OLOCAUSTO: Il film non è né un racconto storico né un insegnamento di fatti, ma una bella, allegra e dolorosa raccolta di ricordi di un uomo che visse durante l'Olocausto.

Canadian Bakker è un regista, con sede a Berlino.
E-mail: tristen@fastermilesanhour.com
Pubblicato: 2020-02-16
E c'era amore nel ghetto

Jolanta Dylewska Andrzej Wajda (Polonia, Germania)

E c'era amore nel ghetto è un film saggio basato sulle memorie di Marek Edelman con lo stesso titolo. È un lavoro personale e meticoloso. Edelman ha lavorato come visor boy in un ospedale pediatrico di Warszawa nell'estate del 1942, il tempo dell '"azione lorda di Varsavia" - il raduno della popolazione ebraica di Varsavia da distruggere. Allo stesso tempo, fu anche uno dei fondatori e leader della Jewish Fighting Organization (ZOB) - una delle fazioni di resistenza ebraica in Polonia.
Si dice che il film sia stato realizzato su richiesta di Marek Edelman, espresso poco prima della sua morte nel 2009. Ma durante l'intervista a volte è arrabbiato e arrabbiato mentre fuma una sigaretta dopo l'altra. È come se vedessimo i suoi ricordi reali sulla tela; sono tirati fuori di testa e giocati davanti ai nostri occhi.

Migliaia di ebrei venivano condotti attraverso l'Umschlagplatz ogni giorno.

Un posto in cui descrive le greggi di persone guidate a Varsavia Umschlagplatz una parola tedesca che si riferisce al luogo in cui le merci vengono trasbordate prima di essere trasportate in treno. Migliaia di ebrei furono condotti attraverso Umschlagplatz tutti i giorni Occasionalmente, dovevano passare la notte lì in attesa che i treni merci li portassero a morte.

Man mano che le domande dell'intervista diventano più dettagliate, abbiamo la sensazione che l'intervistatore stia cercando di stravolgere gli ultimi ricordi da Edelman e portarlo al punto di rottura: la fila di persone che camminava verso il treno era silenziosa o rumorosa?

E c'era amore nei registi del ghetto Jolanta Dylewska e Andrzej Wajda
E c'era amore nel ghetto
I registi Jolanta Dylewska e Andrzej Wajda

"Tranquillo", dice Edelman, "perché dovrebbero avere ragione? [...] Non è vero che la gente urlava. Le storie che hanno urlato nella disperazione non sono vere. Nelle registrazioni puoi vedere che la gente è rimasta tranquilla. Allora perché me lo chiedi? ”

L'intervistatore risponde: "Per te dirlo".

Abbonamento NOK 195 / trimestre

Edelman descrive come ha costantemente cercato nel branco amici o compagni che poteva provare ...


Caro lettore. Hai già letto i 4 articoli gratuiti del mese. Che ne dici di supportare i TEMPI MODERNI disegnando una corsa online Abbonamento per libero accesso a tutti gli articoli?


Lascia un commento

(Usiamo Akismet per ridurre lo spam.)