Teatro della crudeltà

L'altro

Non basta essere Frida Kahlo o Simone de Beauvoir. Non sei ancora abbastanza bravo.




(QUESTO ARTICOLO È TRADOTTO DA Google dal norvegese)

Viaggio a Londra. Entro il 9 ottobre. Un viaggio alla mostra di Frida Kahlo alla Tate Modern dovrebbe essere d'obbligo. Domenica ci sono stato. È diventato un viaggio di rinascita femminista.

Le urgenti descrizioni del dolore di Frida Kahlo rappresentavano per me un esempio del tema principale del femminismo stesso: le donne non hanno accesso alla vita pubblica alle stesse condizioni degli uomini. Puoi essere buono, saggio e intelligente quanto vuoi. Dopotutto non entrerai nel club dei membri più venerati dal pubblico. Nient'altro che un attaccamento a tuo marito.

Quest'anno è l'anno di Satre, e molti hanno colto l'occasione per scrivere sulle teorie di Sartre sulla libertà situata. Pochi articoli hanno menzionato i testi della sua compagna di vita Simone de Beauvoir sullo stesso. Non è né casuale né sorprendente che i giornali norvegesi lo citino quasi il doppio di lei. Ma è un'illustrazione di ciò che lei stessa ha descritto in modo così saggio e appropriato riguardo alla citazione l'altro.

La stessa Beuvoir pose la propria posizione di filosofa un passo indietro rispetto all'uomo con cui ebbe una relazione permanente. È così strano, quando la realizzazione di perché è così chiaramente presente in lei, e ovviamente soprattutto nell'opera principale che è diventata la bibbia di tante femministe; L'altro sesso. Il libro è l’antica descrizione di come le donne, in quanto donne, vengono considerate l'altro in qualsiasi relazione. Per un ordine apparentemente naturale, le donne vengono private della loro umanità quando viene loro negata la possibilità di vedere la loro esperienza considerata universale. L'esperienza di una donna è sempre quello di una donna esperienza, una donna è sempre una femmina scrittore, artista, artigiano o teorico. Descrivendo la propria vita, Beauvoir ha reso la politica personale.

Frida Sentenza di anche se c'erano stati due incidenti che avevano segnato la sua vita. Il primo è stato l'incidente stradale che l'ha resa disabile e ha fatto dell'arte la sua attività principale. L'altro si chiamava Diego Rivera. Da quando lei aveva 21 anni e lui 41, il matrimonio ha plasmato la sua vita in modo così fondamentale che lui può essere trovato, in modo esplicito o implicito, nella maggior parte dei quadri oggi appesi alla Tate Modern.

Con lui, conosciuto come il più grande filosofo francese, c'era Simone de Beauvoir. Frida Kahlo sposò colui che all'epoca era il più grande artista del Messico. unno partecipato prosciutto nei lunghi viaggi negli Stati Uniti. Lei dipinse i suoi quadri, mentre lui decorò edifici monumentali con affreschi di cui quello del Rockefeller Center è diventato il suo più famoso. Frida Kahlo è stata lei stessa una grande artista, ha rotto con le convenzioni e si è vestita con abiti da uomo. Ma era anche la moglie di suo marito. L'anno dopo il matrimonio dipinse la coppia, con bellissimi colori e con sopra una colomba con un messaggio in bocca. La colomba è un noto simbolo dell'amore. Domenica sono rimasto a lungo davanti a quella foto.

Il contrasto con le immagini giovanili nelle stanze prima, è fantastico. In loro, Kahlo è una donna bella e dritta con un collo dritto e lungo. Quando Frida Kahlo dipinse gli sposi, ritrasse se stessa come una donna minuscola in abiti tradizionali messicani. La testa è leggermente piegata, sia verso il basso che verso il marito. Si gira verso l'uomo e tiene la mano sulla sua. Rivera sembra quasi grottescamente grande in proporzione, i suoi due piedi corrispondono all'incirca a due delle sue dita. Il grande uomo è ritratto come tante volte abbiamo visto Rembrandt e altri pittori che vogliono mostrare la loro grandezza; con la tavolozza nella mano destra. Come lo vede sua moglie, anche lui si allontana facilmente da lei in tutta la sua grandezza.

Frida Kahlo amava suo marito e, mentre lui la tradiva con un certo numero di donne, lei lo tradiva sia con altre donne che con uomini come Lev Trotsky. Rivera l'ha ferita soprattutto quando aveva una relazione con sua sorella. Ma questa tristezza è appena visibile nelle immagini. Il dolore causato da Rivera è il dolore quando lui non c'è. E c'è il dolore di definire se stessi in relazione a lui.

Ho me stesso stato indicato e affrontato come kona fino. Nessuno osa più presentarmi così. Prendo ispirazione per combattere le mie battaglie da coloro che hanno usato le loro in modo creativo. Speriamo che le strutture culturali stiano cambiando. Fino ad allora, non importa quanto tu sia sorprendentemente saggio, carino o intelligente. Non è necessario essere Simone de Beauvoir o Frida Kahlo. Rimani comunque l'altro.

Potrebbe piacerti anche