenti si ripresenteranno altre rivolte.

Ritorno all'Accademia Svedese: per uno come il sottoscritto che vive in Italia da dieci anni, si sospetta più che intimidazioni mafiose e uno scambio di offerte che non poteva essere rifiutato. Se il criminale si ritirava, doveva farlo anche il pubblico ministero, indipendentemente dal fatto che le testimonianze si fossero alzate e confermassero l'accusa. E sicuramente nessuno sarebbe "fossoyeur" o meglio "fossoyeuse" per un'istituzione così "onorata"? E la letteratura? La sua valutazione non subirebbe un danno irreparabile?

Lavoro e senso della vita. Assolutamente no e al contrario: i prezzi non sono buoni e quelli monetari sono peggiori. Inutile dire che sono le opere che contano: scrittura e lettura, interpretazione e comprensione quando possibile. Ma ancora, e con il pericolo di essere patetici: scrivere e leggere non hanno prezzo. La validità che la scrittura e la lettura possono ottenere riguarda solo una cosa: il sentimento della vita e le sue tribolazioni.

Quindi è piuttosto il conflitto tra gli ideali della letteratura e la mostruosità dell'abuso che diventa cruciale in questo caso. Proprio come nei film negli Stati Uniti o in India, o nella scienza come in Cina. Quindi ciò che può portare la comprensione a questo conflitto è ritrovarsi in America, e possiamo ricorrere ai nativi del paese e al loro mito di tricksteren per arrivarci. Soprattutto il circolo dei miti dei corvi della costa del Pacifico settentrionale e il circolo dei coyote delle grandi pianure. Così Coyote è l'incarnazione di un appetito illimitato e raccoglie tutti i vizi in esso: è "crudele, ingannevole e arrapato", come ha scritto la divina Susan Feldman nella sua introduzione a La Pietra narrativa – Miti e racconti tradizionali dei nativi americani. In molti racconti, Coyote è ritratta come la prostituta che seduce sua figlia e sua nonna con la frode. E nota: Coyote è ingrato, un grande falsario che tradisce i suoi cari per divorare tutto e tutti e penetrarli per lussuria e impulso. Quindi in un certo senso era uno imbroglione semplicemente troppo per l'istituzione letteraria di Stoccolma. Solo una rivolta sarebbe stata in grado di produrre cavoli con il coyote.

[/ ihc-hide-content]

Carsten Juhl
Juhl risiede a Copenaghen.

Potrebbe piacerti ancheRELAZIONATO
Consigliato

Un cluster agricolo – un complesso industriale all'avanguardia

PAZZO: Il problema è l'accesso al cibo. Tutti devono mangiare per vivere. Se vogliamo mangiare, dobbiamo comprare. Per acquistare dobbiamo lavorare. Mangiamo, digeriamo e cagiamo.

La dittatura della virtù

CINA: Il Partito comunista cinese si vanta oggi di essere in grado di riconoscere uno qualsiasi degli 1.4 miliardi di cittadini del paese in pochi secondi. L'Europa deve trovare alternative alla crescente polarizzazione tra Cina e Stati Uniti – tra una dittatura che monitora lo stato e la spietata autoespressione dell'individualismo liberale. Forse una sorta di ordine sociale anarchico?

La protesta può costarti la vita

HONDURAS: La pericolosa ricerca della verità dietro l'assassinio dell'attivista ambientale Berta Cáceres di Nina Lakhani finisce in più domande che risposte.

Il legante culturale

ROMANZO: DeLillo mette in scena una sorta di stato generale, paranoico, un sospetto che ha portata globale.

Distruzione creativa

SPAZZATURA: La Norvegia non è attrezzata per lo smistamento dei tessuti. Anche se selezioniamo la spazzatura, non siamo neanche lontanamente vicini a luoghi in Giappone che possono riciclare in 34 categorie diverse. L'obiettivo è che i comuni non siano lasciati con rifiuti e senza camion della spazzatura!

La società di controllo e gli indisciplinati

MAMME TARDIVE: Le persone oggi stanno acquisendo sempre più controllo su ciò che li circonda, ma stanno perdendo il contatto con il mondo. Dov'è il limite per misurazioni, garanzie di qualità, quantificazioni e routine burocratiche?