Abbonamento 790/anno o 190/trimestre

Il colorato microcosmo indiano

Diana Pasc
Diana Pascu
Libero professionista.
SAGGIO DI VIAGGIO / Alla ricerca di un sé lontano dalla pandemia del corona. In India, la struttura occidentale è stata capovolta. Invece di piangere per cibo e acqua pulita, le masse dei senzatetto cantano mantra e lanciano fiori ai loro idoli per dimenticare la loro fame...




(QUESTO ARTICOLO È TRADOTTO DA Google dal norvegese)

Mentre scrivo questo, sono seduto sui ghat – i gradini che scendono verso il Gangeselven – i Varanasi nell'Uttar Pradesh, uno dei 28 stati dell'India e una delle regioni più popolose del mondo. Siamo in uno scenario di semi-chiusura; nei giorni feriali possiamo muoverci liberamente dalle sette del mattino alle otto di sera, ma dobbiamo stare in casa nei fine settimana, poiché l'India è in alto «Corona Immunity Games" per il secondo anno consecutivo.

Una volta ho visto un mendicante su un treno indiano, un ragazzino a cui erano state amputate entrambe le braccia e le gambe: i mendicanti guadagnano di più se sono storpi, e quindi vengono deliberatamente mutilati durante l'infanzia. Questo ragazzo ha attirato la mia attenzione per questo ovvio motivo, ma anche perché aveva uno dei sorrisi più genuinamente felici che avessi mai visto, e perché sulla maglietta che indossava c'era scritto a colori vivaci: “No. 1. VINCITORE.”

Mi ha fatto pensare al successo e alla felicità, mi ha ricordato le persone fortunate e "beate" dell'Occidente ricco e istruito che sono così infelici nel paradiso sociale ed economico, paragonandosi sempre ai loro coetanei o a irreali Insta-influencer. Camminano per strada completamente isolati dai loro simili, guardando i loro telefoni cellulari e ascoltando le loro cuffie, con espressioni suicide impresse su un viso pulito e fisicamente sano. Sì, la vita non è così in bianco e nero, non ci si accontenta di avere intatte le quattro parti naturali del corpo. È più complesso di così.

Insegnamenti dei Sadhu

È ormai più di un anno che viaggio attraverso l'India, alla ricerca di me stesso e lontano dalla pandemia della corona. Ho avuto la benedizione surreale di trascorrere i primi sei mesi di isteria pandemica nel Himalaya, a Gangotri, villaggio a 3500 metri sul livello del mare, ai piedi del ghiacciaio Gomukh, dove nasce il sacro fiume Gange.

Per la cronaca, tutti i fiumi sono sacri. Ho imparato questo e molto altro, anche sull'igiene e l'immunità, dai migliori sadhu (figure religiose, ascetiche e sante dell'Induismo e del Giainismo) – i quali mi hanno spiegato che amare e rispettare te stesso e il tuo ambiente aumenta la tua vibrazione e resilienza a tal punto che nessun virus lo farà. potrai mai entrare in questo tempio che è il tuo corpo fisico.

Ashram che nutrono e huser migliaia di donne senza casa e vedove bisognose.

Ci sono cinque elementi nell'universo fisico: terra, acqua, aria, fuoco e gas: rispettali e rispetterai te stesso. Questa è la definizione stessa di salute. Il tuo intestino/stomaco non è diverso dal letto del fiume, i tuoi polmoni non sono diversi dalla vita vegetale su questo pianeta. E il tuo cervello è solo un organo: non confonderlo con la tua mente, che è proprio come l'atmosfera terrestre, emanata da ogni cellula del tuo corpo, dal ghiaccio alle dita dei piedi.

Uno dei luoghi più sacri e poveri dell'India

In autunno, quando la neve cominciò a cadere e la calotta glaciale si espanse fino a raggiungere le grotte in cui vivevamo, lasciai l'Himalaya e viaggiai per 6000 chilometri a sud verso Vrindavan nell'Uttar Pradesh, sulle rive del sacro fiume Yamuna, luogo di nascita di Krishna e del suo cuore, Radha.

