Ordina qui l'edizione estiva

Danza nel locale

Ora tutti vogliono ballare di nuovo la stupida e deliziosa techno. È solo un autostoppista alla moda?

(QUESTO ARTICOLO È MACCHINA TRADOTTO da Google dal norvegese)

[raveparty] Sono le quattro del mattino e 200 persone hanno deciso di abbandonare lo Swix verde e il viaggio domenicale a Marka in favore della palestra grigia leggera con bassi pesanti. È un rave party in una buia sala industriale di Grünerløkka a Oslo, e la festa è appena cominciata.

Dal bordo della pista da ballo, le persone sembrano ombre oscillanti, ma le luci stroboscopiche rivelano in lampi blu quale gruppo eterogeneo si muove insieme. Studenti chiassosi ballano con upbola e teppisti motociclisti tatuati. Gli appassionati di techno tagliano l'aria con i palmi rigidi, fianco a fianco con ragazzi rock rigidi in giacche di pelle nera. Un travestito brinda ad alcune belle ragazze con gli stivali e saluta un ragazzo spastico con un enorme cappello da clown in testa. La clientela mediamente complessa è apparentemente tenuta insieme da un minimo comune multiplo: i ritmi techno dei giradischi di DJ Tore Jazztobakk e DJ Electric Lane. E no, non abbiamo riportato la macchina del tempo agli anni '1990. Questo è il 2007.

- Era così anche alle prime feste in casa e alle feste. Apparvero tutti i tipi di persone e spesso persone che cadono un po' al di fuori di tutti gli altri ambienti. A volte mi chiedo da dove vengano queste persone, dice Tore Jazztobakk, alias Tore Gjedrem, prima che Electric Lane, alias Jen McConachie, irrompa. Vuole dimostrare che le feste techno non devono essere per forza harry.

- L'atmosfera deve essere buona e aperta. Non ci sono codici qui e puoi esprimerti liberamente.

Ci sono chiari segni di una rinascita per la semplice musica dance elettronica, sia nei club che nella musica pop. Produttori famosi come Timbaland e Pharrell Williams hanno entrambi acquisito un senso per i sintetizzatori trance accattivanti e i ritmi pesanti, che possono essere ascoltati nelle canzoni sia di Justin Timberlake che di Nelly Furtado, e sul pavimento del club dominato dall'hip-hop ci sono ora tecnoficati generi come Baltimore Beat e southern – hip hop che si applica.

Festa al fluoro

Etichette tedesche alla moda come Kompakt e Get Physical ravvivano la loro art techno rigorosa con spudorati elementi di trance, mentre i giovani in Gran Bretagna si strofinano con sangue fluorescente, suonano fischietti di plastica e fanno le banane ai rave party. In Svezia, l'anno scorso i nostri vicini erano soliti oscillare al ritmo delle Baleari; una techno dance estiva e decadente che ha avuto origine nell'Ibiza degli anni '1980.

Anche qui in Norvegia i piedi danzanti sembrano più interessati alla techno che in molti anni. Il club di Oslo Sunkissed si è appena trasferito in locali più grandi e vende costantemente l'intera pila di biglietti, mentre il bar preferito Hed Kandi ha recentemente riempito Chateau Neuf. Durante il Bylarm di quest'anno a Trondheim, c'è stato anche un vero e proprio rave party con un enorme sistema di luci e suoni, e questa settimana apre il club techno The Villa su quasi 600 metri quadrati a Oslo. A Bergen, la semplice dance techno ha creato un sudato ritrovo davanti ai giradischi già da quasi due anni.

- La gente vuole una techno più dura e ingenua. Preferibilmente realizzato da austriaci e francesi con sintetizzatori troppo grandi. Alcune sere tornano anche i bastoncini luminosi, ride DJ Asel, alias Asle Brodin.

Gestisce il concetto di club Hot! Piccante! Piccante! a Bergen insieme a Mikal Telle. Con concetti come Digitalo e Powerblytt, i DJ di Bergen trasformano ogni fine settimana il caffè della galleria Landmark in una bolla di danza caotica con l'aiuto di colpi profondi e ritmi ipnotici. Brodin afferma che Landmark è stato a lungo un punto di ritrovo per studenti di college d'arte e per coloro particolarmente interessati, ma che con la nuova tendenza della danza è apparso un pubblico completamente nuovo.

