Ordina qui l'edizione primaverile con il documento di avvertimento

Dag Herbjørnsrud e Ny Tid

Dag Herbjørnsrud è il redattore capo di Ny Tid, che è coinvolto Orientering. È uno storico dell'idea, autore di casi ed ex commentatore di Al-Jazeera. Ecco maggiori informazioni e collegamenti.


(Tradotto da Norwegian di Google Gtranslate)

Informazioni Pagina:

Dag Herbjørnsrud (nato nel 1971) è il caporedattore del settimanale Ny Tid, di cui è coinvolto Orientering.

* Herbjørnsrud ha iniziato nella cosiddetta redazione giovanile di Ny Tid nel 1986, dove ha seguito un corso di giornalismo e ha scritto per la rivista Premi fino all'estate del 1987.

* Herbjørnsrud ha pubblicato il suo primo articolo su Ny Tid su Ny Tid nell'agosto 1990, una recensione del romanzo di Thomas Pynchon Vineland (1990). Essendo stato uno scrittore in i.a. Morgenbladet (1993-1995) e commentatore, giornalista e capo del servizio di Aftenpposten (1995-2005), ha assunto la carica di redattore capo di Ny Tid nel luglio 2005.

Collegamenti multimediali selezionati:

22 luglio, prima e dopo:

- annuncio pubblicitario -

Om Latte genocida di Srebrenica e terrorista del 22 luglio: Dibattito con legge prof. Kristian Andenæs il Dagsnytt 18, 11.05.2012.

Sul terrore, il 22 luglio e sui dilemmi dei media: Intervista con Gita Ditta (23 min.) Sulla TV tedesca (inglese), NDR, 18.04.2012.

Informazioni sulla riproduzione del nome e dell'immagine degli imputati: Dagsnytt 18-dibattito 11.08.2011.

Leader 31.08.2012: "Più difficile, peggio, più importante": Dopo il giudizio di sanità mentale.

Commento 19.07.2012: "Scusate. Scusate. Si rammarica. »: Ny Tid avrebbe potuto e dovuto fare di più per prevenire un attacco come il 22 luglio.

Leader 08.06.2012: "Senza imbarazzo e dignità": A proposito di Elias Rukla e del solitario nella District Court Hall 250.

Leader 11.05.2012: "Il prezzo dell'ingenuità": Aula di tribunale 250 mm

Leader 20.04.2012: «Nella fase di diniego»: Verifica dei fatti dell'accademia, 1683 mm

Leader 23.02.2012: «Via di fuga»: “Abbiamo la storia della bestialità. La fuga dalla realtà è il nostro rifugio ".

Leader 07.10.2011: "Il nostro problema con i media": Verifica dei fatti di affermazioni dei media, miti ecc.

Leader 22.09.2011: "Parole per riflettere": Detto dopo il 22 luglio.

Commento 25.07.2011: "Dopo il terrore – prima della continuazione": Sull'attacco del 22 luglio, Benjamin Hermansen e le lezioni apprese per l'ulteriore processo.


Testi internazionali:

Let's Unite: un campanello d'allarme dalla Norvegia: Commento (inglese) su Utøya, 11 settembre, 21 ° secolo ecc. – in Open Democracy 30.08.2011.

Axis of Evil originale: Colonial Empires: Commenta sul sito web di Al-Jazeera English,

07.04.2005

Dall'Europa agli arabi: aiutaci ad aiutarti: Commento sul sito web di Al-Jazeera English, pubblicato nel dicembre 2004, link all'11 gennaio 2005.

Multiculturalismo:

- Tutti in Norvegia dovrebbero imparare il sami: Intervista su NRK 07.03.2012.

Leader 08.12.2011: "Sì, l'Eurabia è qui!" Sulla cooperazione euro-araba dal 711 al 2011: Andalusia, Wergeland, Ole Bull, Roger II e Al-Idrisi.

Leader 10.03.2011: "Democrazia diffusa". Esempi storici di dominio popolare tra indiani, arabi e indiani.

"Academy si è irrigidita": Intervista ad Apollo aprile 2005.

Informazioni su Evensmo, SF e Orientering/Nuovo tempo:

Leader 03.02.2012: Evensmo oggi: In terza posizione, Orientering e Sigurd Evensmo (1912-1978) prima del 100 ° anniversario del caporedattore del giornale, il 14 febbraio 2012.

Leader 16.12.2011: «Un nuovo SF»: Sulla via da seguire per SV, con lezioni dal passato.

Leader 10.02.2011: «New Time, 5 anni e le falsità»: Sulla diffusione di voci e di false accuse mosse da altri media contro Ny Tid, negli anni '70 e soprattutto dopo il 2006.