Questo è uno dei luoghi più sacri e poveri dell'India, nonostante la sua popolarità presso il famoso e ricco movimento ISKON (Società Internazionale per la Coscienza di Krishna). A causa della sua associazione millenaria con Radha, Vrindavan ospita centinaia di ashram che nutrono e nutrono huser migliaia di donne senza casa e vedove bisognose.

Quando una donna indiana si sposa, il marito e la famiglia diventano “responsabili” per lei. Se il marito muore, soprattutto se le famiglie colpite sono povere, la donna viene mandata avanti e indietro all'interno della famiglia, finendo talvolta a Vrindavana per chiedere l'aiuto di Radha. Le donne possono essere viste in gruppi di dozzine durante le loro passeggiate quotidiane di prima mattina a Vrindavan parikrama – la strada circolare attorno a Vrindavan.

Cerchi così grandi sono una tradizione in molte città sacre dell'India, che fin dall'antichità sono state circondate da strade circolari chiamate parikrams, dove vivono scimmie, mucche, cani, pavoni e altri animali selvatici e pacifici. Le strade sono verdi lussureggianti e colorate con innumerevoli cespugli di fiori e frutti, alberi di fico e molti piccoli templi, statue e graffiti. Non ci sono graffiti offensivi o pornografia qui, tutto ruota attorno a Ganesh, Durga, Shiva, Krishna e Kali.

Benedizioni e povertà

La gente viaggia da ogni parte India percorrere questi parikram, meditare sulla gravità e sull'impermanenza della propria esistenza, nonché contribuire con denaro agli ashram – e ricevere benedizioni divine allo stesso tempo. È un sistema sociale di successo che non affronta la causa dei problemi ma ne tratta i sintomi in modo abbastanza efficace.

Gli addetti alle pulizie, i guardiani dello zoo, i tolettatori, le guardie di sicurezza del tempio...

Ci sono molte persone che vivono lì povertà, ma non così tanti come immaginano gli occidentali. La classe media qui vivono come le élite rispetto agli standard della classe media occidentale. Molte persone possono effettivamente vivere per strada, ma sono tutte una parte utile di una rete sociale che soddisfa i loro bisogni primari e la loro sopravvivenza.

Non dimentichiamo inoltre che il clima indiano è clemente tutto l'anno, mentre banani, mango e cocco crescono selvaggi alla periferia delle città. A modo loro, sono queste persone – gli addetti alle pulizie, i guardiani dello zoo, i tolettatori degli alberi, le guardie di sicurezza del tempio e così via – che compongono il colorato microcosmo indiano. Questa struttura è stata messa a dura prova durante l'era della corona, quando le persone hanno dovuto subire vari tipi di chiusure e restrizioni. Le persone e gli animali muoiono di fame e i lavoratori immigrati più poveri sono senza dubbio quelli che hanno sofferto di più.

Città calde e sovraffollate

Per me, viaggiare dalle vette ghiacciate dell’Himalaya direttamente alle calde e affollate città indiane è stata una lezione sui bisogni umani. Vrindavana è permeata dall'amore divino per Radha Krishna, e tutti si salutano con "Radhe Radhe", il nome dell'amato di Krishna. Spesso le storie mitologiche indiane hanno un significato metafisico segreto. In questo caso, Gopala Hari Krishna è il sé illuminato, la prima anima, il controllore supremo e il beneficiario di tutti gli universi, che emana da Lui e implode di nuovo.

L'uomo è una creatura strana, siamo bestie animali con la capacità di autorealizzazione divina. Realizzare il nostro potenziale divino, riconoscere che siamo eterni, non nati e abbiamo una coscienza immortale che sperimenta la vita attraverso minuscoli specchi di "me, me stesso e io" nel caleidoscopio chiamato Maya, dobbiamo prima aver soddisfatto i nostri bisogni fisiologici e il nostro bisogno di sicurezza. Allora possiamo iniziare a svilupparci, trovare significato nell'esistenza, appartenenza, amore, rispetto e finalmente possiamo staccarci da ciò che è fuori e rivolgere lo sguardo verso l'interno e iniziare il viaggio di autorealizzazione.