- C'è una clientela più etero e più giovane rispetto a prima, senza che ciò intacchi l'atmosfera sulla pista da ballo. Urlano, urlano e ballano, dice Brodin, e ricordano quando la cultura dei club a Bergen era senza polso.

- Quattro o cinque anni fa era completamente morto e quasi impossibile avere una pista da ballo qui in città.

Bagliori confiscati

DJ Electric Lane nota anche che il desiderio di ballare è completamente diverso tra i frequentatori della vita notturna norvegese oggi. Per molti anni l'offerta per gli appassionati di techno amanti della danza è stata limitata, ma negli ultimi anni è aumentata su entrambi i lati del giradischi. Crede che l'interesse sia stato aiutato dalla costruzione di ponti tecnologici.

- Ora tutti possono fare musica a casa sul computer e il software è diventato più accessibile e facile da usare. Inoltre, puoi diffondere la musica in tutto il mondo tramite Internet, dice.

- Viviamo solo una vita, e dobbiamo ballare ora finché possiamo. Le persone meritano di ballare!

DJ Electric Lane

Insieme a Tore Jazztobakk, Electric Lane ha organizzato una buona manciata di feste private a Oslo negli ultimi anni. Ora i due dj si occuperanno di prenotare e suonare i dischi nel nuovo club techno The Villa, che ha aperto il 22 febbraio. L'obiettivo è preservare l'atmosfera delle feste underground, anche se non tutti i vecchi simboli rave sono ugualmente benvenuti.

- Confischiamo i bastoncini luminosi. C'è stato un grande divario nello sviluppo della dance techno qui in Norvegia, e quando ricominceremo ci lasceremo alle spalle alcuni dei vecchi cliché, ride.

Liberare la stupidità

Le tendenze vanno e vengono come gli allenatori della lega, e non è sempre facile distinguere tra importanti cambiamenti nella cultura e quella che è solo un'altra appariscente prima pagina della rivista musicale NME. In questi casi, hai bisogno della prospettiva del veterano. Bård Torgersen è stato fondamentale per l'ascesa della cultura rave in Norvegia alla fine degli anni '1980, sia come organizzatore di feste che come musicista in band come Masters Ov Møh e SUPERskill. Cerca di mettere le cose in prospettiva e si guarda alle spalle.

- Ai primi grandi rave party potevano arrivare 2000 persone. Le feste hanno attirato tutti i tipi di persone e sono apparsi punk, metallari, tipi di gang e occidentali.

Tra le altre cose, Torgersen ha partecipato a Xs To The Ravezone, un circo rave itinerante che ha visitato le aree più rurali del paese. Artisti come Mental Overdrive, Sadomaoisten e Origami hanno riempito piccoli pub da Alta a Bø con luci stroboscopiche, enormi sistemi audio e macchine del fumo. Torgersen ha ampiamente percepito il movimento rave come antipolitico e ritiene che abbia preso di mira persone provenienti da diversi ambienti in tutto il paese.

- Era una cultura di partito edonistica e liberale, in cui non dovevi prendere posizione su nulla. Dopotutto, la musica è progettata per creare comunità sulla pista da ballo, e quando balli ti sembra di vivere in una bolla felice dove il mondo al di fuori della festa non esiste.

Dopo un periodo di feste segrete nei locali delle fabbriche e nei palazzetti dello sport, il fenomeno è cresciuto e non ci è voluto molto prima che Rockefeller e Sentrum Stage iniziassero a ospitare la folla che ballava la techno. Allo stesso tempo, club di Oslo come Jazid e Headon hanno aperto negli anni '90 e hanno portato la musica elettronica in una direzione più sofisticata. Ora si applicano generi come acid jazz, drum'n'bass, jazzy techno e IDM (Intelligent Dance Music), piuttosto che ore di ballo al basso martellante.

Parallelamente, la dance techno è stata ulteriormente istituzionalizzata dal 1° maggio 1995, quando circa 6000 persone hanno riempito l'Oslo Spektrum per la prima edizione del gigantesco party Hyperstate. Bård Torgersen pensa che l'ambiente sia diventato gradualmente troppo uniforme e offensivo.

- Hyperstate ha fatto esplodere gli elementi più volgari al rave party. Tutti sono venuti con i bastoncini luminosi, tutti sembravano uguali, tutti erano distanti e bevevano acqua per tutto il tempo. C'era una percezione consolidata di come comportarsi, che rompeva con la sensazione originale che tutti i tipi di persone fossero attratti da una nuova cultura di cui originariamente non facevano parte.

