Siamo noi che siamo pericolosi, non le macchine


INTELLIGENZA ARTIFICIALE: Un computer può batterti, ma sforzati di vedere la differenza tra cani e gatti. Significa che non è intelligente?

Critico letterario in TEMPI MODERNI.
E-mail: henning.ness@icloud.com
Pubblicato: 2020-02-07
Intelligenza artificiale: una guida per gli esseri umani pensanti
Autore: Melanie Mitchell
Libri del pellicano, Regno Unito

Esperti su intelligenza artificiale (KI) è principalmente diviso in due campi: quelli che si sentono sicuri che le macchine passeranno gli umani nell'intelligenza in un tempo relativamente breve e che temono quali conseguenze ciò avrà per l'umanità, e quelli che si sentono sicuri che le macchine non potranno mai diventare più intelligente di noi e quindi credere che ci sia poco da temere.

L'autore Melanie Mitchell appartiene sicuramente a quest'ultima categoria.

Mitchell è un professore di informatikk presso l'Università di Portland e ha lavorato con il pensiero analogico, sistemi complessi, algoritmi genetici e automi cellulari (modelli matematici). Ha diversi libri e pubblicazioni alle spalle, tra le altre cose Un'introduzione agli algoritmi genetici (1996). Afferma che anche se una macchina è riuscita a diventare imbattibile negli scacchi, non è sufficiente per nient'altro.

Penso che sembri troppo rilassata nei suoi punti di vista. È vero che ciò che è facile da imparare per l'uomo è difficile per le macchine, ma vale anche il contrario. Il problema più grande, d'altra parte, è che le macchine e gli umani hanno difficoltà a capirsi. È difficile per noi capire perché le macchine intelligenti lottano per qualcosa che anche i bambini piccoli possono gestire con la stessa facilità di niente, come distinguere un cane da un gatto in una foto.

Noi umani tendiamo a sopravvalutare l'intelligenza delle macchine e a sottovalutarle
nostro.

I computer sono velocissimi per apprendere le regole dei diversi giochi, ma hanno grandi sfide nello spiegare hvorfor fanno come fanno in un modo che possiamo capire. Non è nemmeno comprensibile per la macchina. Ma quando osserviamo quanto velocemente si è evoluta l'informatica, in futuro si può escludere ben poco. Il libro è troppo piccolo sulla fusione tra uomo e macchina.

Abbonamento NOK 195 / trimestre

spiegazione Problema

Una persona può facilmente spiegare perché hanno scelto di camminare nel parco piuttosto che lavare la casa. Ma come può una macchina spiegare perché ha scelto una caratteristica specifica sulla scacchiera e non una delle migliaia di miliardi di altre opzioni? Non può. Né capisce che ha vinto, o cosa significa "vincere". Né può godere della vittoria. Possiamo quindi ...


Caro lettore. Hai già letto i 4 articoli gratuiti del mese. Che ne dici di supportare i TEMPI MODERNI disegnando una corsa online Abbonamento per libero accesso a tutti gli articoli?


Lascia un commento

(Usiamo Akismet per ridurre lo spam.)