In India la struttura occidentale è stata capovolta.

In India, la struttura occidentale è stata capovolta e, invece di chiedere cibo e acqua pulita, le masse di senzatetto cantano mantra e lanciano fiori ai loro idoli per dimenticare la fame e le infezioni della pelle. Fino a un certo punto funziona, e l’insoddisfazione personale, il senso di ingiustizia, la frustrazione e tutti gli altri disturbi psicologici dell’Occidente materialista vengono ridotti al minimo – in cambio, queste classi sociali inferiori meno fortunate ottengono di più dalla vita – non tanto quanto più ricche. e gruppi sociali più istruiti, ma più dei senzatetto che vivono una vita di sporcizia, dipendenza, violenza e disperazione per le strade di Londra.

È un'accettazione radicale e la convinzione che tutto è come dovrebbe essere, che funziona: l'alternativa è credere in un'uguaglianza sociale irraggiungibile. Muoiono di fame e vengono mangiati vivi dai pidocchi, ma gridano con gioia "Ariete" e "Krishna" nella speranza che vengano presi dal Signore e portati direttamente nel regno del latte e del miele. Con questo in mente, dopo aver camminato per alcune settimane nel Vrindavan Parikrama e fatto il bagno nella Yamuna, ho dovuto lasciare questo esperimento sociale in cui migliaia di persone stanno cercando di invertire la piramide dei bisogni [Maslow].

Tutto quello che potevo fare era sentirmi grato di poter vivere con il meglio di entrambi i mondi e ripetere la preghiera buddista che recita: Possano tutti gli esseri nell'universo, buoni e cattivi, trovare la loro felicità ed essere liberati dalla loro sofferenza.

Nella natura e nei templi per trovare la pace.

Dopo aver vissuto nella giungla di Kali i Goa e alcuni villaggi ashram nel Maharashtra e l'Andhra Pradesh che ho raggiunto Coimbatore e la Fondazione Isha, casa di Jaggi Vasudev Sadhguru. Una scena un po’ apocalittica rispetto a quando vivevo lì e facevo volontariato un anno prima. Le visite erano ancora consentite, ma l'ashram stesso era sigillato e i visitatori mascherati venivano guidati attraverso percorsi segnalati dalla maestosa statua di Adi Yogi alta 35 metri verso il tempio Linga Bhairavi, nella cupola di meditazione Dhyanalinga e di nuovo fuori.

Questi templi attraggono ed emettono energia. La scienza dietro di loro è complessa e puoi sentire l'energia nel tuo corpo, così chiaramente come puoi sperimentare un bagno dopo un viaggio in treno di tre giorni. Per un anno e mezzo, noi esseri umani abbiamo vissuto in una realtà piena di stress e panico, dove sanità mentale e follia, verità e menzogna si mescolano, partecipando a una scioccante danza di distruzione e rinascita, Shiv Tandav. Cerchiamo rifugio nella natura e nei templi per trovare la pace.

Le nozioni junghiane di ego, super-ego ed id sono legate all'idea vedica del piccolo sé, atman, e del sé superiore, supremo, paramatman.

Successivamente ho raggiunto Tiruvannamalai, nello stato del Tamil Nadu, nel profondo delle foreste collinari dell'India meridionale. Tiruvannamalai è nota per la sua architettura intricata e colorata e per gli antichi templi, in particolare l'Arunachaleswarar Mandir. vidi Tempiouno in lontananza attraverso la nebbia di Arunachala. Qui non c'è percezione del tempo, tutto scorre letteralmente in modo diverso, ad una velocità né più lenta né più veloce di quanto sia possibile giudicare. Si dice che il terreno sia una manifestazione fisica dell' Shiva, e, nelle parole di Ramana Maharishi, è anche una rappresentazione materiale del Sé. Le nozioni junghiane di ego, super-ego ed id sono legate all'idea vedica del piccolo sé, atman, e del sé superiore, supremo, paramatman.