Si rende conto, però, che la voglia di sudare danza è tornata.

- È liberatoriamente stupido! È come il reggae o una band da ballo: tre mosse, ballare nel locale e musica semplice che attira immediatamente la comunità. Ora c'è stata a lungo l'attenzione sui gruppi rock, sulle pose e sulla brillantezza musicale, e poi penso che le persone possano trovare adorabile ballare semplicemente al massimo con la semplice techno ripetitiva, dice Torgersen

I Ramones della musica rave

Anche la musica trance e dance commerciale, rappresentata da compilation come Hard Dance Mania, Trancemaster e Ministry of Sound, registra un crescente interesse per l'hard dance techno. Dag Krogsvold, presidente di Voices Music, afferma che Hard Dance Mania 9 ha venduto 13.000 copie in un mese.

- Sono successe molte cose negli ultimi tre anni, anche nell'ambito della trance commerciale e della danza. Sembra che l'interesse sia tornato a pieno ritmo con una nuova scena composta da giovani, dice Krogsvold.

La dance techno commerciale è prodotta in grandi quantità nell'Europa centrale e, come il genere della band da ballo e il paese delle stazioni di servizio, è spesso trascurata dalla stampa musicale e dai barometri delle vendite, sebbene abbia una base di fan significativa. Krogsvold reagisce quando la gente pensa che la trance sia stupida e primitiva. Al contrario, ritiene che molte delle produzioni siano avanzate e intellettuali.

- La musica orecchiabile ed energica non è necessariamente semplice e stupida. Molte persone probabilmente pensavano che i Ramones sembrassero incredibilmente stupidi mentre lo facevano, ma mi piacerebbe sentire qualcuno che la pensasse così oggi.

Anche il critico d'arte e appassionato di techno Erlend Hammer accoglie con favore il ritorno della musica elettronica dura e semplice nelle piste da ballo norvegesi, anche se personalmente preferisce Ricardo Villalobos alla trance russa.

- Alcune trance commerciali, come German Scooter, sono così incredibilmente stupide che mi chiedo quasi se debba essere concept art. Forse dietro c'è Bill Drummond dei KLF, ride, e crede che la dance techno abbia somiglianze con il minimalismo della musica contemporanea.

- Non richiede interpretazione, solo esperienza. Inoltre, è avanzato e impressionante che una tradizione possa essere mantenuta viva così a lungo. Dal rave party, c'è una linea ininterrotta fino all'uomo delle caverne, afferma Hammer.

Droga distruttiva

Un consumo non trascurabile di droghe è stato tra i motivi per cui il movimento rave si è sgretolato oltre gli anni '1990.

- È marcito un po' alla radice e si è stancato. Inoltre, è impossibile mantenere in vita un night club quando nessuno compra niente al bar perché sono così ubriachi, dice Bård Torgersen.

Crede che reclutare un pubblico nuovo e giovane sia fondamentale per la techno da club per vivere più a lungo di un mediocre nachspiel questa volta. Asle Brodin di Hot!Hot!Hot! crede anche che l'uso di droghe abbia contribuito a uccidere l'ambiente dei club precedenti, ed è quindi soddisfatto dei ballerini techno appena liberati di Bergen.

- Tutto il doping ha distrutto il pubblico, gli attori e la reputazione. Ecco perché è incredibilmente importante e positivo che il nuovo pubblico qui sembri libero dalla droga.

Il critico d'arte Erlend Hammer ritiene che il futuro della dance techno in Norvegia dipenda principalmente dai club che hanno orari di apertura più lunghi.

- Non si crea una vera cultura del club quando i club chiudono alle quattro e mezza. Tutte le cose eccitanti accadono tra le quattro e le sette del mattino!

Di ritorno negli oscuri locali della fabbrica di Grünerløkka, DJ Electric Lane lancia una dichiarazione di programma nella danza attraverso i ritmi techno.

- Viviamo solo una vita, e dobbiamo ballare ora finché possiamo. Le persone meritano di ballare!

Sulla pista da ballo, un ragazzo si toglie la parte superiore del corpo. Qualcuno urla al soffitto e grida "festa!". Sono le cinque e mezza del mattino e la festa è appena cominciata.

Potrebbe piacerti anche