Il grande mondo dello sfondo


CINA: Yu Hua mostra come la Cina di 40 anni sotto il controllo economico di oggi sia passata dalla società contadina al Paese economicamente più potente

Carnera è una scrittrice freelance che vive a Copenaghen.
E-mail: ac.mpp@cbs.dk
Pubblicato: 2020-01-13
La Cina in dieci parole
Autore: Traduttrice Yu Hua Anne Wedell-Wedellsborg
Klim Forlag, Danimarca

Yu Hua (1959), cresciuto durante la Rivoluzione Culturale, descrive in dieci riflessioni personali saggi Il drammatico sviluppo della Cina - in soli 4-5 decenni. Non mette le dita in mezzo e raffigura una società dietro la facciata lucida dell'economia di Shanghai che si nasconde in un paese in guerra con se stesso e il mondo. Anche il libro non è pubblicato in Cina, ma a Taiwan. Hua, che è sia saggista che scrittore di narrativa, ha iniziato la sua «Karriere» come dentista. A vent'anni è stato nominato dentista. Durante la Rivoluzione Culturale non si poteva scegliere ciò che si voleva essere, quindi l'aspirante autore trascorse, senza educazione dentale, un numero di anni tirando fuori i denti dalle persone. Ecco in cosa consisteva il trattamento.

Hua ha fatto la sua svolta internazionale con il romanzo Vivere (1993; Danish 2015) che tratta dell'assurda vita della rivoluzione culturale cinese. Il libro è stato anche filmato da Zang Yimou con Vivere (1994). I saggi di Hua tradotti di recente mostrano una Cina la cui tigre salta al miracolo economico sulla sua scia lascia una nazione di estrema disuguaglianza, ufficio vecchio stile e corrotto e un mondo back-to-back di copia e truffa.

Kulturrevolutionen

Il libro racconta la storia della Cina prima e ora attraverso dieci parole: persone, leader, leggere il cambiamento, write, Lu Xun, ricerca formale, rivoluzione, græsrødder, copia, bluff. Il popolo un tempo era identico al grande presidente Mao, al suo modo di agitare e Il piccolo rosso, che si trovava in ogni casa. E quelli che camminavano per le strade nella famosa rivolta di piazza Tiananmen a Pechino non erano il popolo, ma nemici del popolo, in questo caso gli studenti. La storia della gente riguarda il linguaggio, la corruzione e non ultimo l'oblio storico. La rivolta in cui centinaia di migliaia di studenti hanno camminato per le strade e combattuto e in un lampo ha visto un nuovo periodo fiorente, in poche settimane è stata schiacciata e annientata. I resoconti quotidiani delle rivolte e l'ispirazione risultante sono stati sostituiti da un giorno all'altro con la narrativa generale: La prosperità prospera della nostra patria. Il blackout è stato totale.

Allora, c'era precisione, oggi tutti vogliono di più.

25 anni dopo la rivolta, la nuova giovane generazione non ha conoscenza dei giorni del 1989. L'oblio storico è totale. Secondo Hua, ...

Abbonamento semestrale NOK 450

Caro lettore. Hai già letto i 4 articoli gratuiti del mese. Che ne dici di supportare i TEMPI MODERNI disegnando una corsa online Abbonamento per libero accesso a tutti gli articoli?


Lascia un commento

(Usiamo Akismet per ridurre lo spam.)