Ciò che noi moderni chiamiamo "noi" e "nostro" è solo un falso accumulo di pensieri, sentimenti e materia che non sono reali, non veri e non eterni. Al centro di tutto questo c’è un buco nero chiamato atman, il vero sé.

En parikrama fa il giro della collina Arunachala, abitata dai soliti babà, scimmie, cani e mucche. Giragli intorno una, due, tre volte e inizierai a fluttuare sopra gli odori, i suoni e i colori e raggiungerai un luogo di silenzio surreale.

- proprio annuncio -

Ultimi commenti:

Articoli Recenti

Un accordo di pace ideale che metta fine alla guerra una volta per tutte

FRED: Trecento anni dopo la nascita di Immanuel Kant, gli argomenti del filosofo prussiano a favore di un pacifismo razionale e lungimirante sono più attuali che mai. L’Europa è recentemente diventata un luogo in cui l’opposizione tra bene e male viene regolarmente invocata per giustificare una brutalità irresponsabile e dove i tamburi di guerra suonano sempre più forte. Kant è conosciuto come l'autore di uno dei saggi contro la guerra più famosi della storia della filosofia: La pace eterna. Il cosmopolitismo di Kant si fonda sul possesso originario e comune della terra da parte dell'uomo e implica il riconoscimento del “diritto” a visitare tutti i luoghi senza essere trattati con ostilità.

Dov’è la certezza giuridica?

COMMENTO: Dall'11 febbraio 2023 Ilaria Salis è detenuta a Budapest per il tentato omicidio di due militanti neonazisti. Si dichiara non colpevole. L'accusa ha chiesto 11 anni di reclusione, 24 anni se non confessa. E l'Ungheria?

Il linguaggio della donna maledetta

SESSISMO: Quando morì di cancro l'anno scorso, all'età di 51 anni, Michela Murgia era diventata un'icona femminista in Italia. Come scrittrice e drammaturga, ha vinto premi di alto profilo negli anni 00 prima di iniziare a vedere la scrittura come uno strumento di attivismo. Come giornalista e femminista, ha veramente compreso il potere della simbiosi tra suono e scrittura. Le parole contano, possono dividere e possono contagiare.

"La nostra cultura è costituita da pezzi di pietra rotti, ma la luce del sole del presente cade costantemente su di essi, e in ciò risiede la speranza."

POESIA: TEMPI MODERNI presenta qui il filippino Cirilo F. Bautista. È un internazionalista, influenzato dall'alto modernismo europeo e americano. Per Bautista, non c’è altro modo per comprendere la politica filippina contemporanea se non raccontandone la storia.

Politica estera femminista – teoria e pratica

FEMMINISMO: In Why the Future of Foreign Policy is Feminist, Kristina Lunz cerca di dare un contenuto concreto alla politica estera femminista. Svezia, Canada, Germania, Francia e Messico hanno introdotto le proprie politiche estere femministe. Ma non esiste un legame automatico tra l’aumento della rappresentanza femminile e il miglioramento delle condizioni delle donne in generale.

Un patrimonio di conoscenza spudorato

RIVISTA: Le riviste in quanto parte del pubblico letterario rischiano di essere cancellate? La critica indagatrice, quella che osa essere letteratura indipendente, osa essere autoreferenziale, introspettiva e autoimplicativa.

Dag Hammarskjöld era gay?

FILM: L'umorismo, il dramma, il calore, l'azionismo, la rabbia, l'ironia, gli incontri con la stampa e i giovani di Hammarskjöld, le sue riflessioni spirituali e piene di sentimento formano possibilità infinitamente ricche e affascinanti che il regista Per Fly tocca solo eccezionalmente in questo nuovo film.