Informazioni su Bjørneboe, USA e Norvegia:

USA, Norvegia e Janteloven: «Trygdekontoret» con i.a. Thomas Seltzer, NRK 07.04.2010.

La paura dell'America in noi: Articolo su Ny Tid del 25.10.2003.

Pagine informative:


Pagina informativa a Cappelen Damm: A proposito di Dag Herbjørnsrud.

sito web: Il sito del pensatore, creato nel 1999.

Wikipedia (norvegese) su Dag Herbjørnsrud.

Twitter: segui @DagHerbjornsrud

Vendita di libri: Link a Bokkilden con libri in vendita.

Autore di saggistica:

* Menzogne ​​vuote, verità sporche. Una critica alla nuova visione del mondo (Tiden 2002, libri economici selezionati di Cappelen, 2005), con Stian Bromark.

* La paura dell'America. Una storia europea (Tiden 2003, libri economici selezionati di Cappelen, 2005).

* Norvegia – Un piccolo pezzo di storia del mondo (Cappelen 2005, Cappelen Damm-pocket, 2008).

Contributo articolo Compreso:

- anni 00: Rivoluzione culturale ORA! (17/18 2004)

- Chi è chi (Universitetsforlaget 2008).

- Prospettive globali sugli Stati Uniti (Berkshire, USA, 2008).

- "Sulle tracce del codice GT": Nella lettera di celebrazione a Thomas Hylland Eriksen per il suo 50 ° compleanno (Norwegian Anthropological Journal 1/2012).

Pratica dei media:

* Co-editore di Antropress (1992-93), la rivista studentesca del Dipartimento di Antropologia. Co-editore di Zoon Politikon (1993-94). Editor di Informasjonsbladet presso il Center for Higher Studies (1995-1996), UiO.

* Scrittore, commentatore, sostituto estivo e revisore di libri a Morgenbladet (primavera 1993 – estate 95).

* Giornalista, commentatore e responsabile delle relazioni presso Aftenposten (1995-2005).

* Editor-in-Chief di Ny Tid da luglio 2005 a marzo 2006, durante il cambio di proprietà e il passaggio da tabloid a informazione rivista.

* Redattore dello sviluppo a Ny Tid (dal 06 marzo al gennaio 2008), redattore (gennaio 2008-novembre 2009), caporedattore facente funzione. (Novembre 09-aprile 2010), redattore capo (1 maggio 2010-).

Formazione scolastica:

* Educazione al giornalismo all'Oslo University College (1994-1996).

* Materia intermedia di antropologia sociale, materia di base di scienze politiche presso UiO. Pesi in spagnolo al Flat River Junior College, Missouri, USA (1989).

* Maggiore, Cand. Philol., Nella storia delle idee all'Università di Oslo. Il compito principale «Lasciando il libertarismo. Legami sociali nella nuova filosofia di Robert Nozick » (2002) analizza la svolta sociale e solidale dal 1989 del filosofo americano Robert Nozick.

Potrebbe piacerti ancheRELAZIONATO
Consigliato

Una condanna a morte per lo Stato siriano

SIRIA: Uno stato multiselettrico, multireligioso, multilingue e multietnico dilaniato dal partito Ba'ath, estremisti, milizie e superpotenze rivali, che chiedono la loro parte del Paese.

Il neoliberismo come arte di governo più indiretta?

GESTIONE: Questo è un libro su cos'è il neoliberismo, anche come un'arte di governo più indiretta

Tutti contro tutti

RIFUGIATI: L'unità è polverizzata, tutti pensano solo a cavarsela da soli, sopravvivere, strappare un boccone in più, un posto nella coda del cibo o nella coda del telefono.

Molti conservatori norvegesi faranno un cenno di apprezzamento a Burke

UNA DOPPIA BIOGRAFIA: Dagli anni '1950, le idee di Burke hanno subito una rinascita. L'opposizione al razionalismo e all'ateismo è forte tra i 40-50 milioni di cristiani americani evangelici.

Un cluster agricolo – un complesso industriale all'avanguardia

PAZZO: Il problema è l'accesso al cibo. Tutti devono mangiare per vivere. Se vogliamo mangiare, dobbiamo comprare. Per acquistare dobbiamo lavorare. Mangiamo, digeriamo e cagiamo.

La dittatura della virtù

CINA: Il Partito comunista cinese si vanta oggi di essere in grado di riconoscere uno qualsiasi degli 1.4 miliardi di cittadini del paese in pochi secondi. L'Europa deve trovare alternative alla crescente polarizzazione tra Cina e Stati Uniti.