Postcoloniale e critico nei confronti del potere

VINCITORE DEL PREMIO HOLBERG: I libri di Achille Mbembe ruotano tutti attorno al modo in cui le persone negli stati postcoloniali vengono tenute a freno ed emarginate. Ma anche di come la democrazia oggi non funzioni perché minacce, violenze e omicidi tengono le persone lontane dalla sfera pubblica, dai dibattiti, dal poter dire quello che si pensa per paura di perdere il lavoro, di essere messi in prigione o uccisi.

Ne ero completamente fuori

Tema: L'autore Hanne Ramsdal racconta qui cosa significa essere messi fuori combattimento e tornare di nuovo. Una commozione cerebrale provoca, tra le altre cose, che il cervello non è in grado di sopprimere impressioni ed emozioni.

Quando vuoi disciplinare silenziosamente la ricerca

PRIORITÀ: Molti di coloro che sollevano domande sulla legittimità delle guerre americane sembrano essere stati spinti fuori dalla ricerca e dalle istituzioni dei media. Un esempio qui è l'Institute for Peace Research (PRIO), che ha avuto ricercatori che storicamente sono stati critici nei confronti di qualsiasi guerra di aggressione, che è improbabile che appartenessero agli amici intimi delle armi nucleari.

La Spagna è uno stato terrorista?

SPAGNA: Il Paese riceve aspre critiche a livello internazionale per l'uso estensivo della tortura da parte della polizia e della Guardia Civile, che non viene mai perseguita. I ribelli del regime vengono incarcerati per sciocchezze. Le accuse e le obiezioni europee vengono ignorate.

C'è qualche motivo per tifare per il vaccino corona?

COVID19: Dal lato pubblico, non viene espresso alcun reale scetticismo sul vaccino corona: la vaccinazione è raccomandata e le persone sono positive sul vaccino. Ma l'adozione del vaccino si basa su una decisione informata o su una cieca speranza per una normale vita quotidiana?

I comandanti militari volevano spazzare via l'Unione Sovietica e la Cina, ma Kennedy si oppose

Militare: Consideriamo il pensiero militare strategico americano (SAC) dal 1950 ad oggi. La guerra economica sarà integrata da una guerra biologica?

Nostalgia

Bjørnboe: In questo saggio, la figlia maggiore di Jens Bjørneboe riflette su un lato psicologico meno noto di suo padre.

Arrestato e messo in isolamento per il blocco Y

BLOCCO Y: Cinque manifestanti sono stati portati via ieri, tra cui Ellen de Vibe, ex direttrice dell'agenzia di pianificazione e costruzione di Oslo. Allo stesso tempo, l'interno Y è finito in container.

Un ragazzo del coro perdonato, purificato e unto

Le pinze: L'industria finanziaria prende il controllo del pubblico norvegese.

Il nuovo film di Michael Moore: Critical to alternative energy

AmbientePer molti, le soluzioni di energia verde sono solo un nuovo modo per fare soldi, afferma il direttore Jeff Gibbs.

La pandemia creerà un nuovo ordine mondiale

Mike Davis: Secondo l'attivista e storico Mike Davis, ci sono fino a 400 tipi di coronavirus nei bacini selvatici, come tra i pipistrelli, che aspettano solo di infettare altri animali e persone.

Lo sciamano e l'ingegnere norvegese

COMUNITÀ: L'attesa di un paradiso libero dal progresso moderno si è trasformata nella storia del contrario, ma soprattutto Newtopia parla di due uomini molto diversi che si sostengono e si aiutano a vicenda quando la vita è più brutale.

Esposizione senza pelle

Anoressia: spudorata Lene Marie Fossen usa il proprio corpo tormentato come una tela per il dolore, il dolore e il desiderio nella sua serie di autoritratti – rilevanti sia nel film documentario Auto ritratto e nella mostra Gatekeeper.